Miti sul dolore: le solite insidie ​​nella gestione della perdita

Miti sul dolore: le solite insidie ​​nella gestione della perdita

Ci sono tanti lutti come perdite significative. Ogni persona li vive in modi molto diversi. Tuttavia, come per molti fenomeni, alcuni miti sul lutto sono ancora presenti e dovrebbero essere chiariti perché condizionano in gran parte le emozioni che accompagnano la perdita.

Molte delle credenze che abbiamo imparato durante la vita sono state costruite su miti che ci rendono vulnerabili.Essere consapevoli del dolore prodotto dalla perdita non ci indebolisce. Ci aiuta, al contrario, a considerare naturale questa risposta, sia umana che adattiva.

Miti sul lutto

Le perdite e tutto ciò che comportano fanno parte della vita.Tuttavia, il dolore che accompagna queste perdite è spesso frainteso. È quindi necessario rivedere questi miti che continuano a vivere nell'inconscio collettivo:

  • Devi essere forte.Abbattiamo l'idea che la tristezza sia una sensazione di debolezza e debolezza. Per non proiettare questa immagine di fragilità, mettiamo le maschere con precisione mentre anneghiamo noi stessi internamente. Lo facciamo così bene che l'esercizio dell'empatia diventa impossibile; è quindi molto più complicato di quanto qualcuno ci aiuti.
  • Il lutto è come una depressione.È vero che questi due fenomeni hanno punti comuni, come lacrime, profonda tristezza, apatia, distacco … Ma dobbiamo ricordare che il dolore è una normale reazione a una perdita significativa.

  • Il lutto accade solo quando qualcuno che amiamo muore.No. Il dolore è una normale risposta all'esperienza di una perdita di qualsiasi tipo. Una relazione, un animale domestico, uno stato di salute, un oggetto sono tipi di perdita che possono portare a un processo di lutto. Sfortunatamente sono meno riconosciuti e meno presi sul serio.
  • I farmaci sono necessari per alleviare il dolore e l'ansia associati al lutto.Il dolore non è una malattia che deve essere curata. Le emozioni provate sono perfettamente normali. In alcuni casi possono essere indicati dei farmaci, ma i sintomi usuali richiedono soprattutto pazienza e comprensione.
  • Il meglio è evitare l'argomento.Gli amici spesso pensano che il modo migliore per aiutarci sia evitare di parlarne e di distrarci. Le persone che ne soffrono di solito vogliono parlare di questa perdita. Ne hanno bisogno.

Più convinzioni sbagliate sul lutto

Le idee appena citate non sono le uniche che esistono. Ecco altri:

  • Se non piangi, significa che non sei triste.Le lacrime non sono l'unica risposta a una perdita. Non rappresentano una manifestazione necessaria di tristezza. Le persone possono provare dolore profondo e visualizzarlo in modo diverso.
  • Il dolore è un processo lineare.È vero che molti autori hanno descritto fasi comuni nel processo del lutto. Ma è un processo di sviluppo personale.
  • Quando la morte è naturale, non c'è il lutto.La morte di una persona anziana è più prevedibile, sì. Ma ciò non significa che il processo di lutto sarà meno profondo.
  • Devi andare avanti.Più ci adattiamo al processo di lutto, più torneremo alla vita. D'altra parte, la relazione con la persona deceduta rimarrà sempre nella nostra memoria e nel nostro cuore.
  • Colui che piange più soffre di più.Il lutto non può essere ridotto a tristezza e lacrime. Questo processo comporta anche sensi di colpa, rabbia, paura, vergogna, ecc. Momenti di gioia e di pace possono anche apparire di volta in volta.
  • Il tempo guarisce tutto.Il lutto è una risposta adattiva che non finisce mai. Stiamo imparando a convivere con il passare del tempo. Tuttavia, alcune emozioni possono riemergere dal momento in cui ricordiamo la nostra perdita.

  • Un chiodo insegue l'altro.Frasi dello stile "ci sono molti pesci nel mare" ci dicono che per superare una perdita, dobbiamo sostituirla. Questo è un grosso errore. La sostituzione non ci darà mai il sollievo di cui abbiamo bisogno.
  • È meglio non conoscere i dettagli dell'evento o vedere il corpo del defunto.Conoscere i dettagli della morte della persona amata aiuta ad accettare la realtà della perdita ea ridurre la confusione o la mancanza di informazioni. Anche se è vero che in alcuni casi molto violenti è consigliabile spiegare verbalmente e con grande sensibilità cosa è successo.
  • Credere che vedere la persona deceduta sia un segno di follia o depressione.All'inizio del lutto, è molto comune vedere o sentire la persona deceduta. È importante prestare attenzione a questi segni che mostrano un'alterazione del processo di lutto e cercare assistenza medica quando necessario.
  • Più apprezzavamo il defunto, più doloroso era il dolore.Non ci sono regole che spieghino come dovrebbe svolgersi il processo di lutto. È un'esperienza che dipende da molti fattori, non solo dall'amore che senti.
  • La persona che soffre di questa perdita deve riprendere immediatamente le sue attività. Più è impegnata, meglio è.No. È meglio se la persona ha un po 'di tempo per pensare e sentire le proprie emozioni. Un rapido ritorno alle attività quotidiane potrebbe impedire il soddisfacimento del processo di lutto.
  • I bambini non riescono a capire cosa sia la morte o il processo del lutto. È meglio non dire loro nulla e proteggerli da questa realtà.I bambini sono molto bravi a catturare le reazioni emotive delle persone. Pensare di non essere consapevoli di nulla è un grosso errore. È importante che vivano questo processo di lutto nello stesso momento del resto della famiglia.

Rompere i miti sul dolore è molto importante per aiutare le persone a superare questo processo così naturale.Il percorso per guarire il dolore della perdita comporta il passaggio verso quel dolore.Permetterci di sentire ciò che sentiamo e di esprimerlo è la vera essenza dello scontro del lutto.

Terapia del lutto: come affrontare gli addii

La morte e la perdita di una persona cara è un processo molto difficile con il quale tutti siamo passati o che ci accadrà … Per saperne di più "
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: