The Handmaid's Tale: Distopia e femminismo

The Handmaid's Tale: Distopia e femminismo

Il racconto dell'ancellaoThe Scarlet Maidè un romanzo pubblicato nel 1985 dalla scrittrice canadese Margaret Atwood. Anche se questo è un lavoro degli anni '80, la popolarità diIl racconto dell'ancellarecentemente esploso attraverso l'omonima serie di HBO. Le serie e il libro presentano alcune differenze ma non ci concentreremo su di esse: ci occuperemo piuttosto di ciò che vuole trasmettere questo lavoro e delle riflessioni che derivano tanto dalla lettura del libro quanto dalla visualizzazione della serie.

Serie e libro ci portano in un futuro non troppo lontano in cui i diritti delle donne sono stati completamente eliminati.Si è verificato uno spostamento verso i valori tradizionali, spingendoli all'estremo. Margaret Atwood ci immerge in un futuro spaventoso, soprattutto per le donne. Un futuro a cui potremmo arrivare se ci lasciamo guidare dalla paura e abbiamo alcune somiglianze con il presente e il passato, facendoci così assumere uno sguardo critico.

Società inIl racconto dell'ancella

La società, interamente patriarcale, è profondamente radicata nella religione, prendendo letteralmente i passi dall'Antico Testamento.Questa società non nasce durante la notte ma cresce gradualmente in reazione a un sistema in cui la paura si è sviluppata; guerre, infertilità e una situazione limite spingono la popolazione a essere controllata dalla paura ea condurre i più conservatori a guadagnare potere ea trasformare la società.

Questo declino significa che le donne perdono tutti i loro diritti; la loro unica funzione ora è avere figli.In cima alla piramide di questa società, troviamo uomini e più concretamente comandanti; questi hanno tre mogli a loro disposizione: la moglie, la cui unica funzione è di servire suo marito; unmarthauna donna che si occupa esclusivamente di compiti domestici; e, infine, una cameriera, una donna responsabile per aver dato alla luce i figli degli sposi.

Queste cameriere sono vestite di rosso, simbolo di fertilità; hanno perso il loro nome, che diventa Of (de, in francese) + il nome del comandante che servono, mostrando così in modo esplicito la loro condizione di oggetto e possesso.I servi non avranno nemmeno la funzione di madri perché sarà compito delle mogli; rappresentano solo un utero fertile.

Offred è il protagonista e il narratore di questa storia; attraverso i flashback, ci fa conoscere il suo presente e il suo passato.Ci presenta questa compagnia e spiega come funziona. Lo stato non vuole donne che pensano, non vuole che siano libere; ne ha solo bisogno per perpetuare la specie umana e, quindi, ne assicura il potere in futuro. Offred non può scegliere nulla. La sua vita, i suoi vestiti, il suo corpo … tutto dipende dalla famiglia che lei fa da serva.

Le cameriere possono solo fare sesso con il comandante durante una sorta di rituale noto come "la cerimonia".Durante questa cerimonia, anche la moglie del comandante partecipa perché deve tenere la cameriera e posizionarsi in modo determinato in modo che si abbia l'impressione che sia stata fecondata. Le scene sono molto visive, molto scomode e davvero inquietanti.

Le donne non possono pensare, parlare, leggere, uscire, decidere … Hanno perso tutto, persino il loro nome.Il racconto dell'ancellaScopriamo una realtà davvero dura e sgradevole, una società totalmente ermetica e terrificante ma che non sembra improbabile o impossibile.

Perché una distopia?

Negli ultimi anni, sembra che il termine distopia abbia guadagnato terreno nel mondo del cinema e della letteratura. Ma sappiamo davvero cosa significa questa parola?Potremmo dire che è l'opposto di un'utopia, una cosa che ci attira il peggior ritratto possibile di una società inesistente; lavora dalla prima metà del 20 ° secolo come1984 da George Orwell oFahrenheit 451Ray Bradbury sono alcuni dei riferimenti del genere distopico.

Questo genere, che è generalmente ispirato alla fantascienza, si nutre di eventi attuali. In altre parole, è ispirato dapossibili conseguenze negative dei comportamenti o delle tendenze attuali.Una distopia è, quindi, per spingere una situazione all'estremo, per essere il più orribile possibile eseguire una satira o la critica di un fatto contemporaneo. Sfogliando un'opera distopica, il nostro sguardo diventa critico in relazione al presente, in relazione alla nostra realtà quotidiana.

Le distopie sono diventate molto popolari e hanno raggiunto il mondo dei fumetti con opere comeV di Vendetta,quello della serie conSpecchio nero,quello del cinema, ecc. Bisogna dire che, invece di infastidirci, sembra che ci soddisfino sempre di più. Questi futuri irreali e terrificanti, in cui i diritti delle persone sono stati completamente eliminati,farci riflettere sulla nostra situazione attuale e pensare al "risveglio", rivelando noi stessi e continuando a lottare per i nostri diritti.

Il racconto dell'ancellasmantella l'idea che il patriarcato non possa mai trionfare, ha le sue radici nella distopia e ci offre un futuro terrificante.Oggi, l'idea della dittatura può sembrare lontana in molti paesi, maIl racconto dell'ancellaavverte che anche nel paese più sviluppato non saremo mai al sicuro da una ricaduta nel passato e, ancora una volta, in una dittatura.

La paura spinge le persone a reagire a un fatto e forse a sostenere coloro che forniscono protezione e tranquillitàanche se ciò significa porre fine a certe libertà fondamentali. Questo non è qualcosa che vediamo solo nella distopia: la storia ha già dimostrato, in molte occasioni, che questo fatto è totalmente possibile.

Società inIl racconto dell'ancellaè totalmente controllato, oppresso, non c'è libertà di stampa, libertà di espressione o pensiero, e chiunque oserà attraversare queste barriere subirà conseguenze terribili.Margaret Atwood non aveva bisogno di immaginare esseri fantastici, macchine terrificanti o elementi insoliti per disegnare un futuro più oscuro nel suo lavoro:niente è più spaventoso del pensare che una cosa del genere possa accadere. Usa la distopia per disegnare un mondo che non sembra distante o impossibile, così che siamo in grado di aprire gli occhi.

Femminismo inIl racconto dell'ancella

Il femminismo nasce come ricerca di uguaglianza tra uomo e donna.È un'opposizione a una gerarchia profondamente radicata che offre benefici e superiorità all'uomo.Il racconto dell'ancellaci presenta un mondo in cui il femminismo non esiste più, un mondo completamente opposto a queste idee, in cui gli uomini non sono più solo al di sopra delle donne ma sono l'unica autorità.

Dato che questo è un lavoro distopico, possiamo dirloIl racconto dell'ancellaè una chiamata al femminismo,un modo per ricordare la sua importanza e il valore dell'uguaglianza tra uomini e donne. Dopo molti anni in lotta per l'indipendenza delle donne e per i loro diritti, le donne diIl racconto dell'ancelladiventare schiavi in ​​un mondo che non hanno mai saputo esistere.

Un regime autoritario ci condurrà alla schiavitù, alla perdita dei nostri diritti; una società patriarcale, in un mondo ineguale.Il racconto dell'ancellaci mostra tutto ciò che non vogliamo essere, nel momento in cui non vogliamo mai, e in questo modo ci rende consapevoli della necessità di continuare a lottare per l'uguaglianza.

” Abbiamo vissuto, come era normale, ignorando tutto. Ignorare non è la stessa cosa dell'ignoranza, devi lavorarci sopra. "

-Il racconto dell'ancella-

1984, di George Orwell

Il romanzo del 1984, così come The Animal Farm, sono le opere più famose dello scrittore George Orwell. Questo autore ci presenta una letteratura politica con … Per saperne di più "
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: