Olive Oatman, la donna con il tatuaggio blu e la doppia prigionia

Olive Oatman, la donna con il tatuaggio blu e la doppia prigionia

Olive Oatman è conosciuta come la misteriosa donna blu tatuata sul mento.Rapita da bambina dagli indiani Yavapai, poi accolta dagli indiani Mohave e infine salvata dal fratello, ha dedicato una parte della sua vita a parlare della sopravvivenza e della forza dell'essere umano senza percepire quanto il suo spirito e persino l'identità era stata rotta.

È possibile che alcuni abbiano già sentito parlare di questa storia.Il volto sereno del protagonista, il suo aspetto e, soprattutto, questo tatuaggio unico dove l'aspetto etnico, qualcuno dire selvaggio, è difficile da integrare con l'immagine occidentale secondo cui ogni buona donna istruita di buona posizione doveva presentarsi a metà del diciannovesimo secolo.

Olive Oatman ha subito due tragedie che lo hanno segnato a vita: prima di tutto la perdita della sua famiglia biologica a seguito dell'attacco degli Yavapais, poi, strappato alla sua seconda famiglia, i Mohaves.
suddividere
Tuttavia, Olive Oatman non era una donna dell'Arizona di quel tempo. Questa è una donna che ha sofferto molti traumi durante la sua vita, qualcuno che ha cercato di adattarsi e sopravvivere a ogni battuta d'arresto che il destino le ha imposto. E lei è sopravvissuta. La sua carriera è innegabilmente ammirevole, le prove che si riflettono in libri come "Prigionia delle ragazze di Oatman " (1856) o "Il tatuaggio blu: La vita di Olive Oatman ", diMargot Mifflin.

Tuttavia, c'è una cosa a cui non ho fatto allusione durante quegli anni.Olive Oatman non si è mai sentita libera come quando viveva con i Mohaves.Infatti, quasi 100 anni dopo, il suo nome è stato dato a una piccola città, un luogo dove questa ragazza viveva con i nativi e dove, curiosamente, era più felice che mai.

Olive Oatman, anni di prigionia, anni di libertà

Siamo nel 1850, nell'arido ma pur sempre maestoso Colorado, negli Stati Uniti. Lungo una strada solitaria e sassosa, possiamo vedere una carovana di coloni che si fa strada con i loro animali, le macchine e le infinite speranze di stabilirsi in quello che allora veniva chiamato il "nuovo mondo".

Tuttavia, il nuovo mondo era già abitato, aveva proprietari legittimi che non avevano intenzione di cedere al desiderio di conquistare un gruppo di stranieri con aria di grandiosità.Tra questi coloni c'era la famiglia Oatman, i mormoni che si muovevano imprudentemente a causa del fanatismo di un leader spirituale, il pastore James C. Brewster.È stato questo personaggio che li ha inevitabilmente portati al disastro. Non sapevano nulla di questi territori, né volevano ascoltare gli avvertimenti. Il loro obiettivo era così fermo e la loro fede così cieca da non rendersi conto che questi territori avevano già proprietari terrieri, un gruppo etnico selvaggio e abbastanza violento: gli Yavapai.

Gli indiani finirono con praticamente tutto il gruppo pionieristico che guidò questa spedizione.Dopo il massacro, hanno deciso di prendere due ragazze bianche come schiave, che erano Olive Oatman, 14 anni, e sua sorella Mary Ann, di 8 anni.. Dopo la tragedia, le due bambine hanno vissuto una situazione che non era molto meglio, hanno dovuto sopportare quasi un anno di abusi, mancanza e continua umiliazione da parte dei nativi che disprezzavano l'uomo bianco.

Tuttavia, il loro destino è cambiato quando una tribù vicina ha sentito parlare della storia delle ragazze.

Questa tribù era i Mohaves. Furono loro a decidere di salvarli facendo uno scambio: consegnarono un certo numero di cavalli e coperte in cambio delle ragazze bianche. Il caso fu sigillato, e Olive e sua sorella minore iniziarono una nuova vita, una vita che indicava una svolta di 180 ° dall'indigenza a cui erano stati sottoposti.Furono adottati dalle famiglie Espanesay e Aespaneo, accolti da un territorio pieno di bellezzedai campi ai campi di grano alle foreste di pioppi, dove dormivano ogni sera in compagnia di gente affabile.

Così, e per dimostrare la loro unione con la comunità, hanno ricevuto il tatuaggio tradizionale della loro comunità; questo tatuaggio consacrò la loro unione con la loro nell'aldilà, simbolo religioso e comunione con il Mohave. Sono passati alcuni anni tranquilli, dove Olive ha avuto l'opportunità di piangere i suoi genitori e rafforzare i legami con la sua nuova famiglia.
suddividere

Lei sapeva, comunquetempi difficili, anni di siccità quando la gente ha sofferto di fame e molti bambini sono morti, inclusa Mary Anne, sua sorella. Le fu permesso di seppellirla secondo la sua religione, e persino di avere un pezzo di terra dove piantò un giardino di fiori selvatici.

Il tatuaggio invisibile di Olive Oatman

Olive Oatman aveva quasi 20 anni quando un messaggero di Fort Yuma arrivò al Mohave Village. Avevano appreso della presenza di una donna bianca e chiesero il suo ritorno. Va notato che questa tribù non ha mai tenuto in cattività la ragazza, avendole sempre detto che era libera di andarsene quando desiderava; ma Olive non sentì mai il bisogno di tornare a quello che l'uomo bianco chiamava civiltà. Leiéera buono Si sentiva bene.

Tuttavia,Tutto cambiò quando scoprì che quello che la stava chiedendo era Laurence, il suo fratellino, che lei pensava fosse morta dopo il brutale attacco dello Yavapai dove perse la sua famiglia.Decise di andarsene, decise di tornare dalla sua famiglia, che i mohaves accettarono ma con difficoltà. Tuttavia, è una decisione che Olive Oatman si pentirà anni dopo.

La donna con il tatuaggio blu

Lo chiamavano "la donna con un tatuaggio blu"Perché i costumi vittoriani con cui si vestivano immediatamente per cancellare il suo passato tra gli indiani non potevano coprire il tatuaggio che ornava il suo mento. Tuttavia, non tutti sapevano che anche le sue braccia e gambe avevano tatuaggi sorprendenti che non vedevano mai la luce del sole e il vento del Colorado.

Tutto è andato molto veloce per Olive Oatman dopo il suo ritorno alla civiltà.Un libro è stato scritto sulla sua storia, e una parte dei diritti d'autore ottenuti sono stati consegnati a lui per suo uso personaledi cui ha beneficiato. Queste entrate furono usate per perseguire una carriera universitaria e pagare per la formazione di suo fratello Laurence. Più tardi, iniziò a tenere conferenze in tutti gli Stati Uniti per parlare della sua esperienza, lo Yavapai e il Mohave.

Tuttavia, ciò che il libro descriveva nella sua storia e ciò che la gente sperava di sentire nelle sue conferenze erano aneddoti sulla ferocia degli indiani, la loro ignoranza e disumanità.Olive, che era sotto pressione, ha dovuto mentire per sopravvivere in questa città che lo aveva appena accolto in questa nuova fase della sua vita.

Sposò un ricco agricoltore nel 1885. Un uomo che chiese solo una cosa: dimenticare il suo passato, non tenere più lezioni e coprire il suo tatuaggio quando uscì. Lei acconsentì alla sua richiesta, lasciando così passare il tempo, a poco a poco.Anno dopo anno, e soggetto a quella che fu forse la peggiore prigionia della sua vita, un nuovo tatuaggio divenne parte di lei: il dolore e il ricordo degli anni trascorsi con i Mohaves, dove la sua vita era soddisfacente, libera e felice …

Olive Oatman ha trascorso gran parte della sua vita con intensi mal di testa, depressione e numerosi soggiorni in clinica in Canada, cercando di curare la sua nostalgia per la sua famiglia,i Mohaves. Morì all'età di 65 anni.


Frances Farmer, l'attrice personaggio che è stata lobotomizzata

Era una donna diversa, certamente troppo audace per gli anni '40 quando per essere un'attrice bastava essere bella e obbediente. Frances Farmer Ulteriori informazioni »
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: