Perché i mangiatori compulsivi non possono fermarsi

Perché i mangiatori compulsivi non possono fermarsi

Mangiare dovrebbe essere un piacere nella vita, un tempo che ci permette sia di nutrirci, ma anche di riempire i nostri sensi con i sapori, gli odori, le trame e i colori dei nostri piatti.
Tuttavia, Milioni di persone in tutto il mondo lottano per controllarsi di fronte al cibo. Le ragioni sono diverse a seconda delle persone, ma possiamo raggrupparle facilmente in 5 punti:

1. Incoscienza

A volte mangiamo senza nemmeno rendercene conto. Ciò si verifica soprattutto quando lavoriamo, o quando eseguiamo obblighi della nostra vita quotidiana.

Questo tipo di situazione provoca rosicchiare, anche se abbiamo già mangiato, e mangiamo tra i pasti come dolci o dolci.
La soluzione a questo problema è capire che dobbiamo fermarci e concentrarci per prendere i nostri 3 pasti del giorno e non mangiare nulla nel frattempo.

2. Difficoltà ad affrontare i sentimenti negativi

Ogni giorno dobbiamo affrontare situazioni che ci riguardano e che ci feriscono emotivamente. Quando si presentano, spesso cerchiamo di scappare e isolarci.

Se fuggiamo dalle nostre vite quotidiane nel cibo, è perché cerchiamo di riempire la nostra infelicità con cibi che sono generalmente malsani e nutrienti.
È importante essere in grado di far fronte a queste situazioni che ci feriscono, e una buona soluzione potrebbe essere quella di parlare con il proprio partner, amico o psicologo.

3. Il cibo come piacere unico

Hobby e attività ricreative hanno spesso un posto importante nella vita di tutti. Tuttavia, quando uno è solo o uno ha pochissimi hobby, il cibo può diventare l'unica fonte di piacere, come una sorta di droga e può causare molti danni fisici e varie malattie.

Per combattere questo problema, è importante cercare altri hobby e attività confortanti.

4. La confusione dei bisogni fisiologici

Quando trascorriamo molto tempo senza mangiare, o senza riposo, ci mettiamo in una situazione in cui è molto facile cadere nella trappola di un mangiatore compulsivo.

In questa situazione, il nostro corpo confonde sensazioni simili, che sono tuttavia molto diverse nei benefici che ci portano. Ad esempio, pensiamo di avere fame quando in realtà abbiamo sete o sonno.
Per evitare questo, è necessario riposare bene e avere una dieta equilibrata.

5. Odio di sé

Può sembrare strano associare l'odio al proprio corpo con il mangiare compulsivo, ma è un fenomeno reale.

Infatti, quando una persona odia il suo corpo, può diventare dipendente dal cibo, eppure queste persone possono allo stesso tempo, cercare di perdere peso per meglio accettarsi.
Una situazione contraddittoria, ma molto reale.

Mangiare compulsivamente non è una scelta

Anche se molte persone pensano che i mangiatori compulsivi decidano consapevolmente il loro comportamento, si dovrebbe notare che questi impulsi attraggono aspetti molto profondi delle nostre menti.

Ecco perché è molto importante aiutare coloro che soffrono di disturbi alimentari e indirizzarli ad un adeguato aiuto medico.

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: