Trasforma il risentimento in perdono

Trasforma il risentimento in perdono

Ad un certo punto della nostra vita, potremmo non essere in grado di tollerare una particolare persona o cosa. È possibile che non supportiamo il comportamento di uno dei nostri amici o parenti.

Ma cosa succede quando non ci appoggiamo più? Quando ci chiediamo come potremmo comportarci allo stesso modo, come potremmo accettare questo lavoro, o come potremmo mangiare così tanto?

Senza esserne consapevoli, stiamo gradualmente trasformando il nostro stesso nemico. È il risultato della rabbia repressa e della rabbia che inizialmente provammo nei confronti di un'altra persona. È un risentimento che ci avvelena a poco a poco.

"Se una rinuncia provoca rancore, il sacrificio non ha valore"
-Giovanni Guareschi-

Quando siamo risentiti, siamo infelici. Noi reprimiamo la rabbia che lotta per uscire, che vuole esprimersi e liberarsi per sempre.

Ma non ci rendiamo conto che ci stiamo facendo del male. Saremo i ricettacoli di questa amarezza, questo malessere e questa rabbia permanente.

Il risentimento ci rende ostili

Forse non l'hai percepito coscientemente, ma probabilmente hai visto persone che indossano ancora una maschera arrabbiata sul viso. E forse ti sei chiesto: "Ma perché questa persona è così turbata, non è meglio fare tutto per essere felici?"

Ma questo è esattamente quello che facciamo quando abbiamo un risentimento verso qualcuno. Diventiamo ostili senza saperlo e questo si manifesta sul nostro volto.

La parte peggiore di tutto questo è questo l'ostilità porterà solo cose negative nelle nostre vite. Ti sei mai chiesto perché ultimamente non ti è successo niente di buono? Concentrati qualche istante su come agisci. Hai la tua risposta.

Non ci rendiamo sempre conto che l'ostilità gioca necessariamente contro la nostra parte. Oltre ad assegnarci personalmente, influisce sul nostro intero ambiente.

Le persone che amiamo di più, ma anche la maggior parte delle nostre relazioni personali, sono influenzate da questo nuovo modo di affrontare le nostre vite quotidiane.

Essere ostili non fa nulla di buono. Essere in una situazione ostile per lungo tempo può causare malattie fisiologiche molto reali.

"Nessun essere umano nasce con impulsi ostili o violenti, nessuno diventa ostile o violento senza aver avuto il tempo necessario per impararlo"
-Ashley Montago-

Cosa possiamo fare per smettere di essere ostili? Per iniziare, dobbiamo cominciare circondandoci di persone positive, che generano simpatia e portano gioia.

A volte entriamo in ostilità perché siamo circondati da persone ostili e maligne, che minano il nostro morale, senza che ce ne accorgiamo.

Impara a perdonare

Quando sperimentiamo tanta ostilità e risentimento, dobbiamo imparare a perdonare. Ma non si tratta solo di perdonare gli altri, dobbiamo anche perdonare noi stessi.

Come abbiamo già detto, se provi risentimento, non sarai più in grado di supportarti e i tuoi stessi comportamenti diverranno fonte di rabbia.

Per perdonare se stessi e perdonare gli altri ci vuole tempo. È necessario eliminare, in un primo momento, tutto ciò che può frenare questo perdono che cerchi.

  • Le ferite che hai causato agli altri.
  • L'amarezza che ti impedisce di essere felice e indulgente.
  • L'egoismo che causa tristezza e ti impedisce di godere del potere della generosità.
  • Vivere nel passato, che ti impedisce di andare avanti.
  • L'importanza che metti sui pettegolezzi e le cose che gli altri dicono di te.

Tutte queste cose e molte altre ti fanno vivere nell'amarezza e non puoi né perdonare né perdonare coloro che ti hanno ferito.

Tutti commettiamo errori, e non dobbiamo sentirci responsabili di ciò che gli altri provocano in noi.

Ti hanno ferito? Dì a te stesso che questo dolore sei tu che lo autorizzi perché non è un danno fisico. Non hai il potere di decidere chi può farti del male?

"Non c'è più vendetta che perdono"
-Josh Billings-

Tieni presente che meno permetti agli altri di farti del male, più ignorerai ciò che si può dire alle tue spalle. Inoltre, più vivi nel presente senza pensare al futuro, meglio vivrai ogni giorno.

Sarai più libero e nulla ti raggiungerà. Alla gente non piace che tu sia indifferente a ciò che dicono di te. Vivi la tua vita, perdona e perdona te stesso. Sii libero e felice.

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: