La solitudine postmoderna e i miti dell'amore

La solitudine postmoderna e i miti dell'amore

Le solitudini postmoderne sono il risultato di un lungo processoin cui il concetto di individualismo si è gradualmente imposto. Due idee contraddittorie presero lentamente piede nella cultura. Uno, che ognuno deve creare la propria casa. L'altra, quella solitudine è qualcosa di terribile.

Allo stesso modo,le solitudini postmoderne derivano da un fatto sempre più palpabile: temiamol'altra. Il concetto di altri è quasi completamente scomparso. Il nostro mondo è composto da persone dal nostro ambiente e dagli stranieri. E non ci interessa. Le persone che ci sono estranee hanno qualcosa di minaccioso.

” Non ho mai trovato un compagno più socievole della solitudine. “

-Henry David Thoreau-

Il risultato è una società in cui gli individui sono sempre più soli, ma lottano contro la solitudine. Abbiamo creato un mondo in cui non siamo in grado di vivere in comunità o di vivere da soli.La solitudine e la compagnia sono diventati un problema.

La solitudine, un concetto problematico

Il tema della solitudine non era significativo fino al romanticismo.Prima di lui, la solitudine non era una fonte di grande pensiero, né di profondi problemi esistenziali. Abbiamo accettato di nascere e morire da soli.

individualismo non avevo neancheaveva un posto così importante Gli individui vivevano principalmente in comunità. Era comune per tutta la famiglia vivere in una casa. Nonni, figli, nipoti e, spesso, parenti stretti. Anche i rapporti di vicinato erano molto forti. Le persone si conoscevano quando vivevano in un posto vicino.

Esisteva anchedelleritualecollettivi che coinvolgevano praticamente un'intera popolazione. Messa o servizio domenicale, feste locali, ecc. C'era un chiaro concetto che tutti facevano parte di una comunità.

Il romanticismo è cambiato.La coppia è diventata la risposta a tutto. Una coppia isolata e privata, immersa nel proprio mondo. La società si è gradualmente organizzata attorno alla coppia e al nucleo familiare minimo a cui ha dato origine. La solitudine cominciò in parallelo ad assumere una connotazione drammatica. Diventare indesiderabili.

Solitudini postmoderne

Dopo il passaggio dalla grande famiglia e dalla grande comunità alla società delle coppie, una nuova realtà è emersa gradualmente con l'introduzione di nuove tecnologie. Le solitudini postmoderne furono ufficialmente inaugurate. Esseevoin una contraddizione fondamentale: siamo connessi al mondo intero e ci sentiamo più soli che mai.

Alcune persone si sentono così sole che si sentono male quando non ottengonocome alle loro pubblicazioni sui social network.C'è così tanta solitudine che la dipendenza da social network esiste già. Queste persone sono intrappolate nel ricevere e inviare messaggi, anche se hanno poco o nessun interesse.

Quindi, la coppia acquisisce un significato totalmente sproporzionato nel contesto delle solitudini postmoderne.Riteniamo che non avere un coniuge sia sinonimo di solitudine. Come se il mondo riguardasse solo la coppia. Così che una pausa nell'amore ci getta nell'abisso della miseria totale. Come se solo la coppia fosse una fonte di gratificazione.

Sfidare i miti dell'amore e della solitudine

Forse è giunto il momento di mettere in discussione i miti della solitudine e dell'amore. La solitudine postmoderna dimostra che qualcosa non va.La cultura attuale non ci conduce a un senso di pace, interezza o felicità. Al contrario Le difficoltà emozionali o i problemi psicologici sono sempre più frequenti.

Iniziamo ricordando qualcosa che molti di noi conoscono. Abbiamo tutti bisogno dell'amore. Tuttavia,l'amore di coppia è solo una delle molte manifestazioni di questo sentimento. C'è anche amore in famiglia, amici, idee e cause, dell'umanità e, naturalmente, di noi stessi. Ridurre le nostre preoccupazioni e le nostre aspettative unicamente all'amore delle coppie ci impoverisce enormemente e ci rende più vulnerabili.

È anche importante mettere in discussione il contenuto di queste solitudini postmoderne. Quando iniziamo a negare la solitudine? Questa è una realtà contro la quale non esiste un antidoto.Siamo nati da soli e moriamo soli. Gli altri sono ancora nella nostra vita come un prestito. Più ci comprendiamo con le nostre solitudini, più saremo qualificati per vivere e anche per morire.


La solitudine, una delle fonti più comuni di ansia

La solitudine e l'ansia sono due stati che spesso vanno di pari passo. Quindi, come imparare ad apprezzare la solitudine per non essere ansioso … Per saperne di più "
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: