Ketamina: una droga illegale presto usata come trattamento contro la depressione?

Ketamina: una droga illegale presto usata come trattamento contro la depressione?

La ketamina è una droga nota per essere utilizzata nell'ambiente festivo per promuovere la disinibizione che si verifica in alcuni contesti. Questo composto fu sintetizzato per la prima volta nel 1962 come analgesico per il sollievo delle vittime nelle zone di combattimento. Inoltre, molti veterinari lo usano per anestetizzare i cavalli.

Dal 2006, gli psichiatri hanno iniziato a scoprire il suo potente effetto anti-depressivo. Al contrario, il problema che si presenta è i suoi effetti collaterali marcati e pericolosi. Se passeremo qualche minuto ad esplorare la farmacologia della depressione, lo realizzeremo il prozac e il suo generico, fluoxetina, sono stati sostituiti da altri tipi di antidepressivi più specifici.

Un buon uso e una buona somministrazione di questi possono aver favorito l'effetto, ridurre gli effetti collaterali ed essere più specifici nel trattamento dei sintomi in questione. Ad esempio, stiamo pensando ad antidepressivi di terza generazione, come la venlafaxina, che sono molto efficaci nel trattamento della depressione con ansia generalizzata. Il paziente può quindi essere più propenso a svolgere attività, in modo che l'energia che produce trovi nel movimento un modo per dissipare.

Un paziente su tre affetto da depressione grave vive senza rispondere il trattamento e le recidive si verificano nel 75% dei casi (tutto dipende dal tipo di depressione e dal paziente). Con un tale panorama, non vale la pena considerare altre alternative?

La depressione oggi

Anche se vogliono nasconderlo, né i famosi attori, né i musicisti né i programmatori della Silicon Valley non sfuggono. Andrés Iniesta parla della depressione nella sua autobiografia, così come di Bruce Springsteen. La depressione sarà la principale causa di disabilità in pochi anni.

Il problema è che oggi, nonostante i progressi compiuti, non ci sono ancora trattamenti o interventi multidisciplinari efficaci in tutti i casi. Da qui la necessità di investire nella ricerca e continuare a esplorare nuove strade.

La consapevolezza dell'ecologia, della salute mentale e della distribuzione della conoscenza e della ricchezza segnerà l'agenda per gli anni a venire. Inoltre, sarà bello farlo se vuoi sopravvivere come specie o anche migrare verso altri pianeti.

Tutti questi cambiamenti influenzano il nostro cambiamento emotivo, lo stress si cristallizza in tristezza e c'è una percentuale maggiore di persone che si sentono disconnesse dal mondo. in ogni processo di cambiamento. D'altra parte, anche se il contesto può influenzare, abbiamo parlato di depressione sin dai tempi di Ippocrate e, nel corso della storia, è stato attribuito a vari significati.

Grave depressione e stress post-traumatico: persone che non possono venire a patti con il mondo

Oltre ai sintomi correlati a disturbi del sonno, appetito, apatia, tristezza e irritabilità, sia nello stress post-traumatico che nella depressione grave c'è un senso di perdita di controllo e di connessione con la realtà che circonda le persone che ne soffrono. Tutto ciò porta un profondo senso di disperazione. Che si tratti di un trigger o meno, la depressione isola il soggetto dal mondo e viceversa.

La combinazione di inibitori selettivi della serotonina, come il prozac e le terapie cognitivo-comportamentali, sembra essere la migliore opzione per migliorare lo stato di salute del paziente. In termini concreti, la componente "attivazione comportamentale" è quella che funziona meglio.

Il farmaco sembra essere efficace solo per migliorare i sintomi di sintomi molto gravi, atipici o vegetativi. Inoltre, il trattamento farmacologico non sembra mostrare apertura allo psicologo in un isolato medio-lungo termine. Anche questa non sembra un'opzione molto allettante, e ancora di più se si prendono in considerazione i numerosi effetti collaterali, anche se in alcuni casi funziona bene (senza essere specificamente noto perché).

L'effetto dissociativo: l'elemento distintivo della ketamina rispetto alla fluoxetina

Come discusso in precedenza in questo articolo, gli antidepressivi più comuni agiscono come inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina nello spazio pre-sinaptico, aumentando la sua presenza nel cervello.Qualcosa di simile a "prolungare la durata del piacere", attivare artificialmente il meccanismo della "felicità", stimolando il suo principale neurotrasmettitore.

Tuttavia, tutte le depressioni gravi non migliorano significativamente con questo trattamento farmacologico. In molti casi, questa condizione ti impedisce di iniziare a sottoporsi a terapia psicologica. Cosa può assumere la ketamina in tutto questo?

La ketamina non può essere somministrata senza uno stretto controllo medico. In questo senso, sono stati condotti diversi test e hanno dato risultati sorprendenti. Ciò che è veramente rivoluzionario è il fatto che isola la molecola che raggiunge gli effetti positivi (potente e veloce)eliminando così la parte del composto che causa la maggior parte degli effetti collaterali.

Se confrontato con altri antidepressivi, la velocità e l'effetto che produce è la differenza a favore della ketamina. D'altra parte, questo composto sintetizzato offre esperienze allucinatorie e alterazioni dissociative andando alla velocità di una e-mail: il "me" si divide, e improvvisamente la realtà è diversa, forse andando oltre l'estrema dissonanza cognitiva sperimentata dal "sé abituale" in relazione al mondo.

Quando la persona sembra fare questo con gli effetti della ketamina, non sappiamo se è perché è in grado di sperimentare una realtà parallela. In questo senso, sembra che l'esperienza percettiva allucinatoria attivi i sensi della persona in modo tale da amplifica i suoi sentimenti, così i ricordi spiacevoli non avrebbero senso in questa "nuova realtà"” .

Forse è la realtà e lo stigma che creiamo in questa società che ci fa ammalare. Forse sono questi prodotti sociali che indeboliscono le nostre difese emotive e producono questo effetto tunnel nella nostra visione, che ci porta a vedere solo porte chiuse. In un modo o nell'altro, quello che è certo è quello la depressione si presenta come una sfida sempre più importante: la sua incidenza è in aumento e l'efficacia di trattamenti, terapie e piani di intervento deve evolversi per essere in grado di rispondere efficacemente ad ogni colpo. La ketamina non potrebbe essere una soluzione?

Il farmaco fa davvero male quando non viene identificato nessun altro problema

Perché alcune persone consumano alcol, anche frequentemente e in quantità elevate, ma non cadono nella dipendenza? Saperne di più
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: