Una visione del crimine attraverso la serie Sur Ecoute

Una visione del crimine attraverso la serie Sur Ecoute

In ascolto (Il filo) è una serie prodotta da HBO tra il 2002 e il 2008. La storia si svolge a Baltimora, una città indipendente nello stato del Maryland. Il suo creatore è David Simon, che per anni è stato giornalista della cronaca nera del giornale Il sole.

La serie si concentra sui bassifondi di Baltimora, dove coesistono droga e delinquenzama anche tutto ciò che li circonda: la situazione sociale di molte persone del vicinato, l'azione della polizia, le lotte interne tra bande di narcotrafficanti, ecc. In ascolto ci offre una visione ampia di tutti gli agenti che operano in questo mondo: dal piccolo consumatore alle alte sfere politiche.

Il mondo di In ascolto

L'eco degli spari risuona al mattino, le grida strappano le melodie, le teste passano attraverso le finestre e poi … niente. Silenzio. Solo silenzio. Ognuno ha la sua vita quotidiana, il suo lavoro. I vicini di questo quartiere marginale di Baltimora sono già abituati alle ondate di violenza che scuotono le strade che attraversano ogni giorno. Il farmaco viene introdotto in ogni angolo; sin da giovanissimi, i giovani hanno iniziato a lavorare per le diverse fasce di fornitura, poiché il loro entourage è l'unica possibilità offerta loro.

"Tutto nel business."

-An listen

La polizia

La polizia lavora ogni giorno contro le bande organizzate. Possiamo vedere nella serie che la loro azione è inutilee che le loro prospettive di evoluzione o miglioramento del ricorso e del personale sono deboli o inesistenti, poiché sono soggette a un sistema gerarchico e statale; un sistema basato sulla "catena di comando", al di là di qualsiasi cosa e la cui unica preoccupazione è di raggiungere le statistiche minime imposte dalla parte superiore della gerarchia. Questo limita in termini logistici le diverse operazioni di polizia, rendendole molto spesso inefficaci dal momento che devono lottare contro un problema più grande: il fattore sorpresa.

"Nessuno vince, una band perde solo più lentamente."

-Prezvalousky-

Il crimine è un riadattamento tra la polizia stessa e l'autore del reato. Il primo non può agire se il secondo non commette un crimine. D'altro canto, quest'ultimo metterà in atto nuovi modi per evitare le forze di sicurezza.

Quindi, la realtà che cerchiamo di dimostrare attraverso la serie In ascolto è che è quasi impossibile anticipare il crimine. Sono gli autori dei reati stessi che lo commettono e la polizia deve continuare ad agire secondo la sua evoluzione.

Politica e contrabbando

D'altra parte, siamo di fronte a rivalità politiche. La lotta per il potere giustifica tutti i mezzi attraverso cui cerchiamo di raggiungerla: corruzione, appropriazione indebita di fondi pubblici, ecc. Altrettanto tanti strumenti che alimentano l'inerzia di un circolo vizioso che segna il resto delle situazioni esistenti.

I limiti imposti "dall'alto" sono una barriera che impedisce la fine della criminalità organizzata e del narcotraffico, il che evidenzia il fatto che molto spesso le alte sfere politiche sono complici perché beneficiano, direttamente o indirettamente, di questo mondo criminale. Tuttavia, la serie riflette un altro fenomeno: i politici, proprio come si nutrono del denaro delle bande criminali, impediscono loro di evolvere, segnando così chiaramente la posizione in cui si trovano l'un l'altro.

"Il re rimane il re".

-D'Angelo-

In ascolto cerca anche di evidenziare i fornitori della droga, i contrabbandieri che lo spostano verso la loro destinazione finale. Il porto di Baltimora è il principale punto di traffico. Le richieste dei sindacati fatte dai politici non vengono ascoltate, perché spesso devono ricorrere a furti e attività illegali per ottenere un incentivo che spinga i governi ad ascoltare ciò che hanno da dire.

"Affari, sempre affari …"

-Il greco

la scuola

L'istruzione è un'altra delle grandi istituzioni che fomentano la delinquenza e il traffico di droga. La standardizzazione di classi e classi promuove l'assenteismo scolastico; i giovani sono considerati come numeri che devono integrare i tassi richiesti dalla legge in modo che la scuola possa continuare a funzionare. Quindi, l'unica preoccupazione è che i bambini siano in classe il primo giorno da contare nel registro.

Quindi, la preoccupazione sta nella necessità di mantenere corsi stabili ed equilibrati. Di conseguenza, i bambini passano al livello successivo senza aver sempre acquisito le competenze richieste, da allora duplicarli comporta una destrutturazione e un investimento di fondi e tempo che il sistema non è disposto a assumere.

I mezzi di comunicazione

La stampa, specialmente scritta, è presentata come un mezzo di cospirazione. I giornalisti devono costantemente nutrirsi di informazioni per rimanere a galla. Pertanto, esagerano le proprie informazioni per suscitare interesse nell'azienda e quindi continuare a generare vendite. In questo modo, la delinquenza e l'orientamento politico sono manipolati da mezzi informativi fallaci il cui unico interesse è di continuare ad essere rilevante.

"Una bugia non fa parte della storia, è solo una bugia."

-Terry Hanning-

In ascolto ci parla dell'influenza del sistema e della sua incapacità di evolversi. È stato creato proprio per non lasciarlo. Infine, tutto si riduce a un ciclo di violenza e potere in cui i piccoli, date le loro circostanze sociali, devono adattarsi a un mondo ostile.

Un ecosistema che affrontano con poche risorse e li spinge direttamente in un mondo di violenza e distruzione. Sono i più grandi, prima di loro, che sono diventati ciò che sono allora, e saranno loro che in futuro occuperanno questo posto. Sarà il sistema che li ha creati che li farà soccombere alla violenza delle loro stesse attività.

"Solo un gangster, immagino."

-Avon Barksdale-

Orange è il nuovo nero e la realtà delle donne

Sta diventando sempre più comune parlare di femminismo nei media audiovisivi e di includere gruppi sociali che, fino a poco tempo fa, avevano … Read More "
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: