La paura di stare da solo

La paura di stare da solo

La paura di essere soli, di non avere contatto con gli altri, è inerente all'essere umano. In quanto esseri sociali, dobbiamo essere circondati da altri per sentirci soddisfatti e sviluppare le nostre capacità in modo soddisfacente.I collegamenti con gli altri ci alimentano,arricchirci e, in un certo senso, sono necessari per raggiungere il benessere.

Tuttavia, questo comportamentosi trasforma in un problema quando ci troviamo incapaci di condurre una vita normalesenza compagnia. Sia perché l'assenza di un coniuge o perché si vive all'estero, la solitudine, anche se è comune, può crescere in modo preoccupante fino a quando non soffochiamo.Approfondiamo questa idea.

La paura di stare da solo può limitare la crescita personale.
suddividere

Qual è la paura di essere solo?

La paura di essere soli si basa sul seguente punto:ci sentiamo incapaci di svolgere qualsiasi attività che coinvolga la solitudine.I limiti possono anche essere raggiunti quando uno non riesce a prendersi cura di sé o quando si cerca disperatamente la compagnia. Questa circostanza è anche chiamata autofobia o "paura di se stessi".

Normalmente, la paura della solitudine è associata ad agenti esterni. Nei bambini,potrebbe essere associato alla paura della separazione.Questo accade quando i piccoli non sono in grado di capire che i loro genitori non stanno andando via, ma che saranno separati solo per alcuni giorni.

Negli adulti, viene spesso la paura della solitudinela perdita di una persona cara, di una separazione sentimentale …Queste situazioni favoriscono l'apparizione di questo tipo di paura a causa di un profondo sentimento di abbandono e bassa autostima.

Come superare la paura di stare da solo

1. Comprendi la tua paura

Il primo passo per superare la paura di essere soli è farlointrospezione.Questo è un punto fondamentale perper capire il processo che stiamo attraversando e per essere in grado di agire.Questa è la parte più importante perché abbiamo molti metodi di difesa. La negazione è una di queste.

La negazione può essere utile per schivare le nostre paure nei momenti di stress, ma a lungo termine,non possiamo bloccare questa parte di noi.Pertanto, capire cosa ci sta succedendo è il primo punto in questo processo.

2. Accettalo, valuta la tua paura

Per combattere la nostra paura, non dobbiamo solo riconoscerla:dobbiamo anche accettare che lei è parte di noi.Questo processo, un po 'più complesso, è accompagnato dal perdono.

Non possiamo permettere che la colpa ci invada.La paura, tra le altre cose, ci fa crescere.Se riusciamo a trovare valore, faremo molta strada in questo processo di superamento. Lo psichiatra svizzero Carl Jung lo ha già detto: "Ciò che neghi ti sottomette, ciò che accetti ti trasforma".

3. Analizzare le cause

Tutte le paure hanno un'origine, una causa. È importante da scoprirequal è la fonte della nostra emozioneesaminare le possibili soluzioni e, soprattutto, sapere cosa vuole dirci. La paura della solitudine è solitamente dovuta, come abbiamo visto, alla separazione, alla distanza, alla perdita. In realtà, lei è normalmente collegata ad altre emozioni e aspetti come il seguente:

  • La paura dell'abbandono
  • La paura di fallire oeccesso di perfezionismo e responsabilità
  • La paura di ciò che gli altri diranno o penseranno

D'altra parte, identificare la causa può sembrare semplice. Ma molto spesso il dolore distorce la nostra realtàe il processo di sorpasso diventa più complicato. È quindi importante tener conto di questa causa per non ignorare i nostri sentimenti e lavorare su queste emozioni.

4. Associare la solitudine ad aspetti positivi

Superare la nostra paura della solitudine non significa rinunciare a questo. Dobbiamo capirlola solitudine è necessaria e positiva per la nostra vita.Se lo osserviamo da un punto di vista adeguato, può diventare un rifugio che ci consente di connetterci al nostro "me".

Per raggiungere questo obiettivo, possiamo usare l'associazione. Se la associamo a elementi e significati positivi, la nostra paura sparirà a poco a poco. Inoltre,la solitudine può supporre l'inizio di una fase di ricostruzione.Un passo in cui diamo la priorità e ci prendiamo cura di noi stessi.

La solitudine ci aiuta a capirci. Ci porta momenti di pace che possiamo godere con la migliore compagnia che abbiamo. Questo può farci sentire unici e speciali.
suddividere

5. La solitudine è fondamentale

Come abbiamo visto, la solitudine fa bene alla nostra salute emotiva. Inoltre, ci consente di mantenerci in questo stato.Ciò significa che cercare la solitudine è una cosa rilevante, e anche ogni giorno. Grazie a lei,possiamo recuperare l'energia che abbiamo perso durante il giorno.

Una passeggiata da solo, vai a vedere un film che ci piace, cena in pace …Tutto è bello per godersi quei momenti di solitudine di cui abbiamo tanto bisogno.

6. Aiuto professionale

La paura della solitudine può a volte diventare un problema serio che va alla derivain depressione, ansia e persino nella dipendenza emotiva.In questi casi è importante consultare uno specialista.

Ricorda:sei la tua migliore compagnia.Senza di te, non saresti la persona che sei. Può sembrare ovvio, ma spesso dimentichiamo che siamo la nostra migliore confidente e che siamo gli unici a comprenderci perfettamente.L'unica persona indispensabile nella tua vita è te stesso.

Come superare la paura di stare da solo

Riuscirai davvero a superare la paura di essere solo? Guarisci la solitudine? Nelle righe seguenti, risponderemo a queste domande. Saperne di più
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: