Intelligenza spirituale: la ricerca di un obiettivo attraverso la calma interiore

Intelligenza spirituale: la ricerca di un obiettivo attraverso la calma interiore

L'intelligenza spirituale mira a darci un senso di trascendenza,un obiettivo vitale che va oltre il semplice materialismo. È un tipo di filosofia che Viktor Frankl difese ai suoi tempi. Una filosofia che ci permetterebbe di sentirci soddisfatti trovando il nostro significato in questa realtà complessa, un obiettivo che può essere raggiunto solo attraverso la calma interiore, l'equilibrio personale.

Da quando Daniel Goleman rese popolare, negli anni '90, il concetto di intelligenza emotiva,questo movimento di concepire in modo più ampio tutti i processi cognitivi, astratti e intellettuali che orchestrano la nostra mente è solo cresciuto.L'argomento in sé non è esente da alcune controversie, specialmente da quando Howard Gardner, uno psicologo nordamericano della Harvard University, ha difeso un altro concetto di intelligenza.

L'intelligenza spirituale include l'intelligenza razionale ed emotiva per trascenderli, per migliorare il nostro sviluppo e la nostra connessione con noi stessi e gli altri.
suddividere

Stiamo parlando, ovviamente, dell'idea di intelligenze multiple.Gardner ci ha parlato di una serie di aree, potenzialità attraverso le quali tutti possiamo illustrare.Quindi, dopo questi otto tipi di intelligenza, pensò di aggiungere un nono. E gli diede il nome di intelligenza spirituale.

Era ben consapevole a quel tempo che mancava prove scientifiche per dimostrare questa abilità. Ecco perché ha preferito non includerlo. Tuttavia, molti filosofi e psicologi come Robert Emmons o Danah Zohar cercano di aggiungerlo alla lista perdimostrare che il riconoscimento di questa competenza è un ulteriore passo nella realizzazione umana.

Cos'è l'intelligenza spirituale?

Potresti aver sentito parlare di Abraham Maslow e della sua piramide dei bisogni.Sappiate che Maslow ha fatto diverse correzioni nella sua proposta. Uno di loro si riferiva a questo bisogno che coronava la piramide.Alla fine realizzò una cosa: era essenziale che le persone aspirassero alla "autorealizzazione", intesa come uno stato spirituale da cui emanano creatività, tolleranza e saggezza.

Era uno stato attraverso il quale la personasi sta avvicinando alla scoperta di uno scopo vitale, uno che vorrebbe dargli un significato. Il suo potenziale sarebbe anche collegato a quello degli altri per generare un bene tra di loro.

D'altra parte, nella nostra società molte persone finiscono per praticare ciò che viene chiamato "materialismo spirituale". Cercano, attraverso filosofie come il buddismo, la consapevolezza o lo yoga, un modo di autorealizzazione, come qualcuno che seguirebbe una ricetta di cucina letteralmente per autoalimentarsi, andando alla deriva. verso un'autentica tirannia dell'ego.

L'intelligenza spirituale non cerca di nutrire l'ego. Lei aspira atrovare un obiettivo vitale. Dobbiamo essere in armonia con noi stessi per connetterci meglio con gli altri.E dobbiamo anche connetterci dall'empatia. Una persona che sta bene con se stesso sarà in grado di dare il meglio di sé a coloro che lo circondano.

I 12 principi dell'intelligenza spirituale

Danah Zohar è un fisico, filosofo e psicologo presso l'Università di Harvard.È spesso considerata una delle più grandi menti di oggi ed è, a sua volta, uno dei pionieri nel promuovere l'accettazione dell'intelligenza spirituale come un'abilità aggiuntiva al lavoro.

Nel 2000 ha pubblicato il libro "Connettersi con la nostra intelligenza spirituale "per uno scopo molto concreto: delimitare e concretizzare i principi che orchestrano questo tipo di intelligenza.

Eccoli:

  • Sviluppa un senso di séSapere quali sono i nostri valori, in cosa crediamo, cosa ci definisce
  • Imparare ad essere ricettivi a ciò che ci circonda attraverso un'adeguata calma interiore, un equilibrio senza paura, senza pensieri ossessivi, senza preoccupazioni …
  • Agisci dai nostri principi e assumi le conseguenze
  • Avere un senso di appartenenza, sapere come connettersi a ciò che ci circonda
  • Coltiva la compassione e l'empatia
  • Valutare le persone per quello che sono, accettare ciò che ci rende diversi
  • Osa difendere le nostre convinzioni e i nostri valori
  • Essere umili
  • Non aver paura di fare domande, cerca il perché delle cose
  • Essere di mentalità aperta e avere un senso critico
  • Sviluppare un'adeguata capacità di recupero
  • Avere una vocazione per qualcosa

Qual è la "vera" utilità dell'intelligenza spirituale?

Autori come Howard Gardner, Danah Zohar stessa e Robert Emmons affermano che l'intelligenza spirituale consente loro di percepire connessioni più significative tra la vita quotidiana e le preoccupazioni.È, dicono, un modo per risolvere i problemi conoscendo bene i nostri obiettivi.L'intelligenza spirituale ci impedisce di concentrarci su cose che non ne valgono la pena e ci aiuta a concentrarci su ciò che ha senso. Ci consente di investire in una felicità più reale.

Tuttavia, ci manca questa visione più critica che ci avvisa di ciò che possiamo considerare o meno.Il pensiero rimuove spiritualmente tutta l'obiettività dai processi cognitivi.L'intelligenza spirituale ci farebbe vedere la realtà da un punto di vista soggettivo e, in un certo senso, ci impedisce di risolvere i problemi in modo più obiettivo. Perché ci muoviamo in ambienti estremamente complessi.

Ad ogni modo, il tema dell'intelligenza spirituale (come la teoria delle intelligenze multiple) è accompagnato da questa controversia che porterà sempre più contro che contro. Tuttavia, non possiamo ignorare l'interesse che suscita nel campo della crescita personale. Alla fine,nulla può essere tanto importante per l'essere umano quanto trovare un obiettivo vitale e essere fedeli a questo obiettivo.

3 grandi leader spirituali con grande influenza al momento

Viviamo in un tempo deserto, dove i grandi leader spirituali sono scomparsi. Scopri tre di loro che hanno fatto la storia. Saperne di più
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: