Manipolazione emotiva: il gioco della colpa

Manipolazione emotiva: il gioco della colpa

La vita nella società si basa su basi biologiche. Per vivere in un gruppo, l'essere umano gode di maggiore sicurezza e una migliore possibilità di sopravvivenza, collaborando con il resto dei suoi simili.
Tuttavia, se la società agisce per la preservazione del clan o della specie, l'essere umano come individuo può comportarsi in un modo totalmente diverso.
È molto semplice essere consapevoli di questa fondamentale differenza di comportamento sfogliando qualsiasi libro di storia: la manipolazione di uno o più individui da parte di uno o dell'altro è uno dei pilastri dietro il fondamento di tutti gli imperi che hanno dominato il mondo.
La manipolazione è il "pane quotidiano" della società in cui viviamo, e ognuno di noi l'avrà praticato o sofferto almeno una volta durante la sua esistenza.
Imparare a rilevare la manipolazione emotiva aiuta ad evitarlo. Ma, all'inizio, è importante sapere in cosa consiste questa manipolazione.

Rileva la manipolazione e non sentirti in colpa

  • "Fai quello che vuoi": in una relazione di potere tra due persone, colui che cerca di ottenere i maggiori benefici a spese dell'altro può usare minacce contro l'altro, dicendo loro che perderanno cose molto importanti se non lo fanno non obbedire a lui.
    La manifestazione più sottile di questa manipolazione è quando uno dei tuoi parenti ti dice che se non fai qualcosa, la tua relazione ne risentirà.
  • "Se non lo fai, neanche io": Dietro questa affermazione, che può sembrare ben intenzionata, giace una feroce manipolazione. Colui che pronuncia questa frase chiama la capacità dell'altro di immedesimarsi, per trarne beneficio per se stesso. Nella sua manifestazione più estrema, questa "autopunizione" produce una "auto-mutilazione" nel manipolatore, per ammorbidire la persona che manipola.
  • "Va bene, non importa": dopo questa affermazione, di solito si può udire un lungo silenzio e nel manipolatore nasce un linguaggio corporeo di rabbia. È una tecnica il cui unico scopo è far sentire gli altri colpevoli.
  • "Dopo tutto quello che ho fatto per te": è una delle manipolazioni più usate nella nostra società. Andare sul terreno di "I give to receive" è un modo molto efficace per far sentire colpevole la persona che si desidera manipolare.
  • "Senza di te non sono nulla": La vittimizzazione è un modo molto semplice per far sentire qualcuno colpevole, ma è un modo molto efficace.
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: