Smetti di controllare le tue emozioni!

Smetti di controllare le tue emozioni!

Sulla strada per superare se stessi, a volte si cerca di raggiungere un obiettivo che non ne vale la pena.

In effetti, vogliamo avere il controllo totale sulle nostre emozioni ; facciamo tutto per essere felici e di buon umore in tutte le circostanze, e quindi crediamo che dobbiamo evitare di essere di cattivo umore e che dobbiamo reprimere la rabbia o altre emozioni negative.

Ma avere un comportamento del genere in definitiva non è molto efficace perchéle emozioni sono effimere. Non possiamo essere felici tutto il tempo, proprio come non possiamo dormire tutto il giorno, o starnutire continuamente.

Alcune persone cercano di nascondere le loro emozioni negative, quindi compensano mangiando male, drogandosi, guardando la televisione eccessivamente, fumando o passando la loro vita al lavoro.

Se questo comportamento ha successo, è solo temporaneo, perché anche se sono sepolti, esistono ancora emozioni negative.

Da tutto questo è un dettaglio molto importante: i nostri geni ci ricordano continuamente che abbiamo cose da sistemare. In realtà, ci nutriamo della necessità di controllare tutto, anche i nostri sentimenti.

Da dove viene il problema?

Cerca di fissare un oggetto dello sguardo e spostalo alla sola forza della tua mente. È possibile? Anche se ti concentri, non sarai in grado di spostare un oggetto semplicemente immaginando di farlo.

Lì, probabilmente ti starai chiedendo perché prendere questo esempio? Semplicemente perché può aiutarti a capirlo i tuoi pensieri possono avere un impatto sulla realtà solo se li trasformi in azione.

Anche se ami molto qualcuno, una relazione può esistere solo se agisci, se trasponi le tue emozioni in azione.

Gli esseri invisibili non possono influenzarti fisicamente

Cerca di vedere le tue emozioni come esseri immaginari che ti molestano continuamente, ma non sono in grado di influenzarti. È importante capire e convincere te stesso che anche se le tue emozioni ci sono, non hanno il potere di distruggerti.

Sopprimere le nostre emozioni o non volerle vedere non è accettare ogni aspetto della nostra personalità, è negare una parte di noi stessi. È meglio sentire le proprie emozioni, identificarle, osservarle e assicurarsi che non prendano il sopravvento. Una volta compreso, possiamo sfruttare con successo ciascuna delle nostre emozioni.

Ad esempio, La tristezza o la rabbia non sono emozioni fondamentalmente negative, in quanto possono aiutarci a essere più creativi e a fare più sport.Quindi, ci assicuriamo che gli "esseri invisibili" che sono le nostre emozioni possano essere fonte di ispirazione in tutte le attività che facciamo.

La paura, per esempio, può portarci a prevedere gli eventi futuri e quindi essere più sospettosi quando si considera un'attività pericolosa.

Le grandi opere d'arte non sono state fatte in una situazione di catarsi. La musica, per esempio, può svilupparsi solo se si usano i propri sentimenti per comporla, proprio come i romanzi possono esistere solo se lo scrittore prende in considerazione le sue emozioni per capire i suoi personaggi.

In altre parole, gli artisti sono consapevoli delle loro emozioni e le indirizzano verso qualcosa di positivo, che consente loro di ottenere il frutto della loro creazione.

Tutto ciò che devi sapere sulle emozioni

In breve, controllare le proprie emozioni eccessivamente o sopprimerle è uno dei più grandi errori che si possono fare sulla strada dello sviluppo personale.

È necessario a tutti i costi evitare di soffocare le nostre emozioni e capire che sono solo transitori. La cosa migliore da fare è lasciarli crescere senza interferire e convivere con loro in uno stato mentale positivo.

Dobbiamo permettere a noi stessi di sentire la nostra umanità e le emozioni che ne derivano. Questo è ciò che facevano i greci, che capivano l'uomo in tutta la sua complessità e prendevano in considerazione tutte le emozioni umane.

Conoscersi è una parte importante del processo. Se sappiamo come reagire a certe situazioni, siamo quindi in grado di anticipare le nostre emozioni e di convivere con loro.

Ci permettiamo senza problemi di provare certi sentimenti come la felicità, la gioia o l'entusiasmo perché danno origine a una sensazione di benessere. Tuttavia, anche altri sentimenti meno piacevoli fanno parte della vita e non è bello nasconderli o negarli.

Ad esempio, è difficile raggiungere la soddisfazione, dal momento che per prima cosa devi attraversare fasi di frustrazione, rabbia o tristezza.

Tuttavia, una volta che si sente la soddisfazione, può richiedere molto tempo e grazie per avere il coraggio e la pazienza di passare attraverso varie emozioni negative per raggiungere uno stato di soddisfazione.

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: