Iperosmia: definizione e cause

Iperosmia: definizione e cause

Immagina quanto sarebbe scomodo se potessi sentire l'odore del sudore o dello slurry molto più intensamente del solito? Sarebbe un vero calvario, no? Bene, questo è ciò che le persone affette da iperosmia soffrono ogni giorno, un disturbo che è caratterizzato da una capacità più sviluppata del normale di percepire gli odori che altri non riescono nemmeno a rilevare.

Le persone che soffrono di iperosmia possono, ad esempio, annusare l'odore di un giglio o gelsomino nel mezzo di una montagna di bidoni della spazzaturao per riconoscere l'odore di una persona a lunga distanza. Ciò non significa che diventino cani da caccia o che abbiano poteri sovrumani, ma semplicemente che abbiano sviluppato un'ipersensibilità e una particolare acutezza olfattiva.

Iperosmia: qualità o disturbo?

Questa acuità olfattiva ha tanti vantaggi che conseguenze spiacevoli per chi ne beneficia o ne soffre. Per alcuni, l'iperosmia è una benedizione, mentre per gli altri è fonte di sofferenza inesauribile. Vediamo alcuni esempi.

Sei sul pianerottolo della tua casa e senti l'odore di un piatto appetitoso o di una torta preparata dai vicini; molto probabilmente, ti rende affamato. Tuttavia, se l'odore che ti viene così intensamente è spiacevole, allora le cose sono diverse.

Ora immagina di essere nel tuo salotto dove riposi in silenzio dopo una dura e lunga giornata di lavoro, e di ottenere odori di tutti i tipi senza che tu possa evitarli: il lustrascarpe del vicino di sopra, il deodorante da toeletta, la lacca del vicino del quinto o l'olio bruciato in una casseruola. E questo ogni giorno e in qualsiasi momento. L'unica cosa che potrebbe farti desiderare di farlo sarebbe vivere con una clip sul tuo naso.

Quando compare l'iperosmia?

Questa patologia è nella stessa dimensione, anche se al contrario, che altri due tipi di disturbi percettivi legati al senso dell'olfatto: l'iposmia, cioè la diminuzione della sensibilità olfattiva, e l'anosmia, o il totale assenza di capacità di sentire.

Di questi tre disordini, l'iperosmia è la meno comune, motivo per cui è una patologia poco studiata. È proprio perché il suo impatto sulla popolazione è così basso che sappiamo così poco delle cause che lo producono. D'altra parte, ciò che è noto è che ci sono alcune diagnosi o fattori di rischio a cui è associato, come ad esempio la menopausa, la malattia di Addison, ipertiroidismo o cambiamenti neuronali dovuti a uso di anfetamine o sindrome da astinenza.

In alcuni casi, questa condizione alla fine scompare da sola: appare solo per un periodo di tempo definito e dura solo in casi estremi.

L'iperosmia gioca a nostro favore o il nostro sfavorevole?

Per un profumiere o un sommelier, essere iperosmico è un vero vantaggio. Questo è il caso del protagonista del romanzo e del film omonimo profumo ; infatti, la sua iper-percezione olfattiva gli ha permesso di essere uno dei migliori della sua professione. Tuttavia, per gli altri, può trasformarsi in una vera agonia.

Questo disturbo causa problemi molto seri negli ambienti sociali a causa del grado di rifiuto o malcontento che certi odori suppongono per questo tipo di persone. Per esempio, arrivare a considerare il suo cibo come qualcosa di disgustoso o il suo profumo preferito come qualcosa di insopportabile. A volte anche le persone iperosmiche possono svenire se si trovano in aree affollate o nel mezzo di una folla, come la metropolitana o l'autobus.

Come scompare l'iperosmia?

Poiché non si può determinare con certezza la sua origine, i trattamenti destinati a curare o comunque a ridurre l'iperosmia danno luogo a risultati contraddittori. Ad esempio, abbiamo usato sostanze anti-psicotiche opposte alla dopamina per trattare questo disturbo ; quando questi neurotrasmettitori sono inibiti, un minor numero di odori arriva al bulbo olfattivo.

Grazie alle testimonianze, sappiamo che alcune persone iperosmiche affermano che il fumo riduce anche la loro capacità olfattiva. Ma attenzione! Questa affermazione deve essere presa con le pinzette, perché se c'è qualcosa che è stato scientificamente provato, è che il fumo non migliora la salute … al contrario.

Ecco perché, probabilmente, la prima cosa che devono fare entrambe le persone con iperosmia e quelli che li circondano evitare o rimuovere odori forti che possono risultare davvero insopportabili. Generalmente, questi odori provengono da alimenti come pesce, carne, determinate salse o caffè. In assenza di trattamento farmacologico, non c'è alternativa al controllo dell'esposizione.

Iperosmia delle donne incinte

Curiosamente, la maggior parte delle donne che soffrono di questo tipo di disturbo "transitorio" è incinta. Ecco perché, dall'inizio alla fine della gravidanza, hanno un'ipersensibilità olfattiva dovuto, principalmente, all'aumento della concentrazione di estrogeni e progesterone nel sangue.

Di conseguenza, si sviluppa l'olfatto di queste donne, che le porta a trovare ripugnanti odori che in precedenza erano graditi a loro, e viceversa. Alcuni odori possono persino far loro desiderare di vomitare. Durante alcune gravidanze, questo deterioramento diminuisce o scompare dopo il primo trimestre. Per gli altri, è mantenuto per tutto il periodo della gravidanza e scompare gradualmente dopo il parto.

È possibile che questa alterazione fisiologica sia stata ereditato dai nostri antenati in modo che la madre possa riconoscere l'odore del proprio bambino alla nascita.

Altri disturbi percettivi curiosi legati all'olfatto

La disosmia è una malattia neurologica che provoca un'alterazione del senso olfattivo. Può manifestarsi come anosmia (precedentemente citata in questo articolo), parosmia o fantosmia.

  • La parosmia provoca un deterioramento della funzione olfattiva, che porta all'incapacità del cervello di identificare correttamente l'odore naturale o intrinseco di qualcosa di particolare. Ad esempio, una persona che soffre di parosmia può trovare l'odore di una rosa sgradevole, mentre generalmente è un odore gradevole per la maggior parte delle persone.
  • La fantosmia è una specie di allucinazione olfattiva ; chi soffre rileva odori che non esistono o non ci sono. Questo cattivo odore fantasma fa pensare ai pazienti che sentono odore di gas naturale, c'è una perdita o sono in pericolo. Stiamo parlando di un suggerimento molto potente dell'odore in questione.

L'unico odore di patatine fritte, per quanto calorico, non può saziarci. È necessario uno studio più ampio di questo tipo di disturbi, e in particolare di iperosmia. Per diminuire il suo impatto sulla vita di coloro che soffrono, è fondamentale capire perché e come appare.

Odori dell'infanzia: le porte del nostro passato emotivo

Il naso è "l'ingresso fisico" nel nostro mondo emozionale. In lui, inserisci un processo meraviglioso di cui parleremo in questo articolo. Saperne di più
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: