Mare e salute: una fonte inesauribile di benessere

Mare e salute: una fonte inesauribile di benessere

Il mare e la salute sono collegati. Il nostro cervello reagisce molto positivamente a questo tipo di paesaggio: si sente più rilassato, la sua percezione migliora, la creatività si sviluppa e si ottiene una migliore chiarezza mentale. Poche cose sono confortanti come la semplice sensazione di sabbia calda sotto i nostri piedi, il suono delle onde e la freschezza della brezza salata.

Marinai, surfisti e biologi ripetono sempre la stessa cosa: il mare lancia un incantesimo, l'oceano attrae, affascina ed è dotato di una misteriosa attrattiva per l'essere umano fin quasi dall'alba dei tempi. Questa estensione dell'acqua blu senza fondo produce in noi sensazioni molto varie. A volte, è sufficiente essere un momento in riva al mare per ricaricare le nostre batterie di energia e percepire un miglioramento del nostro stato morale.

"L'oceano è più vecchio delle montagne ed è carico di ricordi e sogni di tempo."

-H.P. Lovecraft-

Dovrebbe anche essere ricordata una pratica nota ai medici vittoriani sui loro pazienti. La stessa cosa è stata prescritta a tutte le persone che soffrono di malinconia, tubercolosi o semplicemente mal d'amore: l'aria del mare. In questo modo, le spiagge sono state per lungo tempo utilizzate come una risorsa terapeutica ideale sia per élite benestante solo per le persone più povere. E ciò che è stato fatto ha funzionato. Ha migliorato lo stato mentale dei pazienti perché il mare e la salute hanno una connessione speciale che la scienza continua a confermare.

Mare e salute: l'effetto terapeutico degli ambienti acquatici

Nel 2011 è stato condotto uno studio condotto dal Department of Health Architecture dell'Università della Svezia. Grazie a lei abbiamo dimostrato qualcosa che avevamo pensato tutti: gli ambienti acquatici generano benessere e hanno un impatto positivo sulla nostra salute. In questo modo, sia il mare che i fiumi e i laghi generano cambiamenti nella nostra mente, cervello e corpo.

Il mistero e il fascino per i paesaggi blu sono tali che gli autori danno costantemente risposte a questo enigma. Uno di loro era Sir Alister Hardy, un biologo marino. Secondo questo scienziato, noto per la sua partecipazione alle prime spedizioni in Antartide verso il 1925, il nostro corpo è programmato per reagire ad ambienti che sono benefici ad esso.

Quando la nostra specie lasciò la savana, raggiunse la costa e scoprì l'oceano; qualcosa poi è cambiato in noi. Ben presto, abbiamo avuto accesso a nuovi alimenti, in particolare quelli ricchi di acidi grassi omega 3, fondamentali per lo sviluppo e la salute del cervello. Infatti, l'effetto terapeutico del mare, con i suoi potenti stimoli potrebbe creare un legame forte e molto forte. Inoltre, non c'è carenza di lavoro sul tema.

Uno di questi è quello del dottor Jenny Roe, della Heriot-Watt University di Edimburgo. Secondo questo lavoro, essendo in contatto con il mare, si verificano una serie di risposte fisiologiche. Rilasciamo quindi le endorfine, il livello di cortisolo è ridotto e generiamo onde alfa nel nostro cervello … Questo primo contatto dei primi ominidi con il mare ci ha lasciato un'impronta che persiste ancora oggi. Ci ricorda i benefici del mare e il benessere senza eguali ad esso associati.

Il potere curativo dell'oceano

Mare e salute sono collegati. L'oceano genera quello che molti scienziati definiscono "benessere blu". È riassunto come segue:

Lo spirito blu

  • I nostri cervelli reagiscono positivamente alla visione dell'acqua. I semplici fatti di contemplare, sentire e sentire offrono al nostro cervello uno stato di assoluto relax. Questo stato ideale di calma promuove il rilascio di neurotrasmettitori come la dopamina e la serotonina che promuovono la nostra sensazione di felicità.
  • Inoltre, il mare stimola la nostra creatività, le preoccupazioni si riducono e miglioriamo i processi cognitivi di base che sono ad esempio la memoria e l'attenzione …

Ideale per le vie respiratorie

Questa brezza salata è un dono di benessere per le nostre vie aeree. Li apre, pulisce i polmoni, facilita la respirazione e ha un effetto antibiotico. Il mare è l'ideale per le persone con asma o allergie …

Connessione ed energia

Il suono del mare e la visione di questi paesaggi dominati dal movimento, dalla luce e dal panorama dell'immensità favoriscono l'apparizione delle onde alfa nel nostro cervello. Entriamo quindi in uno stato di calma e la nostra connessione interna migliora. Secondo un'opera pubblicata sul Journal of Complementary Medicine, l'aria dell'oceano contribuisce a questo stato di rilassamento e connessione personale.

L'aria di mare è carica di ioni negativi. Come rivela questo lavoro, queste particelle negative sono generate in ambienti naturali con corsi d'acqua: il mare, i fiumi, le cascate, ecc. Il loro effetto favorisce la produzione di serotonina. Entriamo in uno stato di equilibrio interno che ci riempie di energia, creatività, motivazione, buon umore per connetterci con i nostri e avere relazioni …

Né possiamo dimenticare qualcosa di essenziale. Il mare e la salute hanno un legame diretto perché in questi paesaggi abbiamo la possibilità di assorbire la vitamina D. Come sappiamo, questo componente è indispensabile per molti processi vitali. Tuttavia, per quanto possa sembrare strano, gran parte della popolazione soffre di una carenza di questo eterolipide insaponificabile. Ma non ho dubbi. Se abbiamo l'opportunità, fidati del nostro istinto. Questa voce primitiva sa e capisce che il mare è un buon posto dove passare la giornata. Ne vale la pena, la salute è valsa la pena.

Il cervello e la vitamina D: una relazione che devi conoscere

Sapevi che la vitamina D svolge un ruolo molto importante nell'invecchiamento del nostro cervello? No? Quindi, ecco alcuni suggerimenti … Per saperne di più "
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: