Karen Horney e la sua interpretazione della psicoanalisi

Karen Horney e la sua interpretazione della psicoanalisi

Karen Horney è uno dei pochi nomi femminili ad apparire nella storia della psicoanalisi e della psichiatria durante la prima metà del 20 ° secolo. Era, senza dubbio, una donna ammirevole. Non aveva paura di affrontare il padre della psicoanalisi, Sigmund Freud, proponendo la sua teoria.

Questo psicoanalista non condivideva il punto di vista di Freud sul determinante del sesso nella conformazione della struttura psichica. Karen Horney pensava che al di là della biologia, la cultura avesse un'influenza decisiva sulla formazione della personalità. Le sue teorie hanno avuto un impatto significativo e, di conseguenza, ha brillato con la sua stessa luce.

La teoria che ha creato porta il suo nome. Fu respinta da molti psicoanalisti del suo tempo. Nonostante ciò, è stata la fondatrice dell'Associazione per l'avanzamento della psicoanalisi negli Stati Uniti. A questa organizzazione hanno partecipato personalità come Erich Fromm, Harry Sullivan e Margaret Mead, tra gli altri.

"Fortunatamente, l'analisi non è l'unico modo per risolvere i conflitti interni, la vita stessa è ancora un terapeuta molto efficace."

-Karen Horney-

Gli inizi di Karen Horney

Karen Horney è nato ad Amburgo, in Germania, il 16 settembre 1885. Era la figlia di una coppia molto conservatrice, composta da suo padre, un capitano di mare, sua madre, una casalinga e cinque fratelli. Quattro di loro erano i figli del primo matrimonio di suo padre.

Alla madre di Karen non piaceva suo marito. Sembra che abbia avuto un grande impatto su Horney da bambino. Il disprezzo della madre per il matrimonio la portò ad educare sua figlia ad essere al di sopra del destino classico delle donne in quel momento. La incoraggiò a studiare medicina e la sostenne con grandi sacrifici.

Tuttavia, Karen sposò Oskar Horney e finì la scuola. Si è unita alla clinica neuropsichiatrica dell'Università di Berlino e incontrato uno dei più brillanti psicoanalisti del suo tempo: Karl Abraham. Ha realizzato la sua psicoanalisi con lui e, allo stesso tempo, ha iniziato ad allenarsi come psicoanalista.

Un cambiamento concettuale

Karen Horney ha avuto problemi emotivi. Non era in grado di avere una vita sessuale completa e soffriva anche di episodi depressivi. Durante la sua psicoanalisi, Abramo affermò che ciò era dovuto a un desiderio incestuoso per suo padre. Karen respinse questa interpretazione e fu quindi critico nei confronti della psicoanalisi classica.

Il matrimonio di Karen Horney cominciò a sprofondare quando suo marito andò in bancarotta e si ammalò di meningite. Più tardi, con l'avvento della seconda guerra mondiale, Karen ha deciso di trasferirsi negli Stati Uniti. Era lì che avrebbe sviluppato la maggior parte del suo lavoro.

Contributi di Karen Horney

Karen Horney ha decisamente rifiutato il concetto di "invidia del pene" di Freud. Lei lo ha sostenuto i sentimenti di inferiorità e inibizioni sessuali presenti in molte donne non erano dovuti a determinazioni anatomiche. Erano piuttosto il risultato di un'educazione restrittiva che negava e riduceva la femminilità.

Sebbene Karen Horney abbia mantenuto il postulato psicoanalitico che l'infanzia è lo stadio decisivo nella formazione della nevrosi, ha anche dato la sua interpretazione di questo postulato. Secondo lei, non sono i conflitti sessuali che finiscono per generare ansia e nevrosi. È piuttosto l'affetto o la disaffezione dei genitori che determina la salute mentale.

Per Horney, se i genitori non rispondono ai bisogni emotivi dei loro figli, suscitano sentimenti di ostilità, frustrazione e inibizione. E se l'espressione di questa ostilità è limitata, nella persona appaiono fantasie autodistruttive e difficoltà nei rapporti sociali. Tutto ciò porta all'ansia.

Dalla psicoanalisi all'umanesimo

Karen Horney era affettuosamente legata a Erich Fromm e il suo pensiero umanistico aveva un grande impatto su di lei. La loro unione era intellettualmente molto produttiva. Tuttavia, anche la gelosia professionale e il conflitto coniugale sono emersi. Ciò li spinse a interrompere la loro relazione e, allo stesso tempo, a rompere l'Associazione per l'Avanzamento della Psicoanalisi, di cui entrambi facevano parte.

Karen Horney è considerata la prima a dare un posto assolutamente decisivo all'affetto infantile. Tutta la sua teoria sostiene che il sentimento di impotenza durante i primi anni segna l'intero spirito umano.

Le opere più notevoli di Horney sono La personalità nevrotica del nostro tempo e Neurosi e maturità. Fu solo dieci anni dopo la sua morte che guadagnò un posto speciale nella storia delle scienze della mente. Oggi è considerata uno dei fondatori del movimento umanista.

Sandor Ferenczi, un riferimento in psicoanalisi

Sandor Ferenczi passò ai posteri come "enfant terrible" della psicoanalisi. Questo meraviglioso uomo di scienza nacque il 7 luglio 1873 in Ungheria. Il suo nome … Per saperne di più "
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: