Le 7 frasi più belle di Vygotsky

Le 7 frasi più belle di Vygotsky

Conoscere le frasi più belle di Vygotsky è guardare più da vicino il lavoro di Mozart nella psicologia dello sviluppo e dell'educazione. Lev Semenovich Vygotsky (1896-1934) è un famoso psicologo e medico bielorusso, precursore della neuropsicologia sovietica e teorico della psicologia dello sviluppo.

Gli scritti e le frasi di Vygotsky sono stati ignorati per molto tempo. Tuttavia, ciò non gli ha impedito di continuare a difendere un'idea: la cultura gioca un ruolo molto importante nello sviluppo dei processi mentali. In effetti, si può dire che i suoi contributi hanno supposto una rivoluzione, specialmente in questo campo così fertile che condividono psicologia e istruzione. Molti degli studi, delle riflessioni, degli articoli e delle frasi di Vygotsky si sono concentrati su:

  • Il ruolo della lingua sul comportamento umano.
  • Il ruolo del linguaggio nello sviluppo mentale del bambino.
  • L'origine e lo sviluppo delle funzioni mentali superiori.
  • La filosofia della scienza.
  • Metodologie dello studio psicologico.
  • La psicologia dell'arte.
  • Il gioco inteso come un fenomeno psicologico.
  • Lo studio dei disturbi dell'apprendimento e dello sviluppo anormale umano.

Le frasi di Vygotsky che meglio simboleggiano il suo pensiero

L'importanza dell'interazione sociale

L'interazione sociale è l'origine e la forza trainante dell'apprendimento.
suddividere

Il senso in cui si sviluppa il pensiero non passa dall'individuo al sociale, ma dal sociale all'individuo. Contrariamente a quanto sostiene Piaget, per Vygotsky il pensiero ha un impatto sulla visione sociale dell'apprendimento. L'apprendimento sarebbe una forma di appropriazione dell'eredità culturale disponibile, non solo un processo di assimilazione individuale.

Vygotsky spiega che l'apprendimento umano presuppone una specifica natura sociale. In altre parole, è un processo attraverso il quale i bambini accedono alla vita intellettuale di coloro che li circondano.

L'importanza di pensare nella comprensione

Per capire il linguaggio degli altri, non è sufficiente comprendere le loro parole; dobbiamo anche capire il loro pensiero.
suddividere

Con il linguaggio, abbiamo già la possibilità di affermare o negare, il che indica che l'individuo è consapevole di ciò che è e può agire con la propria volontà. Linguaggio e pensiero hanno origini diverse, ma gradualmente il pensiero diventa verbale e parla razionalmente.

Concretamente, il linguaggio infantile è sociale ed esterno, ma a poco a poco è interiorizzato. Lo sviluppo cognitivo dei bambini avviene attraverso conversazioni informali e formali con gli adulti. Il bambino inizia a percepire il mondo attraverso i loro occhi, ma anche attraverso le loro parole.

L'abbandono dell'imitazione

Man mano che maturiamo e sviluppiamo, semplicemente non imitiamo il comportamento degli altri o rispondiamo automaticamente agli stimoli ambientali.
suddividere

Il bambino si nutre di ciò che lo circonda, come una spugna, mentre configura la propria struttura. Crescendo, continuiamo a emulare e reagire all'ambiente, ma più in termini di modelli o valori.

La relazione tra parole e pensiero

Una parola di pensiero vuota è una cosa morta, nello stesso modo in cui un pensiero privo di parole rimane nell'ombra.
suddividere

Un pensiero è come una nuvola che produce una pioggia di parole. La lingua è il principale veicolo di interazionee ha un'influenza decisiva sullo sviluppo della mente: il linguaggio è essenziale per il pensiero.

La definizione di conoscenza

La conoscenza è il prodotto dell'interazione tra la persona e l'ambiente, un ambiente nel senso sociale e culturale, non solo fisico.
suddividere

Tutti i processi psicologici più elevati (comunicazione, linguaggio, ragionamento, ecc.) Sono acquisiti prima in un contesto sociale, per poi essere interiorizzati a livello individuale. In questo senso, non esiste un apprendimento migliore di quello conferito dall'esperienza stessa e il giudizio critico di quest'ultimo.

L'insegnante come facilitatore

L'insegnante deve agire come facilitatore, non come fornitore di contenuti.
suddividere

L'allievo costruisce il proprio percorso e l'insegnante lo accompagna lungo la strada. Quello che un bambino può fare oggi con l'aiuto di un adulto, sarà in grado di farlo da solo domani.

L'apprendimento è come una torre; devi costruirlo passo dopo passo. È strettamente legato al potenziale della zona di sviluppo vicino, al costruttivismo sociale e al concetto di struttura.

Adattamento sociale

Diventeremo noi stessi attraverso gli altri.
suddividere

Per Vygotsky, un bisogno può essere veramente soddisfatto solo attraverso un particolare adattamento sociale. Non dimentichiamo che la cultura determina in larga misura i nostri bisogni.La mente non può essere indipendente da una cultura. In questo senso, siamo animali sociali, non individui isolati.

Va sottolineato che le frasi di Vygotsky identificano complesse funzioni psicologiche come il dialogo e gli danno un grande valore nella risoluzione dei problemi. La sua filosofia, per sua stessa natura positiva, è in definitiva un tentativo di sottolineare l'importanza del nostro ambiente e il potere che ha sul nostro sviluppo. Il nostro cambiamento è perpetuo, la cultura e l'esperienza sono le due principali bussole della nostra vita.

Vygotsky, Luria e Leontiev: gli architetti di un'educazione rivoluzionaria

I massimi rappresentanti della psicologia sovietica e gli architetti di questa educazione rivoluzionaria furono Vygotskij, Luria e Leontiev. Saperne di più
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: