Lo stress e la timidezza riducono il tempo di vita

Lo stress e la timidezza riducono il tempo di vita

Lo stress danneggia seriamente la nostra salute perché può causare problemi fisici e psicologici, oltre all'invecchiamento precoce.

Recenti indagini scientifiche basate su statistiche hanno dimostrato che le persone timide, impaurite o ansiose sono le più a rischio di stress costante, che le predispone a vivere una vita più breve rispetto alle persone estroverse o felici.

Le funzioni del corpo umano sono gestite dal cervello, o dal sistema nervoso centrale, ma dipendono anche dal nostro umore.

La salute fisica e la salute mentale sono intimamente legate. La produzione delle proteine ​​necessarie per i processi metabolici, la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna, tutto ciò dipende dal nostro sistema nervoso.

Quando si impone uno stress psicologico prolungato, può causare molteplici problemi fisici, ma soprattutto influenzare in modo particolarmente grave il nostro sistema immunitario.

Il nostro corpo reagisce allo stress attraverso un meccanismo di difesa chiamato "risposta di fuga-fuga". Senza questa risposta, non saremmo in grado di gestire situazioni pericolose o minacciose.
I nostri sentimenti sono allertati dal sistema nervoso, che modifica la frequenza cardiaca e la respirazione, aumenta l'attività muscolare e il livello di glucosio nel sangue e diminuisce la capacità di risposta del nostro sistema immunitario.

Le ghiandole surrenali producono ormoni (glucocorticoidi e adrenalina) responsabili della diffusione di questa energia in tutto il corpo.

Quando quella risposta di lotta o fuga non è attivato per alcuni minuti (senza causare alcun rischio) e conseguenti fattori che influenzano il nostro stato emotivo (problemi sul lavoro, la famiglia, la malattia), il numero di ormoni prodotti dal nostro corpo, la cui azione sembra inizialmente efficace e piacevole, finisce per influenzare continuamente il nostro corpo, e questo a causa della diminuzione delle nostre capacità di difesa.

Gli studi pubblicati da PNAS (Atti della National Alcancemy of Sciences) lo dimostrano il nostro corpo può produrre una quantità elevata di ormoni dello stress quando reagiamo a nuove situazioni essendo timidi o provando una paura infondata.

Per esempio, dove ci ritroviamo soli con gli estranei, o che ha paura di certe persone, certi oggetti o certi luoghi anche senza che essi non presentano alcun aspetto minaccioso. Questo fenomeno è chiamato "neofobia".

I bambini sono quelli che sono più preoccupati (e fin da piccoli) e possono persino avere questo tipo di comportamento fino all'età adulta.

Accettando che la società in cui viviamo e il ritmo frenetico che ci impone ci sollecita, permettiamo al nostro organismo di produrre sempre più ormoni, che accelera il processo di invecchiamento e ci fa ammalare più facilmente.

Se tutta la nostra vita noi apprendiamo l'ignoto con la paura e la timidezza, poi causerà un aumento continuo nella produzione di ormoni, che metterà circa dieci anni a scomparire.

Pertanto, è meglio di condurre una vita tranquilla, non solo, ma anche piena di determinazione, coraggio, e privo di ansia. Quindi, non essere più timido!

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: