Quando è un trattamento per la malattia di Alzheimer?

Quando è un trattamento per la malattia di Alzheimer?

L'Alzheimer è probabilmente una delle malattie più importanti del nostro tempo e l'ansia attorno alla scoperta di una possibile cura è sempre più persistente.

Questa malattia neuronale degenerativa provoca, come tutti sappiamo, una graduale perdita di memoria che colpisce e sopprime tutti i tipi di memoria, dalla più recente alla più antica.

Come diagnosticare?

Anche se non abbiamo ancora una cura, è importante diagnosticare la malattia il più rapidamente possibile, perché attraverso tecniche specifiche e esercizi quotidiani di base, il processo di deterioramento neuronale può essere ritardato.

I primi sintomi compaiono dall'età di 60 anni e riguardano in primo luogo il sistema lessicale e le categorie semantiche. Esistono prove che la perdita di questa capacità colpisce principalmente i dati viventi (piante e animali). Questo fatto sorprendente ci dà l'opportunità di rilevare che il paziente è affetto, durante le primissime fasi della malattia.

L'Università Nazionale di Educazione a Distanza in Spagna ha condotto uno studio secondo il quale, con un semplice esercizio mentale di enumerazione di un elenco di animali e piante, si può rilevare con certezza e molto rapidamente la presenza, o no, morbo di Alzheimer.

Statine, molecole protettive del nostro cervello

Negli ultimi anni, gruppi di ricercatori hanno osservato l'esistenza di una correlazione tra alti livelli di colesterolo e lo sviluppo della malattia di Alzheimer. Grandi nomi dell'industria farmaceutica hanno deciso di avviare uno studio in questa direzione, iniziando dallo sviluppo di statine, questi componenti che riducono i livelli di colesterolo e agiscono come agenti neuroprotettivi.

Questi studi hanno già ottenuto risultati ufficiali, che attestano l'efficacia dell'azione statine. Secondo Javier Burgos, direttore della ricerca di BioPharma, è ancora essenziale attendere che queste molecole abbiano superato i vari test per garantire che il loro uso possa essere fatto in sicurezza.

La malattia di Alzheimer in numeri

Se fosse trovato un vaccino, o un trattamento efficace, per la malattia di Alzheimer, sarebbe una buona notizia per il mondo intero. Infatti, attualmente, oltre 35 milioni di persone soffrono di questa patologia. Secondo le previsioni di diverse università, questa cifra raddoppierà intorno al 2030 e triplicherà entro il 2050.

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: