Nega ... o accetta

Nega … o accetta

accettazione è una porta magica che si chiude di fronte ai problemi e si apre alle opportunità. (Rafael Hernampérez)

Nega per evitare la realtà

Durante le nostre vite, siamo costretti ad affrontare molte esperienze dolorose come malattia, morte, disillusione o separazione.
La sofferenza provocata da queste esperienze è già sostanziale, ma se, inoltre, iniziamo a negare, allora aggiungiamo una parte di sofferenza superflua e faremmo facilmente a meno.

negarenon sta vedendo la realtà, è invasa da sentimenti come rabbia, disgusto, rifiuto o indignazione, in altre parole da un movimento emotivo che ci fa perdere la calma e toglie ogni lucidità.

La negazione causa a tumulto emotivoe in queste condizioni, è difficile prevedere la soluzione appropriata, perché è come se questa emozione fosse accentuata quando si diventa consapevoli di ciò che sta accadendo o di nuovo che abbiamo appena imparato.
E se non facciamo nulla per gestirlo, sarà molto difficile andare avanti.

La negazione non solo accentua la sofferenza, ma riduce anche le possibilità di trovare una soluzione o una risposta adeguata alla spiacevole situazione che stiamo affrontando.
In effetti, negare è impedire a noi stessi di analizzare chiaramente la situazione in cui ci troviamo, ma anche di mettere in atto una soluzione, a causa delle emozioni che causano un comportamento negativo.

Di conseguenza, non solo la negazione rende tutto ancora più doloroso, ma a causa di ciò, non siamo in grado di trovare una soluzione al problema che ci attende.

Il rifiuto e la negazione sono reazioni del tutto naturali poiché ogni essere vivente tende ad allontanarsi da ciò che può essere dannoso per loro per concentrarsi su ciò che è bene per loro.

Queste reazioni sorgono quando si verifica un evento che si sarebbe preferito non vivere mai, e su cui non si può avere alcun controllo poiché tutto ciò che si può fare in questi casi se si vuole andare prima, sta trovando una soluzione.

Quindi stiamo sprecando energia cercando di essere coinvolti nel conflitto interno che infuria in noi piuttosto che cercare il percorso verso la soluzione e muoverci in quella direzione.

L'accettazione è un atteggiamento del presente

Se non neghiamo, allora ci impegniamo all'accettazione, a ciò che ci permetterà di vedere la realtà del presente così com'è, di riconoscerla e di essere una cosa sola con esso.
Anche se abbiamo negato a lungo un evento, possiamo essere catturati dall'immutabilità di questo per renderci finalmente conto che negare è inutile.

Tuttavia, l'accettazione è un processo graduale, che richiede spesso molto tempo per l'installazione.

Quando accettiamo, non soffriamo più e, se siamo in grado, possiamo persino sentirci in armonia con ciò che potrebbe averci fatto soffrire, considerando questo evento come un punto di partenza e un'opportunità per diventare ricchi. , mentre prima era per noi solo un problema senza problemi.
Accetta, e in questo modo, il cambiamento sarà quindi possibile, perché promuoveremo la nostra comprensione delle cose.

Adottando una filosofia di vedere le cose come sono e rendere la realtà una sua alleata, a volte saremo costretti ad abbandonare determinati progetti immaginati per il futuro o a distaccarci da certe persone o da certe cose. ma sarà necessario se vogliamo continuare ad andare avanti.

Infine, ti lasciamo su un vecchio proverbio: "ciò che resistiamo, persiste ".
In effetti, è solo dal momento in cui iniziamo ad accettare le cose che cambiano.

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: