Quando il cambiamento viene dall'irrazionale: le communitas

Quando il cambiamento viene dall'irrazionale: le communitas

Tutti quelli che hanno partecipato a un pellegrinaggio sanno che è qualcosa di speciale, ma potrebbero non sapere quali sono le comunità. Camminare con estranei e condividere un obiettivo con loro ci porta a creare legami speciali. Un destino, un percorso comune e un'affinità inaspettata creano magia.

Questo fenomeno fu studiato dall'antropologo Victor Turner, che considerava i pellegrinaggi come rituali suddivisi in diverse fasi. Per lui i pellegrinaggi consistono nel lasciare la società e tornare indietro, ma al suo ritorno, nulla è uguale. Per Turner, la cosa più importante era la comunità che formava, quelle relazioni speciali che chiamava communitas.

Le diverse fasi dei rituali

I rituali consistono in tre fasi distinte, collegate tra loro. Queste fasi sono separazione, liminarità e reincorporazione. Nella prima fase, la separazione, le persone sono separate dalla comunità sociale. Lasciano la vita di tutti i giorni, sia fisicamente che simbolicamente. Nei pellegrinaggi, questa fase è la fase in cui vengono preparate le valigie, dove vengono fatti gli addii appropriati e dove vengono ricercate le informazioni sull'esperienza iniziale.

La seconda fase, quella della liminalità, è quella della realizzazione del viaggio, del pellegrinaggio. In questa fase, le persone si stanno allontanando dalle normali nozioni di tempo e spazio. Il tempo passa in un modo diverso, smettono di guardare costantemente l'orologiocamminano più lentamente godendosi lo scenario e il momento diventa più importante del futuro. Durante questa fase, una ragione comune viene condivisa anche con altri pellegrini: termina il pellegrinaggio o raggiungi il punto successivo del viaggio. Ciò porta alla creazione di un'identità comune.

L'ultima fase è il reinserimento. È la fine del pellegrinaggio. È ora di andare a casa, di riprendere la solita routine. La strada è finita. Tuttavia, nulla è uguale. I pellegrini tendono a tornare più rilassati e hanno un nuovo status sociale. Le attività di routine e noiose sono diverse. Le piccole cose diventano più importanti e le relazioni con gli altri sono più piacevoli. Ma cosa è successo?

Le communitas

Delle tre fasi dei rituali, la seconda, la liminalità, è la più importante. Durante questa fase succede qualcosa che ci fa cambiare, qualcosa che cambia il nostro modo di vedere e capire il mondo, cioè le comunità. Durante la fase di liminarità, le precondizioni sociali non esistono. Le regole e i limiti che abbiamo nella nostra vita quotidiana scompaionogodiamo di una libertà estesa. Il nostro status sociale cessa di importare, indipendentemente dalla nostra professione, educazione o confessione religiosa. Tutti i pellegrini sono allo stesso livello, sono uguali.

"Camminare è un modo per prendere in giro la modernità, una scorciatoia frenetica per la nostra vita e un modo per affinare i nostri sensi".

-David Le Breton-

Questo stato anarchico è favorevole all'emergere di communitas. Communitas, secondo Turner, è uno spirito di comunità. È un sentimento di eguaglianza sociale, solidarietà e unità. In breve, è un collegamento umano composto da collegamenti egualitari non razionali. Altri pellegrini diventano nostri pari senza motivo. Anche se in altre situazioni non sarebbero mai diventati nostri amici, diventano più che amici. Non importa ciò che condividiamo o non lontano da questo momento. Questo prezioso momento, ora.

Le communitas sono molto intense. Rende i nostri sensi più sensibili e la nostra intuizione più attiva. Le emozioni sono in superficie e la razionalità perde il suo significato. Tuttavia, questo stato è temporaneo e di solito non dura a lungo.

Inoltre, le communitas possono essere utilizzate per distruggere l'ordine. Questo stato in cui le solite norme sociali non funzionano può portarci a uno stato caotico in cui regna la distruzione. Al contrario, le comunità possono anche guidarci alla creazione. Questo stato può funzionare come un aiuto per generare nuove norme e valori, nonché per aiutarci a salvare i valori persi.

Tipi di comunità

Turner distingue tre tipi di comunità Communitas esistenziali o spontanei, communitas normativi e communitas ideologici.

Le communitas spontanee appaiono quando c'è un evento contro-culturale. Quando partecipi a un evento le cui regole sono contrarie alla cultura di oggi. Le comunità normative si verificano quando è necessario un controllo sociale. Questo tipo di communitas proviene da communitas spontanee e pellegrinaggi appartengono a questo tipo. Infine, la communitas ideologica è quella che si trova nelle società utopistiche. Le persone condividono ideali, un'utopia.

Mentre le comunità spontanee si verificano al di fuori delle norme sociali, al di fuori della struttura sociale, la struttura normativa e ideologica è all'interno della struttura sociale. Per questo motivo, communitas spontaneo è il più libero, il più aperto al cambiamento.

Per riassumere, lasciare volontariamente il proprio luogo di residenza, attraversare nuove terre e attraversare stati emotivi completamente nuovi sono comportamenti che ci portano a communitas, che ci permettono di superare le divisioni tra le persone e di procedere verso l'unificazione sociale. Se hai già sperimentato questa esperienza, ora sai come chiamarla. Se, al contrario, non hai mai provato communitas: cosa stai aspettando?

Sei mai caduto nella trappola del Messia?

Se il grado di coinvolgimento di una persona che empaticamente empatia per gli altri è eccessivo, corre il rischio di cadere fuori da lei … Per saperne di più "
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: