Il segreto del fiore d'oro: il libro taoista cinese sulla meditazione

Il segreto del fiore d'oro: il libro taoista cinese sulla meditazione

Il segreto del fiore d'oro è un libro sulla meditazione e l'alchimia cinese, tradotto da Richard Wilhelm e commentato da Carl Jung. È basato su una metafora che ognuno di noi sarebbe costretto a svegliarsi e ad aprire la nostra coscienza alla Luce. Questa sarebbe un'apertura primordiale simboleggiata da un fiore d'oro, un centro di potere dove tutto circola e trascende se stesso.

Parlare di questo lavoro permette di fare riferimento a uno dei testi della più importante religione taoista ma anche uno dei più controversi. Il libro Il segreto del fiore d'oro è una traduzione "occidentalizzata" di una delle più grandi eredità spirituali dell'Asia. Quindi, come è successo con Il libro tibetano di vita e mortemolti dettagli sono stati semplificati. Ciò ha contribuito a convertire il libro in un manuale di yoga cinese perfettamente compreso dal mondo occidentale.

La natura di Segreto del fiore d'oro

D'altra parte, devi sapere che è molto più di questo. Sappiamo che la prima testimonianza di questo testo ha origine nel settimo secolo su una tavola di legno. Era un trattato cinese molto antico sull'esoterismo che veniva trasmesso oralmente. I suoi principi, codici e altre informazioni sono stati raggruppati da un membro della Religione della Luce il cui leader era Lu Yan. Si pensa che tutti questi metodi descritti provengano da idee sviluppate in Persia e le cui radici risalgono alle tradizioni egiziane.

Come possiamo vedere, è un libro che passa. La complessità di questa religione è immensa. Questa è la descrizione del processo alchemico in cui illuminiamo la coscienza spirituale. Per questo, dobbiamo concentrare la nostra attenzione su un sito sacro interno, su questo fiore d'oro che rappresenta sia la nostra origine che il nostro obiettivo. Anche, pure, Sebbene Wilhelm e Carl Jung abbiano omesso determinati aspetti, sono riusciti a offrirci un lavoro che ci ha presentato queste idee e questa filosofia.

"Il fiore d'oro è la luce, e la luce del cielo è il Tao, cioè dove si trova la vescicola germinale, dove l'essenza e la vita sono un'unità." La nascita del processo alchemico si verifica quando l'oscurità dà luce alla luce. "

-Il segreto del fiore d'oro-

Il segreto del fiore d'oro, una ricerca interiore

Nei suoi scritti, Carl Jung afferma di essere sempre stato interessato alla filosofia orientale. Intorno al 1920, iniziò la sua ricerca con Yi Jing. Così, finisce per approfondire questa saggezza ancestrale quasi senza rendersene conto attraverso questo linguaggio figurativo e le tradizioni orientali che lo interessavano tanto. Fu durante questo periodo che incontrò Richard Wilhelm, sinologo, teologo e missionario tedesco specializzato nella traduzione di opere dal cinese al tedesco.

L'idea di tradurre il libro di The Golden Flower è andato da lì; dopo un primo incontro a "The School of Wisdom" e successivamente al Psychology Club. Nel 1923, l'opera fece la sua apparizione con un prologo e commenti di Jung. Nel 1931, Carl Baynes lo tradusse in inglese, che segnò l'inizio del suo tour mondiale. Il lavoro ha trovato il suo posto sul comodino di molte persone che erano interessate allo yoga cinese. Tuttavia, Il segreto del fiore d'oro si occupa solo di yoga e meditazione? Nell'assoluto

L'importanza dello sviluppo del nostro fiore d'oro personale

Il titolo originale del libro assomigliava a questo: "Istruzioni per lo sviluppo del fiore d'oro ". Per comprendere l'argomento di questo libro, dobbiamo capire cos'è il fiore d'oro.

  • Il fiore d'oro è una metafora, ma una metafora che si riferisce a un certo tipo di alchimia, a una trasformazione interna.
  • La filosofia taoista afferma che esiste un'energia spirituale che trascende tutti noi. Una luce che simboleggia la nostra coscienza.
  • Per risvegliare questa luce o il nostro fiore d'oro, dobbiamo completare una serie di sedute di meditazione ed esercizi che sono presentati nel testo originale come alchimia energetica.
  • Questi esercizi continui ci permettono di concentrare gradualmente la nostra luce e di conformare (e di germinare) il fiore d'oro.

Da un punto di vista occidentale, è molto probabile che i principi esposti in questo libro sembrino distanti, persino strani. Tuttavia, portiamo un momento da ciò che ha spinto Carl Jung. Lasciamoci trasportare da questa sfumatura che ha affascinato lo psichiatra e il pioniere della psicologia analitica per gran parte della sua vita. Il fiore d'oro ci costringe a lasciare da parte le nostre menti occupate e socialmente condizionate per raggiungere uno spirito superiore, libero, creativo e persino celeste.

"La luce filtra sempre nei vortici che ci appartengono.La nostra coscienza si sta diffondendo nel nostro ambiente, in ciò che desideriamo, in ciò che sogniamo o nel nostro ambiente. Dobbiamo concentrare le nostre menti verso l'interno per permettere al fiore d'oro di germogliare e risvegliare la coscienza. "
suddividere

Calma la mente per aprire il cuore

Arrivando a questo livello dell'articolo, molti lettori si porranno una domanda più che ovvia. Che tipo di alchimia / meditazione dovrei portare a raggiungere questa luce descritta in il segreto del fiore d'oro ? La risposta sta in un aspetto semplice che richiede molta attenzione, pratica e volontà: dobbiamo imparare a calmare le nostre menti per aprire i nostri cuori.

  • Possiamo cominciare a chiederci chi siamo. Dopo questo interrogatorio e quasi senza rendercene conto, riusciremo a visualizzare la nostra faccia. Tuttavia, ciò che definisce chi siamo non è il nostro corpo, ma i nostri pensieri. Il più probabile è che parlino troppo, raccontino bugie e ci facciano credere a cose incerte. È meglio ignorarli.
  • Per calmare il suono dei nostri pensieri, dobbiamo praticare una respirazione profonda per calmare gradualmente il nostro interno. È qualcosa che non raggiungeremo in un giorno o una settimana. Calmare la mente richiede tempo.
  • Una volta raggiunto il silenzio interno, il riflesso avverrà. In questo momento, entreremo in contatto con lo spirito del nostro corpo, con il piedistallo in cui si trova la nostra coscienza e con cui lavorare regolarmente.

Il segreto del fiore d'oro si basa sulla pratica regolare della meditazione. Ad un certo punto, quando questo scrupoloso lavoro avrà eliminato uno ad uno gli strati che hanno intrappolato e condizionato la nostra mente, visualizzeremo un mandala. Una figura contenente questo splendente simbolo alchemico che ci libererà completamente: il fiore d'oro.

Il libro rosso o come Carl Jung ha salvato la sua anima

Tuffati nei meandri del Libro rosso di Carl Jung, un lavoro sorprendente che solleva ancora molte domande. Saperne di più
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: