Spaventato dal nulla

Spaventato dal nulla

Sono vulnerabile Una folata di vento può far cadere un albero e firmare la fine della mia vita. Un automobilista può buttarmi giù sulla strada e prendermi la vita. Mentre scrivo queste parole, il mio cuore può smettere di battere.

Queste cose e molte altre possono accadere anche a te: sei vulnerabile, come me e come le persone che ami: tua madre, tuo figlio o il tuo amico.

Riconoscere che la nostra vita non è nelle nostre mani, ci rende solo un po 'più consapevoli delle cose.

Ho la sensazione di aver perso la consapevolezza di ciò che è fragile nella nostra esistenza.

Non è importante, ma ha ancora delle conseguenze. Vivere in una realtà che non esiste, è un invito a fare un pasto avvelenato.

Grattiamo i giorni sul calendario mentre tracciamo bastoni con il nostro compagno di classe quando eravamo annoiati in classe. Dormiamo in autobus e metropolitana, apriamo la porta della nostra casa … siamo come la locomotiva che passa attraverso sentieri segnati.

Trascorriamo il nostro tempo vantando, proteggendo, attaccando, parlando degli altri. Nel negozio della vita ci si comporta come il ricco che entra e compra tutto ciò che gli piace come se i suoi soldi fossero una fonte inesauribile e come se il tempo fosse una fonte inesauribile.

Fai un bilancio. Metti da una parte i tuoi piaceri e dall'altra i tuoi obblighi e altri appuntamenti?

Il tempo medio che una persona trascorre per soddisfare i propri obblighi di sopravvivenza è enorme.

Un'altra conseguenza dannosa della mancanza di paura e consapevolezza della nostra vulnerabilità è che siamo estranei alla sofferenza.

Pensiamo che se facciamo le cose bene, se entriamo nella giusta direzione sforzo e il sacrificio, allora tutto andrà bene.

Quindi, perché dovremmo aiutare qualcuno che ha scelto liberamente di non seguire la ricetta per il successo?

Uno acconsente alla sofferenza perché si pensa che coloro che lo subiscono si sono meritati. Pensiamo che non saremo mai soggetti ad esso.

Pertanto, la nostra bassa percezione della nostra non vulnerabilità e l'assenza di fatti simili nelle nostre vite personali ci separano, nelle nostre menti, da persone che soffrono la sofferenza.

Per sollevare gli occhi dal libro che stiamo leggendo o per riscoprire la nostra natura umana, questa barriera tra noi e queste persone deve crollare. E per questo, la miseria deve colpire vicino a noi.

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: