La sindrome da sovrallenamento: quando lo sport diventa pericoloso

La sindrome da sovrallenamento: quando lo sport diventa pericoloso

È chiaro a tutti noi che lo sport è un pilastro fondamentale di buona salute. Il fatto è che dobbiamo mantenere un equilibrio perché, come in ogni cosa nella vita, è importante non lasciarsi trasportare. La pratica regolare di qualsiasi sport è la chiave del benessere.

Quindi quando ci alleniamo, è importante non dedicare troppo tempo all'addestramentoperché, oltre ad essere una cattiva abitudine, possiamo sviluppare una sindrome da sovrallenamento. Nel resto di questo articolo, spiegheremo che cosa questa sindrome è per voi per impedirlo.

"La mia forza è che sono più equilibrato e più calmo della maggior parte dei ciclisti".

-Miguel Indurain-

Cos'è la sindrome da sovrallenamento?

Giocare regolarmente su uno sport ci offre innumerevoli vantaggi. Tuttavia, fai attenzione a non abusarne. Psicologicamente, lo sport ci aiuta a ridurre la depressione e l'ansia, promuove l'adattamento allo stress, aumenta l'autostima e migliora le relazioni sociali. Dal punto di vista fisico, ci aiuta a prevenire l'obesità e i disturbi cardiovascolari.

Il problema è quando impieghiamo molto tempo a praticarequando aumentiamo in modo significativo il carico di lavoro durante l'allenamento e quando riduciamo i tempi di recupero tra le sessioni. Questo non è solo dannoso per le nostre prestazioni sportive, ma anche per la nostra salute.

Il corpo potrebbe quindi essere saturo. Questo "burn out" sarà caratterizzato da alcuni sintomi come stanchezza fisica o mentale, umore, apatia o presenza di determinati disturbi del sonno. Questa condizione può anche diventare cronica, portando alla sindrome da sovrallenamento. Il corpo è così saturo che non è in grado di riprendersi dallo sforzo.

Questa diminuzione delle prestazioni atletiche può far precipitare l'individuo in una spirale dannosaperché assocerà la diminuzione della capacità fisica a mancanza di esercizio o sforzo e sceglierà di aumentare il carico di allenamento, peggiorando così le conseguenze di questa sindrome.

Quali sono i sintomi della sindrome da sovrallenamento?

La sindrome da sovrallenamento si manifesta sia con cambiamenti fisiologici e psicologici che con sintomi di disadattamento.. In generale, il malato sperimenta sintomi come affaticamento, insonnia, perdita di appetito, perdita di peso corporeo, mal di testa, dolori muscolari, infezioni frequenti, disturbi digestivi e persino amenorrea con osteoporosi.

Psicologicamente, possono verificarsi depressione, ansia, diminuzione dell'autostima, apatia, costante affaticamento mentale, mancanza di interesse, diminuzione della concentrazione e instabilità emotiva. I cambiamenti delle prestazioni si manifestano anche con una riduzione di forza, resistenza, velocità e coordinazione.

Come puoi immaginare, la persona con questa sindrome farà errori più tecnici. Di conseguenza, sarà più difficile raggiungere gli obiettivi che si è prefissata. Ma non solo, fisiologicamente, la sua frequenza cardiaca e la pressione sanguigna aumenteranno, così come il suo consumo di ossigeno.

"Se non sei sicuro, troverai sempre un modo per non vincere."

-Carl Lewis-

Cosa fare in caso di sindrome da sovrallenamento?

In questa fase, non è sufficiente interrompere l'allenamento, quindi la cosa più importante è rilevare la sindrome da sovrallenamento il più presto possibile. Per invertire questa tendenza, è essenziale adeguare diversi fattori: il tempo consentito, il carico di allenamento e il tempo di recupero tra le sessioni.

D'altra parte, è anche importante aumentare il tempo speso per esercizi vari e divertenti. Il piacere e il rilassamento dell'atleta saranno incoraggiati. Inoltre, è essenziale migliorare la motivazione e la fiducia in se stessi..

"Non puoi mettere limiti a nulla, più sogni, più vai avanti."

-Michael Phelps-

Infine, è importante imparare a regolare efficacemente il disagio emotivo associato, nonché a ripristinare stili di vita sani in cui il riposo e un'alimentazione sana sono le priorità.

Immagini di Joshua Jordan e Marc Rafanell López.

L'importanza della resilienza nello sport

Lo sport è un modo meraviglioso per affrontare i problemi, eccellere e imparare a essere resilienti ogni giorno. Saperne di più
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: