The Reader: trauma, segreti e passione

The Reader: trauma, segreti e passione

Il lettore è un film uscito nel 2008, diretto da Stephen Daldry. È un adattamento dell'omonima opera di Bernhard Schlink. Con una brillante Kate Winslet, insieme a Ralph Fiennes e David Kross, riflette su alcuni temi della nostra storia recente.

È vero che l'Olocausto ha ispirato innumerevoli film e romanzi e che, ad oggi, resta ancora molto da dire a riguardo, ma Il lettore non ci riporta all'Olocausto stesso, ma molti anni dopo, quando alcuni dei protagonisti sono stati processati e condannati. Inoltre, la storia del film va ben oltre il dramma e la Seconda Guerra Mondiale e si concentra su due personaggi, sulla storia vissuta e, soprattutto, sul passato di uno di loro. tra di loro.

Il film ci racconta una storia passata, come un ricordo riacceso dal suo protagonistaMichael Berg, un uomo che, in gioventù, ha incontrato una strana donna, Hanna, con la quale ha sviluppato una speciale relazione romantica.

Il lettore inizia raccontando la storia di un adulto, Michaelche si ricorda di questa donna e dei suoi incontri durante la sua giovinezza; una donna di cui non sapeva nemmeno il nome quando iniziò la loro relazione. Scuro, lento e misterioso, come Hanna stessa, il film avrà una svolta sorprendente nella trama, che ci condurrà a una storia molto diversa dalla storia originale.

A causa dell'intrigo di cui abbiamo parlato, dovremo viziarvi per tutto l'articolo, quindi non è consigliabile continuare a leggere se non avete visto il film. Il lettore non segue una narrativa lineare, ma è più un'oscillazione di salti nel passato e di nuovo al presente: Michael non sembra accettare il suo passato, ma non può farcela, come Hanna ha fatto in passato.

Quindi, il film ispira una riflessione: nAbbiamo tutti un passato, tutti abbiamo una storia dietro di noi che pochi sanno, la nostra vita è un mare di segreti, esperienze, sensazioni e persone che hanno lasciato il segno … Non importa quanto cerchiamo di dimenticarlo, di allontanarcene … è impossibile per noi, perché questo passato è parte di ciò che siamo oggi. Il lettore offre un viaggio nella storia di Michael e Hanna, una scoperta dei segreti più profondi di questi personaggi.

La relazione tra Michael e Hanna

Hanna e Michael si sono incontrati per caso negli anni '50 da adolescente e lei aveva il doppio della sua età. Senza nemmeno conoscere i loro rispettivi nomi, iniziano una strana relazione, basata su incontri sessuali e una completa mancanza di conversazione. Michael era un adolescente che stava ancora scoprendo il suo corpo e non era mai stato con una donna, Hanna era quella che stabiliva gli standard nei suoi rapporti sessuali.

Hanna ha continuato a fissare gli standard e, in quelle riunioni, ha aggiunto una condizione, Michael ha dovuto leggere per lei. Era uno studente e interessato alla letteratura, quindi teneva libri di classe o di biblioteca. Hanna ascoltò attentamente le storie che Michael leggeva, ma non prese mai un libro e lo lesse da solo. La complicità correva tra i due, ma si conoscevano a malapena, non parlavano mai del loro passato o del loro presente; avevano una relazione totalmente clandestina: un ambiente in cui condividevano libri e fogli.

Hanna è interpretata come una donna molto riservata con un carattere forte. La relazione è strana per noi, anche oltre la differenza di età tra i due. È come se fossimo in grado di capire Michael, ma non Hanna, di cui non conosciamo quasi nulla se non il suo nome.

Il film inizia con il risveglio sessuale di un adolescente, trasmette questo primo desiderio di gioventù, la scoperta del corpo, il primo richiamo dell'amore … Ma alla fine smaschererà i due protagonisti e porrà alcune domande sul loro passato.

Il lettorevergogna

Passeranno molti anni prima che la vita di Michael e Hanna si incrocino di nuovo, e allora Michael non sarà più quell'adolescente ingenuo che non fa domandema un giovane studente di giurisprudenza. Da quel momento, il film si sposterà su uno scenario molto più serio, in cui verrà rivelata tutta la verità. Poi andiamo al processo per condannare alcune delle donne che hanno lavorato come "guardiani" durante l'Olocausto. Mentre Michael va lì con compagni di classe e professori universitari, Hanna assiste come imputato.

A differenza di altri imputati, Hanna non sembra cercare di difendersi, non sembra capire la gravità del problema che sta affrontando. Da quel momento in poi, la mente di Michael sarà perseguitata da varie domande.Conosce davvero la donna seduta sul molo? È possibile che non provi alcun rimorso? E, soprattutto, Michael finalmente si rende conto del grande segreto di Hanna: è analfabeta, e la sua vergogna è così grande che non vuole nemmeno dire la verità per evitare la prigione. Hanna ha costruito un'immagine di se stessa, un'armatura molto diversa dalla sua.

Gli altri imputati faranno del loro meglio per non andare in prigione, per incolpare qualcun altro e, coinvolgendo Hanna nella scrittura di un manoscritto, tutti gli occhi saranno rivolti a lei per designarla come la principale colpevole. Ciò che nessuno sa è che Hanna non poteva scrivere il manoscritto a causa del suo analfabetismo, ma sotto la pressione di fare una prova di scrittura, decide di confessare come autore.

Com'è possibile che Hanna si vergogni del suo analfabetismo, ma non del suo passato da guardia di campo durante l'Olocausto? Hanna non nega il suo coinvolgimento nel nazismo, ma non è in grado di riconoscere il suo analfabetismo anche quando riesce a evitare la prigione grazie a lui.

Allo stesso tempo, Michael cercherà di capire Hanna e scoprire chi è lei. La profondità di queste scene porta innumerevoli emozioni sullo schermo e identifichiamo tutti i sentimenti di Hanna mentre affronta la sua più grande paura e la tristezza di Michael quando lo scopre molto prima di fare appello a lui, Hanna ha usato delle ragazze ebree per leggerle.

Oggi, non esitiamo a cercare di condannare tutti coloro che sono stati coinvolti in tali crimini, ma sembra che dimentichiamo il rovescio della medaglia, un aspetto molto più attraente per alcune parti della popolazione.

Hanna era analfabeta, viveva da sola e probabilmente sapeva che non avrebbe mai potuto accedere a certi lavori; Il nazismo era una promessa di prosperità, di lavoro e, per Hanna, essere in grado di lavorare come tutor era anche una promessa di status. Ma non solo gli analfabeti sono stati sedotti dalle idee del nazismo, ma anche alcuni pensatori come Heidegger (che in seguito ritrattato) o poeti come Ezra Pound, la cui ammirazione per Mussolini lo ha portato a collaborare propaganda e stabilirsi in Italia.

L'esercizio proposto da Il lettore ci ricorda profondamente la filosofa Hannah Arendt, che disse che molti nazisti erano persone normali, vittime del loro tempo e delle circostanze. Nel film, Hanna sostiene che era il suo lavoro e quindi il suo dovere.

Lei sostiene che lei si accontentò di obbedire agli ordini e fare il suo dovere, senza mettere in discussione la sostanza delle sue azioni. Il lettore presenta un tema complesso difficile da trattare, e riflette sul passato di questi personaggi, come influisce il presente e quello che sono oggi. Ma, allo stesso tempo, propone una riflessione sulla natura di uno dei crimini più atroci dell'umanità.

"Le aziende vogliono essere governati da quella che viene chiamata la morale, ma in realtà, sono governati da quello che viene chiamato la legge."

-Il lettore-

"La vita è bella" ci parla di questa libertà che ha senso

Saperne di più
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: