Lettera aperta al mio figlio autistico

Lettera aperta al mio figlio autistico

Ho sempre sognato di essere una madre. Ho immaginato il volto del mio futuro bambino in ogni dettaglio: il colore degli occhi di suo padre, il mio sorriso, i capelli di sua nonna, le dimensioni di suo nonno … La maternità è sempre stata per me naturale che respirare Ma quando finalmente il mio sogno si è avverato, tutto non è andato come previsto. La possibilità di avere un figlio autistico non mi era mai passata per la testa.

Volevo urlare, calciare e maledire il mondo. Perché io? Cosa ne sarà di lui? Lo vedrò soffrire? Una cascata di emozioni e domande sorse in me. AlloraHo deciso di scrivergli questa lettera, di dirgli tutto quello che ho sentito, perché con o senza autismo, il mio amore per lui è ogni giorno più grande.

Crediamo che insegniamo ai nostri figli a vivere, ma ci insegnano cos'è la vita.
suddividere

Benvenuto in un mondo che non fa per te

Caro figlio,

Non so cosa succederà ora.Lo so, lo so, sono tua madre e dovrei avere più o meno tutto pianificato. Dovrei aver già fatto delle liste delle scuole più vicine dove potresti andare e trovarne una buona. Non è necessario che sia il migliore, non sono una di queste madri, ma cercherò di offrirti una buona educazione. Preparerò la macchina fotografica per ogni spettacolo che fai a scuola e passerò i miei pomeriggi ad aiutarti con i tuoi progetti scientifici, perché è quello che fanno le madri amorevoli.

Cosa significa? Sì, lo so che hai solo due anni, ma sembra che siamo andati fuori strada.Voglio fare un buon lavoro come madre.Voglio darti tutte le opportunità possibili. Voglio che tu sia preparato a combattere tra i migliori nel mondo competitivo in cui viviamo, perché anche se non sono una di quelle madri, voglio che tu segua i miei passi e riesca a scuola.

Come ho detto prima, dovrei sapere cosa fare, sapere ogni passo del cammino.Avendo pensato ad attività extra-curriculari, insegnanti privati, la squadra di football, lezioni di piano … Ho letteralmente scritto i dettagli della tua educazione e del tuo sviluppo prima di venire al mondo. Quindi, come puoi vedere, sapevo cosa fare ad ogni passaggio.

Quindi, ieri, ti è stato diagnosticato: autistico. Ora mi sento come se fossimo entrambi alla deriva in mare aperto.Come se una serie di onde ci colpissero con forza nel bel mezzo di una tempesta e che non potessimo lasciarci trasportare. Non sto cercando di spaventarti. Ma non ho idea di cosa fare dopo: non ci sono molti libri di testo sull'educazione dei bambini autistici … ma molte domande.

La scorsa notte, mi sono trovato a cercare di non piangere.Ero in lutto quando ho detto addio al dottore che non diventerai mai la star del basket che non diventerai mai. Ho pianto per le amiche, lavori che non avresti mai avuto e successi che non avresti mai vissuto. Sono stato distrutto dal futuro perché nessuno dei pezzi è stato abbinato.

Ma, cosa sai? Sai cosa penso ora mentre scrivo questa lettera?Fai un passo indietro rispetto a tutte queste aspettative: le avresti comunque infrante, ma forse più tardi.E avrei dovuto imparare allo stesso modo di essere una buona madre per te, per i tuoi bisogni e i tuoi desideri.

In altre parole,hai osservato quei bambini che si preparano sin dall'infanzia a diventare dottori? Non ti fa venir voglia di scappare quando immagini qualcuno che non sa nemmeno come lanciare le bende da solo dopo aver fatto una puntura?D'altra parte, hai qualche idea degli argomenti che alcuni di loro usano per i loro dottori di ricerca? Pensi che abbiamo bisogno di più esperti che si occupino di "abitudini di accoppiamento dei pitbull con una certa resistenza agli antibiotici"? Immagino che queste domande ti confondano, dopotutto hai solo due anni.

Mi sono reso conto che il piano che avevo per te, anche se lo avessi accettato (anche se avessi fatto quell'errore), non avrebbe garantito nullaSai cosa ho capito? Che non sei affatto noioso. Sei dolce, gentile e brillante.

Attraverserai la stanza per baciarmi e potrai risolvere i problemi a modo tuo. Potrai persino cogliere violentemente il gatto per baciarlo mentre cerca di scappare da te, che è in realtà qualcosa su cui dobbiamo lavorare, ma questo rende tua madre molto orgogliosa. E sì, tu sei il mio figlio autistico, ma sei anche unico e autentico. Quindi, perché piango su piani che sono stati infranti quando non sono mai esistiti?

Alla fine di questa giornata, ovviamente,il tuo futuro è ancora sconosciuto. Ma basandomi sul bambino piccolo che già conosco, sto iniziando a pensare che sarai un adulto felice, indipendente e compiuto.Perché la diagnosi non mi ha impedito di vedere in te quell'intelligenza e questo personaggio eccezionale che mi affascina.

D'ora in poi, da questa mattina, spero che sarai trattato come qualsiasi altro bambino instabile, irragionevole, emotivo, reattivo, esplosivo, strano e capriccioso.Nei prossimi anni, incontrerò le dita invece di lamentarmi, proprio accanto alle madri di bambini nevrotici, quando cambierai idea sulla tua merenda all'asilo. Mi piacerebbe vederti scoprire lumache e seppellirle come un tesoro, inspiegabilmente ancora vivo, come fanno i bambini non autistici.

In altre parole, amore mio, essere autistico non è un ostacolo insormontabile alla grandezza, al successo o alla normalità.E prevedo che crescendo, sarà così. Sei affettuoso e spirituale; sei testardo, resiliente e determinato. Sei capace. Cose luminose ti stanno aspettando in futuro. E nonostante quello che abbiamo imparato ieri, mi considero una persona fortunata, a causa di tutti i neonati che avrei potuto avere, ti ho preso.

Abbiamo te, amore mio.E insieme vedremo come andare avanti.

Avere un bambino autistico significa scoprire di nuovo il mondo

Nonostante il dramma che potrebbe derivare dall'udire per la prima volta di avere un figlio autistico, la realtà della diagnosi non è così terribile come immaginavamo.Avere un bambino autistico ci insegna semplicemente a scopriredi nuovoil mondo attraverso i suoi occhi e il suo modo di interagire con lui.

Un bambino autistico è come qualsiasi altro bambino, con un diverso modo di relazionarsi con l'ambiente.Se sei anche una madre di un bambino autistico, ti renderai presto conto che con un intervento precoce sarai in grado di condurre una buona vita. Con il tuo sostegno, il tuo bambino autistico, qualunque esso sia, seguirà il suo percorso, nel quale troverà sicuramente la felicità.

Nota dell'autore: articolo basato su "Una lettera aperta al mio figlio autistico recentemente diagnosticato", di Shannon Frost Greenstein.


Dietro ogni bambino che crede in lui, ci sono genitori che per primi credettero in lui

Saperne di più
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: