Oggi mi sento bene e non ho bisogno di urlare sui social network

Oggi mi sento bene e non ho bisogno di urlare sui social network

Oggi mi sento bene quando mi guardo allo specchio, e non ho bisogno di scattare una foto di me stesso per far vedere agli altri. Sono uscito in strada e ho sorriso alle persone che ho incontrato. Non avevo bisogno di pubblicarlo sui social network per ottenere il maggior numero di "Mi piace". Questi sorrisi sono molto di più …
suddividere

Siamo stati tutti sorpresi dal fatto che alcune persone potrebbero essere assorbite da questi nuovi mezzi di comunicazione che sono i social network.

Espongono le loro vite, i loro pensieri e altri fatti più comuni sui social network, come qualcuno che avrebbe svelato tutta la sua anima, rivelando le sue stesse paure e le sue stesse imperfezioni.

Certamente, le nuove tecnologie e i social network sono strumenti meravigliosi che hanno arricchito le nostre vite. Connettono le persone e riducono la distanza – per non dire i mondi – e ci danno un maggiore accesso alle nuove conoscenze.

Tuttavia, come spesso accade,ogni oggetto nelle mani di una persona avrà uno scopo e uno scopo concreto.

Cosa si nasconde dietro quelle persone che hanno bisogno di pubblicare i propri pensieri in ogni momento o che pubblicano un selfie davanti allo specchio ogni ora? Diamo un'occhiata un po 'più vicino …

Ho bisogno della tua attenzione, della tua gratificazione immediata

Con l'emergere dei social network, è emerso un nuovo modo di interagire.Non più uscire per chattare, condividere, sedurre o scambiare informazioni con i nostri amici.

Questa è una velocità spaventosa. Non è più necessario scendere le scale o prendere l'autobus. Ora puoi coccolarti, tirare fuori il tuo miglior sorriso e scattare una foto che sarà pubblicata sui social network.

E la ricompensa è immediata! Puoi quindi ottenere in pochi secondi una dozzina o un centinaio di "Mi piace". Questo è favoloso per qualcuno che ha bisogno di stimoli, riconoscimento immediato e sostegno positivo, che in realtà è tanto breve quanto fugace.

Ottenere questo tipo di supporto può creare dipendenza perché ci sarà sempre qualcuno che ti darà un secondo di attenzione, anche se a malapena lo sai, se non del tutto.

Condivido imperfezioni, lacune e bisogni che non affronto

"Mi sento solo, sono stato tradito, è una brutta giornata, questo mondo non ne vale la pena, questa persona è egoista, nessuno mi capisce …"

Potresti aver letto queste frasi molte volte sulle pagine dei tuoi social network. Se riguarda i tuoi amici e ti piacciono, non esitare a prendere il telefono o andare a vedere questa persona per sapere cosa sta succedendo e aiutarlo.

Tuttavia, questi messaggi, queste parole, sono solo rilievi pubblicichi, invece di rimanere personale, è visibile a tutti.

Preferiamo alleviare noi stessi dei nostri geni, delle nostre lotte o della nostra tristezza su questi luoghi pubblici cosa rappresentano i social network.

Oggi sono felice e ho deciso di mantenere questa felicità per te e per me, nell'intimità fisica di qualcuno che sa leggere la gioia in uno sguardo, che richiede tempo per una passeggiata insieme …

Sto proiettando qualcosa che non mi sento meglio

Ti sei mai imbattuto in un profilo falso? Hai mai stabilito un'amicizia o una relazione con qualcuno che si è rivelato totalmente diverso da quello che stava dicendo?

In effetti, ci sono molte persone che proiettano qualità che non sono reali e favolose storie con foto ingannevoli.

Non dimentichiamolodietro questi social network, ci sono persone che hanno grandi carenzema non ha senso arrivare ad un così estremo.

A volte possiamo osservare il comportamento di alcuni dei nostri amici attraverso i social network. Parlano di cose che non hanno fatto e danno un'immagine lontana di ciò che sono realmente.

Per alcuni, i social network sono come scudi protettivi, una zona di conforto in cui si possono nascondere le proprie paure e preoccupazioni, e allo stesso tempo proiettare ciò che si vorrebbe essere o ciò che si vorrebbe avere.

Non è più necessario uscire per trovare l'amore, o andare in determinati eventi per creare nuove amicizie con persone che hanno gli stessi interessi di noi.

Il mondo intero è a portata di mano con un clic. Questo è meraviglioso ma anche pericoloso a seconda di come si usa il computer o il cellulare.

Equilibrio …

L'equilibrio è godersi la vita con intensità apprezzando ogni tecnologia, ogni scenario, ma facendo passare in primo piano il mondo dei sensi: la vista, il tatto, l'udito, il gusto, l'odore …

Nessuna faccia è più attraente di una faccia che vediamo nella vita reale. Nessun abbraccio è più caldo di quello che sai dare, e nessuna conversazione è più profonda di quella che avviene su una tazza di caffè.

Siamo onesti, i social network sono ottimi per condividere le cose, comunicare con persone che vivono lontano, ridono, imparano e scoprono, ma sempre con rispetto e tenendo presente la privacy di tutti.Questa intimità non è venduta sulla base di "Mi piace".

Non ho bisogno di pubblicare una foto sui social network affinché altri possano riconoscere la mia felicità o tristezza. Posso leggere il mio dolore, so come godermi le mie gioie,Non ho bisogno di un pubblico… So dove si trova il confine tra la sfera pubblica e la sfera privata.

Fotografie pubblicate con il gentile permesso di Pascal Campion.

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: