La sindrome del salvatore

La sindrome del salvatore

Aiutare gli altri è uno dei comportamenti che gode di un grande riconoscimento sociale. In generale, quando siamo altruisti, miglioriamo la vita dell'altra persona. Ecco perché in termini sociali è uno dei modi più gratificati per agire. Tuttavia,è sempre una buona cosa aiutare gli altri?L'esistenza della sindrome del salvatore sembra mettere in discussione questa idea.

La sindrome del salvatore è una condizione psicologica che lo rendeuna persona sente costantemente il bisogno di aiutare gli altri.Questo modo di essere fa sì che l'individuo agisca un po 'estremo e le sue azioni possono persino diventare molto dannose.

In questo articolo cercheremo di capire cos'è questo modo di essere. Sarai in grado di identificarlo a casa e tra le altre persone.E puoi anche evitare situazioni in cui l'aiuto può diventare molto dannoso per gli altri.

Qual è la sindrome del Salvatore

Secondo la definizione ufficiale, una persona che soffre della sindrome del salvatoresente costantemente la necessità di salvare gli altri.Queste persone spesso tendono a cercare individui che hanno bisogno di aiuto e assistenza e addirittura sacrificano i propri bisogni, i propri desideri e le proprie aspirazioni.

Il problema è questoqueste caratteristiche possono facilmente portare alla creazione di relazioni tossiche.In generale, le persone che soffrono di questo complesso tendono a vivere su relazioni co-dipendenti. Nella maggior parte dei casi, questo è uno dei peggiori tipi di relazione che possono esistere.

In queste relazioni, uno degli individui ha costantemente bisogno dell'aiuto dell'altro per sentirsi bene.Pensa di non poter vivere senza questa persona.Il salvatore, lui, si sente più forte grazie alla dipendenza del suo coniuge. Ma dopo un po ', alla fine si annoierà e si sentirà limitato dal bisogno dell'altro.

Quindi, in una coppia co-dipendente formata dalla sindrome del salvatore,nessuno dei membri è davvero felice.La persona dipendente dall'amore avrà sempre meno stima di sé e autostima mentre l'altro si sente soffocato e incolpa il suo / la sua / sua consorte.

Va sottolineato che questa dinamica non si verifica solo nelle relazioni. È possibile vederlo apparire tra amici, familiari, colleghi … Tuttavia,di solito si svolge nel campo delle relazioni romantiche.

Come evitare questa dinamica

Ora troverai una serie di chiavi che ti aiuteranno a evitare di formare relazioni co-dipendenti. Se pensi che, in una certa misura, soffri della sindrome di questo salvatore,applicarli alla tua vita può essere di grande aiuto per te.

  • Ricordati di tesei responsabile solo per te stesso.Ogni persona deve prendere le redini della propria vita, delle sue emozioni e delle sue azioni. Non devi salvare le persone se non ti rende felice.
  • Impara a dire di no.Per molte persone, il rifiuto di fare ciò che una persona amata chiede loro di fare è estremamente difficile. Tuttavia, non farlo porta inevitabilmente alla dipendenza e al risentimento. Tecniche dominanti come l'assertività possono quindi aiutarti enormemente a migliorare le tue relazioni.
  • Imposta i limiti.Se hai caratteristiche relative al complesso del salvatore, significa sicuramente che ti piace aiutare gli altri. Devi sapere quanto puoi andare lontano. C'è qualcosa che non ti piace particolarmente? Quando aiuta gli altri a diventare troppo per te?
  • La tua felicità è la tua priorità.Siamo sempre cresciuti con l'idea che prendersi cura del proprio benessere prima di quello degli altri è un po 'egoista. Ma se un'azione ti renderà infelice, farlo non ha senso. Se vuoi davvero aiutare, cerca di trovare un modo per farlo evitando la sofferenza.

In definitiva, se vuoi liberarti dalla sindrome del salvatore,devi esaminarti in un modo completamente onesto.Solo così facendo e ricordando che sei responsabile della tua felicità puoi creare e mantenere relazioni che ti portano benessere.

Dall'egoismo all'autostima secondo Aristotele

Ci concentriamo qui sulla famosa opera di Aristotele "Etica nicomachea" per distinguere l'egoismo dall'autostima. Saperne di più
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: