L'esperienza del piccolo Albert

L'esperienza del piccolo Albert

John B. Watson è conosciuto come uno dei padri del comportamentismo (o comportamentismo). Il suo principale referente intellettuale era Pavlov, il fisiologo russo che fece le prime scoperte sul "condizionamento". Watson, da parte sua, fece un famoso studio, noto come l'esperimento di Little Albert.

Presentalo in più fasi. Ivan Pavlov ha eseguito un noto esperimento con i cani. Si potrebbe dire che questo è uno dei paragrafi più importanti del capitolo introduttivo di ciò che sarebbe conosciuto ora come psicologia come scienza. Ha scoperto gli aspetti di base del funzionamento stimolo-risposta e potrebbe stabilire i principi di ciò che viene chiamato "condizionamento classico".

Watson ha cercato di ripetere ciò che Pavlov ha fatto con i cani nella sua esperienza del piccolo Albert. In altre parole, ha applicato questa esperienza agli esseri umani. In questo caso, ha usato un bambino che ha manipolato per dimostrare la sua tesi.

"La scienza non risolve mai un problema senza crearne altri 10".

-George Bernard Shaw-

Le esperienze di Pavlov

Ivan Pavlov è stato un grande ricercatore della natura. Dopo aver studiato molte discipline, si interessò alla fisiologia. È anche un elemento fisiologico che gli ha permesso di scoprire il condizionamento dallo schema di stimolo-risposta.

Pavlov notò che i cani si salivano prima di ricevere il cibo. In altre parole, si scoprì che questi animali si stavano "preparando" a mangiare quando arrivò il momento. Hanno reagito allo stimolo. Questa osservazione gli ha dato la chiave per iniziare a sperimentare. Introduce diverse simulazioni prima di servire il cibo ai cani, sotto forma di un annuncio.

Il più famoso di questi elementi era la campana. Poteva provare che i cani salivano quando sentivano la campana. Sapevano che questo suono precedeva l'arrivo del loro cibo. In altre parole, erano condizionati. Il suono, che era lo stimolo, ha dato origine a una risposta, salivazione.

Gli antecedenti dell'esperienza di Albert

John B. Watson era un positivista radicale. Pensava che il comportamento umano dovrebbe essere studiato esclusivamente sulla base di comportamenti appresi. Per lui, parlare di elementi genetici, inconsci o istintivi non aveva senso. Gli piaceva studiare solo comportamenti osservabili.

Watson è stato ricercatore presso la Johns Hopkins University di Baltimora, negli Stati Uniti. È iniziato dal fatto che negli umani, in tutto o in gran parte, il nostro comportamento, può essere spiegato dalla nostra storia di apprendimento basata sul condizionamento. Pertanto, gli sembrava una buona idea provare a dimostrare che le conclusioni espresse da Pavlov erano ugualmente applicabili all'essere umano.

Per questo motivo, e con l'aiuto della sua assistente Rosalie Rayner, è andato in un orfanotrofio e ha scelto un bambino di appena 8 mesi.. Era il figlio di una delle infermiere dell'orfanotrofio. Viveva piuttosto ignorato e in un ambiente in cui prevaleva la freddezza. Era piuttosto tranquillo. Si diceva che non avesse quasi pianto nella sua breve vita. È da lì che è nato l'esperimento del piccolo Alberto.

Un'esperienza controversa

Nella prima fase dell'esperimento di Little Albert è stato presentato con diversi stimoli. L'obiettivo era guardare quelli che lo spaventavano. Si scoprì che aveva paura solo quando sentiva forti rumori. Era qualcosa di comune a tutti i più piccoli. Per il resto, non mostrò alcun segno di paura di fronte agli animali o di fronte al fuoco.

L'esperimento continuò in lui a indurre terrore condizionandolo. Abbiamo presentato un mouse bianco al bambino che voleva giocare con lei. Tuttavia, quando cominciò a farlo, si sentì un forte rumore che lo spaventò. Dopo aver ripetuto lo stesso ciclo più volte, il bambino ha iniziato a temere il topo. Vengono introdotti altri animali, come conigli, cani e persino pellicce. In ogni caso, il piccolo finisce per essere condizionato. Aveva paura quando vedeva queste cose.

Il bambino è stato sottoposto a queste esperienze per un po '. L'esperienza di Albert è durata quasi un anno. Alla fine, il bambino era passato da uno stato di quiete a uno stato di ansia quasi continuo. Finisce perfino per avere paura di una maschera di Babbo Natale. Fu costretto a toccarlo e iniziò a piangere irreversibilmente. Alla fine, l'università ha espulso Watson per le polemiche generate dalla sua esperienza. E anche per aver iniziato una storia d'amore con il suo assistente.

La seconda parte dell'esperimento consisteva nel capovolgere la confezione. In effetti era necessario "decondizionare" le paure precedentemente condizionate.Tuttavia, questo non è mai successo. Non sappiamo cosa sia successo al bambino dopo la famosa esperienza del piccolo Albert. Tuttavia, è stato affermato che il bambino è morto a 6 anni con idrocefalo congenito. I risultati di un esperimento così macabro potrebbero quindi essere discutibili.

In tutti i casi, l'esperienza del piccolo Albert è una delle più conosciute nella storia dello psicologo. Questo è il caso dell'altezza delle affermazioni per le quali è stato originato, per le conclusioni e per la violazione di molte regole che ora devono essere rispettate dai ricercatori che desiderano condurre esperimenti.

L'esperienza di Harlow e la sua teoria dell'attaccamento

L'esperimento di Harlow è un esperimento eseguito con i macachi per dimostrare quanto attaccamento è necessario tra un bambino e sua madre. Saperne di più
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: