Il mito della fata della casa

Il mito della fata della casa

La letteratura per bambini tradizionali è stata caratterizzata dalla diffusione di un'immagine sessista della realtà.Il mito della fata domestica è uno dei più predominanti, specialmente nei fumetti e nei racconti tradizionali in cui il protagonista è una donna.

In questo esempio, i bambini e le bambine si identificano con personaggi che hanno una grande forza emotiva e apprezzano i messaggi che trasmettono. In alcuni casi, le storie sono contemporanee ai cambiamenti e in altri,abbiamo trovato modelli chiusi, immutabili, sessisti e discriminatori.Approfondiamo questo punto.

Cosa implica il mito della fata domestica?

I racconti sono il riflesso di una mentalità.Attraverso le fiabe, diffondiamo il mito della fata domestica che illustra l'ideologia della supremazia dell'uomo sulle donne.In questo tipo di storie, i ruoli attribuiti a ciascun sesso influenzano la nozione di genere che si forma tra i più giovani.

Il mito della fata domestica si riferisce al personaggio femminile rappresentato dalle fate, anch'esso imparentato con il personaggio della strega. Questi due tipi di personaggi condividono alcune somiglianze, come ad esempio eseguire meraviglie o possedere attributi magici.Le fate sono caratterizzate dalla loro bellezza e gentilezza; streghe, sono esseri solitari e pieni di difetti(Si seducono solo con il loro potere o la loro magia).

Il ruolo secondario che viene adottatola donna nelle fiabe ruota intorno alla casa, l'educazione e la cura profusa dagli altri.L'obiettivo principale è che dedichi la sua vita agli altri. Il suo unico obiettivo deve essere il matrimonio.

Simboli rappresentativi del mito della casa fatata

Quando la caratterizzazione e la distinzione dei personaggi dipendono principalmente dal sesso (femminile o maschile), i valori trasmessi causano diverse funzioni e ruoli sessuali, che sono spesso totalmente opposti. Uno studio fatto dallo scrittoreTurín (1995) ha analizzato alcuni dei simboli più rappresentativi delle fiabe:

  • Gli occhiali:i personaggi maschili non li indossano. Di solito simboleggiano la saggezza in opposizione alla bellezza.
  • Utensili domestici (strofinaccio, grembiule, scopa, panno, ecc.)simboleggia la perfetta casalinga e madre che si dedica esclusivamente ai suoi compiti e non li trascura.
  • Le finestre:fate e principesse si nascondono dal mondo che li circonda. Questo è un segno di apatia e impassibilità.

In confrontoi personaggi maschili che appaiono nei racconti rappresentano sempre un uomo forte, coraggioso e combattivo.Se diventano maggiordomi o servi, l'immagine che trasmettono è quella della sottomissione. Ma perché non appaiono mai in una casa a fare le faccende domestiche quando sono forti e coraggiosi?

Fiabe

Racconti classici comeCenerentola, Biancaneve o Bella Addormentatasono esempi in cui tutte le principesse e le fate sono belle.Si dedicano esclusivamente alle faccende domestiche e vivono reclusi o privati ​​di una sfera sociale.La bruttezza è sempre associata alla crudeltà e la maggior parte dei conflitti è dovuta all'invidia, alla rivalità nella bellezza o all'amore di un principe.

Il mito della fata domestica si riflette molto bene in questi racconti. Attribuisce alla donna il ruolo della perfetta padrona di casa, come se fosse un dono o un'abilità che solo loro potrebbero sviluppare in modo ottimale.Questi valori stereotipati svalutano il lavoro delle donne e ostacolano lo sviluppo di un'educazione equa di genere.

Per concludere, il mito della fata domestica, rappresentato nella letteratura tradizionale delle storie per bambini,diventa uno strumento che perpetua ruoli di genere stereotipati. Alcuni comportamenti sono valutati e altri sono puniti.

Fortunatamente,questi valori e norme che sono stati trasmessi di generazione in generazione sono attualmente considerati completamente obsoleti e non aggiornati.Tuttavia, dobbiamo continuare a lavorare su alcuni aspetti senza tempo come il bene e il male, il valore dello sforzo, il valore del rispetto, l'amicizia, ecc.

3 miti dell'amore romantico

Eravamo tutti cullati da cartoni animati di principesse e principi affascinanti. Ma l'amore è davvero questa favola perfetta? Saperne di più
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: