Quando l'angoscia ci invade: l'incertezza emotiva

Quando l'angoscia ci invade: l'incertezza emotiva

L'ansia è uno stato emotivo paralizzante.Contiene diverse cose: ansia, paura, sensazione di pericolo, il vuoto esistenziale e un peso indefinibile che ci impedisce di respirare. Questo stato psicologico è molto comune nelle notizie. Anche se è spesso associato al disturbo di panico, ha altri trigger che vale la pena conoscere.

Potremmo aver già detto"Mi sento ansioso"Questa parola è estremamente familiare per noi e altri possono riguardarci quando la pronunciamo ad alta voce. Tuttavia,Da un punto di vista clinico, questa esperienza psicologica è piuttosto complessa, persino diffusa.

"L'ansia, come altri stati psichici che producono dolore – tristezza, sentimenti di colpa – è una lotta normativa per l'essere umano".

-Mario Benedetti-

Qual è l'origine esatta dell'ansia? Stiamo solo parlando di ansia o è qualcosa di più grande?C'è sempre molta confusione e mancanza di consenso quando si tratta di definirlo nel campo della psicologia. I filosofi, d'altra parte, hanno sempre concordato sul significato di questo termine. La parola angoscia viene dal tedesco"Angst"che definisce qualcosa di stretto, che produce malessere.

Per Søren Kierkegaard, ad esempio,questa emozione è l'accettazione che le persone sono limitate. Dovremmo quindi affrontare qualcosa che ci fa girare la testa, oltre a una paura,quando pensiamo alle (limitate) possibilità future che abbiamo davanti a noi. Jean-Paul Sartre, a sua volta, ha spiegato che il sentimento di ansia sorge quando si è consapevoli che tutto ciò che ci accade è dovuto alle nostre decisioni.Siamo i veri responsabili della nostra felicità o della nostra sfortuna.

Cos'è l'ansia e come è caratterizzata?

Ansia e ansia condividono lo stesso "ospite": la paura.Nel caso dell'ansia, troviamo una serie di tratti che danno forma a questa sofferenzacosì comune negli umani in certi momenti della loro vita.

  • L'ansia è la paura di qualcosa di indefinibile.
  • La mente angosciata anticipa le cose irrazionali. Pensa solo a pericoli futuri.
  • Il presente è un vuoto in cui la persona si sente immersa e paralizzata. Il suo sguardo è fisso solo sul futuro, su questo domani, che la infastidisce e la spaventa.
  • Questa esperienza psicologica è anche accompagnata da sintomi fisici.C'è una sensazione di asfissia, dolore toracico, palpitazioni …

Come possiamo vedere, a prima vista, è abbastanza difficile distinguere tra ansia e ansia. In realtà, il più delle volte, il sintomo principale dei disturbi di panico è la sensazione di ansia.È quindi normale che vadano di pari passo e che lo spirito angosciato sia l'innesco di un attacco di panico.Queste sono realtà cliniche molto complesse che vengono definite solo quando si valuta individualmente ciascun paziente.

Perché proviamo angoscia?

I filosofi ci hanno spiegato che l'angoscia si verifica quando prendiamo coscienza della nostra esistenza in quanto tale. Perché non siamo eterni, le nostre decisioni ci segnano, il tempo passa … Questa incertezza è molto presente nelle notizie. Ed è per una ragione molto semplice.Se c'è una cosa che caratterizza la società moderna, non è sapere cosa si farà domani.Lavoro, economia, relazioni … Tutto può cambiare da un giorno all'altro. E questo causa ansia.

"Il vero uomo sorride ai problemi, prende la sua forza dall'ansia e cresce con la riflessione."

-Thomas Paine-

Quindi dobbiamo capire una cosa:sentire l'angoscia è assolutamente normale.Non c'è nulla di patologico in questo fatto se questa ansia è adattabile. Se ci permette di pensare alla nostra situazione e prendere una decisione sul nostro futuro. Questo è ciò che Sigmund Freud definì a"ansia realistica".

Ansia non adattiva

Dall'altro lato, troveremmo l'ansia non adattiva. È quello che abbiamo descritto in precedenza e che avrebbe le seguenti origini:

  • Crisi personali che non sono state gestite in modo adeguatoQuesti sono stati che diventano cronici e possono essere combinati con altri disturbi come la depressione.
  • Una sensazione di blocco e incapacità di gestire determinate situazioni. Fattori come la disoccupazione, la separazione, un cambiamento che sta per verificarsi possono determinare il suo verificarsi.
  • Problemi nelle nostre relazioni sociali, conflitti, disillusioni …
  • È importante parlare del fattore genetico.Molto spesso, l'angoscia si deposita in noi senza una ragione apparente.È noto, per esempio, che alcune persone sono predisposte a sperimentare la scarica di adrenalina o soffrono di diminuzione dell'acido gamma-amminobutirrico (GABA). Tutte queste alterazioni neurochimiche promuoveranno la comparsa di ansia.

Per concludere, noteremo che generalmente,gli attacchi d'ansia sono adeguatamente trattati attraverso la terapia.La terapia comportamentale cognitiva, l'accettazione e la terapia di coinvolgimento e approcci diversi come la consapevolezza sono strategie che ci forniranno risultati eccellenti. Nei casi più gravi, si opterà anche per un trattamento farmacologico.

L'anatomia della paura: le basi fisiologiche e psicologiche

La paura può essere scomoda e paralizzante, lo sappiamo. Tuttavia, eliminarlo completamente sarebbe un errore. Saperne di più
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: