Sua maestà delle mosche, la creazione di una società

Sua maestà delle mosche, la creazione di una società

Sua maestà delle mosche è l'opera più famosa del britannico William Golding. Fu pubblicato nel 1954. Non ebbe una grande ripercussione a suo tempo, ma fu rivalutato negli anni seguenti, diventando alla fine una classica letteratura inglese del dopoguerra. Questo lavoro è stato presentato al cinema due volte, nel 1963 e nel 1990.

In realtà è un'allegoria della natura umana in cui ogni personaggio rappresenta un aspetto importante degli individui e che esplora la creazione di una società da parte dei bambini dal nulla. Come vengono assegnati i ruoli? come scegli il leader?

Lo scenario inizia con il verificarsi di un incidente aereo vicino a un'isola deserta. I passeggeri su questo aereo sono bambini. I sopravvissuti dovranno organizzarsi per sopravvivere e cercare di essere salvati. Su un'isola, nel mezzo del nulla, dove le norme non esistono e che è popolata da bambini; una nuova società sta emergendo. Attraverso il romanzo, scopriamo il modo in cui la malvagità appare in ogni individuo, indipendentemente dall'età. Sua maestà delle mosche è un viaggio verso la malvagità, verso i diversi volti che la natura umana può presentare.

"Le persone non sono mai totalmente come pensiamo che siano."

-Questa maestà delle mosche-

Bambini, dirigenti e allegoria

Il titolo dell'opera è in parte un'allegoria poiché si riferisce a Belzebù, il demone. Nel romanzo, possiamo trovare l'immagine del male con la testa di un cinghiale che i bambini mettono su una lancia. La testa è in uno stato di decomposizione ed è circondata da mosche.

Arrivando sull'isola, ilI bambini si uniscono con la speranza di sopravvivere e di essere trovati il ​​prima possibile. Quindi, dimostrano il fatto che l'essere umano è di natura sociale. Che si tratti del condizionamento che proviene dalla società in cui sono cresciuti o dalla paura e dall'istinto di sopravvivenza; i bambini decidono di scegliere un leader in modo democratico. Il leader è Ralph. Non è il bambino più intelligente, ma è agile, forte e genera una certa dose di fiducia negli altri.

Quella che avrebbe potuto essere un'opportunità per sfidare gli adulti e dimostrare che i bambini possono essere più giusti e razionali alla fine si trasforma in un vero disastro. Dal momento in cui viene scelto il leader, sorge la rivalità e di conseguenza anche l'odio che porterà a una situazione tragica e incontrollata. Senza adulti, senza leggi, sono loro che decidono:

  • Ralph: è il capo scelto dagli altri bambini. Rappresenta la democrazia, le sue intenzioni sono buone e vuole che i bambini rimangano insieme. Decide di tenere acceso un fuoco nella speranza di essere visto e salvato. Nonostante le sue buone intenzioni, consulta ancora Piggy e alla fine perde il controllo e la leadership.
  • Jack: è l'opposizione di Ralph, un altro leader nato ma autoritario. È il più anziano del gruppo. Avendo trascorso meno tempo a scuola di Ralph, non è un leader e lo infastidisce. Il suo atteggiamento è arrogante e pessimista. Ha perso la speranza di essere salvato e poco a poco cade nell'irrazionalità diventando sempre più violento. Spaventa altri bambini e li costringe a unirsi a lui.
  • Piggy: il suo nome significa porcellino. È l'obiettivo principale della presa in giro a causa del suo aspetto e della sua condizione asmatica. Tuttavia, è uno dei personaggi più intelligenti. Rappresenta la razionalità ma il suo aspetto e le sue cattive condizioni fisiche impediscono di raggiungere il ruolo di leader. Nonostante questo, Ralph si fida di lui completamente e chiede sempre aiuto.
  • Simon: allo stesso modo di Piggy, non è in buona salute. È un bambino riservato che è descritto come strano. Tuttavia, mostra una grande sensibilità, specialmente nei confronti degli animali. Questo personaggio rivelatore scopre "Sua maestà delle mosche "e può essere paragonato a un portatore di verità.
  • Roger: è uno dei personaggi che si evolvono di più. All'inizio, è dalla parte di Ralph e alla fine diventa la mano destra di Jack. Roger sembra essere un bambino tranquillo e timido, ma scopre rapidamente un nuovo aspetto a casa. Vedendo che le leggi non esistono e che nessuno di questi atti può essere condannato, ha fatto ricorso alla violenza.

Questi bambini stabiliscono una gerarchia, un ordine ispirato al mondo che conoscono, ma si romperà e diventerà sempre più radicale. Di fronte alla paura, non hanno bisogno di un leader razionale, ma di un leader forte che possa offrire loro pace e cibo.

"Cosa siamo noi, persone, animali, selvaggi?"

-Questa maestà delle mosche-

La natura del male insua maestà delle mosche

Sua maestà delle mosche afferma di distruggere Rousseau che disse che l'essere umano nel suo stato naturale è dotato di bontà e non conosce la malvagità, secondo lui è la società che lo ha corrotto e lo ha convertito in qualcuno di cattivo. Nel romanzo, stiamo assistendo al contrario. I bambini sono liberi, sono in uno stato totalmente naturale, ma a causa dell'assenza di una società, a causa della mancanza di norme, si lasciano guidare da questa cattiva natura agendo in modo totalmente irrazionale.

L'altra faccia che sarebbe contraddetta sarebbe Hobbes. Difende il fatto che la società regola la malvagità e ci consente di comportarci in modo razionale. Nel lavoro di Golding, è comprensibile che anche se hai provato a scegliere un leader e stabilire una società, i bambini non possono evitare di sentirsi liberi sull'isola e quindi non lo sono obbligato a non obbedire a nessuno.

Vediamo che inizialmente cercano di imitare il comportamento del mondo che conoscono: quello degli adulti. Trovano un guscio che si trasformerà in un simbolo democratico e useranno per lasciare la parola agli altri. Organizzeranno per mantenere la fiamma accesa, per trovare cibo e lavorare insieme, ma questa utopia democratica finirà per diventare un fallimento.

Alcuni bambini vedono l'isola come un luogo da sogno, senza genitori, senza insegnanti … Perché dovrebbero obbedire? Perché dovrebbero agire secondo le regole? I leader giocheranno un ruolo cruciale e i bambini sceglieranno il loro partito fino allo scoppio della guerra.

Una voce che afferma che una bestia abita sull'isola spaventerà i bambini e li spingerà a sostenere i più forti. Altri sentiranno la libertà del potere di dare libero sfogo ai loro più selvaggi istinti. Così, l'isola a prima vista paradiso diventerà un'autentica locus terribilis di distruzione.

"È la nostra isola, possiamo divertirci fino a quando gli adulti vengono a prenderci".

-Questa maestà delle mosche-

Sua maestà delle mosche, riflessioni

Il film La sua maestà delle mosche non solo evoca la natura umana o la perdita dell'innocenza, ma anche l'organizzazione della società. A modo loro, questi bambini stabiliscono una gerarchia nella sua totalità all'interno della quale possiamo scoprire ruoli diversi che ci ricordano abbastanza bene il mondo reale.

I bambini si divideranno, come possiamo vedere attraverso i partiti politici. Si combatteranno come nelle guerre e lasceranno da parte la razionalità. Non promuovono l'intelligenza e non cercano un leader che segua la ragione, ma piuttosto un leader che li protegga dalle loro paure.

Tutto ciò ci ricorda il mondo come lo conosciamo e il modo in cui scegliamo i nostri leader. Questo ci spinge a mettere in discussione la vera o possibile esistenza della democrazia. Evocando la democrazia, ci riferiamo a questo mondo in cui ognuno ha una voce, questa utopia inizialmente seguita dai bambini che alla fine hanno distrutto.

"Devono rendersi conto che la paura non può far loro del male più dei sogni."

-Questa maestà delle mosche-

Il lupo delle steppe, un'opera da riflettere

Parlare di Hermann Hesse è parlare di uno dei più famosi scrittori del ventesimo secolo. Parlando del lavoro di Hesse si parla di Siddhartha, Demian e, beh … Per saperne di più "
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: