Stai lontano da tutto ciò che ti allontana

Stai lontano da tutto ciò che ti allontana

Stai lontano da tutto ciò che ti fa male, oscura la tua vita e trasforma tutto in un disastro. Stai lontano da tutto ciò che non ha cura, che altera il tuo benessere.

Metti la distanza emotiva dal dolore, dal rifiuto e dal tradimento. Osserva e impara Gestisci le tue paure, controlla i tuoi demoni. Sii consapevole che la sofferenza è facoltativa. Non mascherare la tua realtà, viverla.

Tieni vicino a te ciò che ti conforta, che non scompare, che non ti costringe a perdere. Datti la possibilità di vivere un nuovo stile di vita e prenditi cura di te stesso. Non irrompere in mille pezzi, non forzarti a perdere una parte di te stesso.

L'impronta emotiva del dolore

Spesso, lasciamo che le lancette dell'orologio vagano nella loro sfera senza interferire mentre le foglie del nostro calendario girano, senza dolore o gloria.

Ci disconnettiamo dal mondo, ci isoliamo dalla realtà e lasciamo che la vita passi senza pensare alle conseguenze.

Ma il fatto di distaccarci dalla nostra parte cosciente ha delle conseguenze. Non stiamo dicendo che dobbiamo essere estremamente cerebrali, stiamo parlando della consapevolezza di ciò che produce dolore e di come evitarlo.

La sofferenza non può separarci dalla vita, ma regolarmente, dobbiamo sforzarci di superarla e noi cerchiamo di ignorarla. La tristezza non è male, ma non più la preoccupazione e la rabbia.

Ogni dolore ci porta conoscenza. Vale a dire quello la sensazione di sofferenza è necessaria se vogliamo provare piacere.

Ecco perché se si tratta di evitare qualcosa, non dovremmo giocare a nascondino con le nostre emozioni.

Ci sarà sempre qualcosa che ci farà del male

È impossibile avere una vita senza emozioni tossiche, né nessuno che lo renda amaro.

Allo stesso modo, è impossibile vivere senza qualcosa che genera in noi piacere o gratificazione. Questo è il motivo per cui dobbiamo essere solo pensatori e ringraziare la "sofferenza" per tutto ciò che ci porta.

In un altro modo … Chi non ha mai pensato che questo colpo alla schiena non fosse usato per crescere? Chi non ha mai detto che se oggi è forte, ieri è stato fragile?

Nella vita, tutto ha una controparte. Non potremmo sentirci felici se un giorno non fossimo tristi.

Tuttavia, sebbene questo ragionamento sia abbastanza semplice, è piuttosto difficile da mettere in pratica nella vita di tutti i giorni.

La vita fa male, gomme e fa male. Non è perfetto perché non è coerente, non è facile, non è eterno, ma nonostante tutto, la vita è bella.
suddividere

Infine, siamo sempre noi che siamo all'origine della nostra sofferenza e che continuiamo a nutrirla. Funziona con l'effetto valanga.

Qualcosa ci ferisce, cerchiamo di evitarlo, ci feriamo ancora di più, lo lasciamo accumulare, soffriamo perché non riusciamo a liberarci del dolore e finalmente otteniamo un enorme palla di neve, qualcosa che in origine era solo un piccolo cubetto di ghiaccio.

Ora, con questa famosa palla di neve, abbiamo l'opportunità di fare un bellissimo pupazzo di neve o lasciarlo schiacciare. Come vediamo, si tratta ancora di scelte, percorsi, incroci.

Se semplifichiamo ogni situazione nella nostra vita, otteniamo una chiave maestra che aprirà tutte le forze che ci permettono di andare avanti.

È una scelta tra accettare il sentiero o rifiutarlo e soffrire cercando di evitarlo.

Se lo accettiamo, cresciamo. Se la respingiamo, vivremo sempre sotto lo yoyo dell'evitamento.

Se non vogliamo accettare la sofferenza e il dolore come parte integrante della vita, faremo solo sentire l'angoscia, che riapparirà ancora più forte.

Se, al contrario, accettiamo l'ansia come qualcosa di naturale, ci libereremo da essa, che ci permetterà di superare la nostra vita senza l'immenso carico del gioco intenso e costante di nascondino.

Infine, non possiamo combattere indefinitamente con noi stessi perché se lo facciamo, usciremo sempre perdenti. E morire per vivere non vale la pena.

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: