Non portare una persona sulle tue spalle, portala nel tuo cuore

Non portare una persona sulle tue spalle, portala nel tuo cuore

Se alcune persone appesantiscono la tua vita, inizia a indossarle nel tuo cuore, non sulle tue spalle.

Non rendere i loro problemi un peso in più nella tua vita, e non trasformarli in un peso che devi portare.

Le persone intorno a te sono molto più di questo. Fanno parte della tua vita, ma sono anche il loro principale oggetto. In tal modo, ognuno di noi deve portare il proprio pesoe non aggiungere quello degli altri.

Se ci rendiamo esclusivamente responsabili della nostra esistenza, saremo più capaci di aiutare gli altri a risolvere i loro problemi, a capire le loro emozioni e ad uscire da situazioni difficili, senza che loro dipendano da nessuno.

Parassiti emotivi

I parassiti emotivi sono le persone che vivono nella sfera dei nostri sentimenti, le nostre emozioni e i nostri pensieri.

Non sono necessariamente persone cattive, ma di solito sono sommersi dalla somma dei loro complessi e non riescono a investire nella propria esistenza.

È possibile distinguere due principali tipi di parassiti emotivi. Li studieremo più avanti in questo articolo.

Parassiti dipendenti

Questi parassiti si aggrappano a una parte di noi e trascorrono il loro tempo confidando i loro momenti di tristezza, i loro cattivi passaggi per confortarli.

Queste persone hanno bisogno di noi per alleviare il loro malessere nel mondo che li circonda, mentre quando stanno bene, raramente ne sentiamo parlare.

Quando si sentono sazi, dimenticano totalmente chi li ha nutriti. Tuttavia, quando sentono il bisogno di circondarsi di qualcuno in grado di convalidare il loro stato mentale, tornano indietro.

Questo comportamento brucia tutta la nostra energia, ma ci contamina anche con una negatività che alla fine ci roderà.

Questi parassiti sono caratterizzati da lamentele incessanti, uno stato mentale pessimista e oscuro. Sono abituati a chiederci costantemente la nostra opinione in modo che possano uscire dal torpore in cui si trovano.

Gli occhi con cui guardano la vita sono così oscuri che ci fanno interrogare sulla nostra visione del mondo.

Parassiti aggressivi

In secondo luogo, troviamo parassiti emotivi che si comportano in modo aggressivo, approfittando del loro fascino, del loro carisma e della loro capacità di persuadere, e di fare promesse molto seducenti.

Queste sono le persone che gradualmente ci appannano e invadono gradualmente le nostre vite. Chiedono sempre più segni di affetto, senza mai interrogarsi sulle conseguenze emotive che questo può avere sulla loro vittima.

Nell'amore o nell'amicizia, questi parassiti pensano solo ai propri bisogni, e anche se non lo fanno premeditatamente, mettono i loro interessi e capricci sopra ogni altra cosa.

Allo stesso modo, respingono sistematicamente tutti i rimproveri che possono rendere loro le persone di cui abusano.

Chiedono costantemente affetto e attenzione, rendendo gradualmente la situazione irrespirabile. Provocano sentimenti di inutilità e bassa autostima nella persona che li ama e li collocano in una situazione di grande insicurezza.

Questa situazione assorbe tutte le energie della vittima, e quest'ultimo diventa psicologicamente consumato.

Questa persona di solito prende l'iniziativa per disintossicare il suo parassita per un periodo di tempo, ma al suo ritorno, la sua energia si esaurirà ancora più rapidamente.

Sbarazzati dei tuoi parassiti e prendi la tua strada

Se ritieni di sostenere il peso degli obblighi degli altri sulle tue spalle, prenditi un momento per analizzare e riflettere sugli squilibri emotivi ciò che causa queste relazioni su di te.

Tieni presente che il parassita emotivo trasmette le sue cariche e ti contamina con i suoi stati emotivi. È abbastanza probabile che ti sentirai molto stanco e molto debole psicologicamente.

È quindi molto importante che tu ritorni nella pancia della tua vita i tuoi bisogni personali, che sono durante questo periodo trascorso sullo sfondo.

Una volta che lo hai fatto, devi farli prevalere su quelli degli altri. Questo non significa che devi smettere di amare questa persona, ma devi semplicemente proteggerti da certi aspetti della tua personalità per preservare il tuo equilibrio emotivo.

Non devi sentirti in colpa o incapace perché non puoi soddisfare i bisogni degli altri. Ognuno è responsabile della propria esistenza, e gli altri sono solo una parte della tua.

Devi essere il padrone della tua vita. Non metterti nei panni del salvatore delle persone intorno a te perché siamo tutti responsabili della nostra felicità.

Illustrazioni di Erback Studios, Nicoleta Ceccoli e Anita Mejia

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: