Il metodo di Dali per risvegliare la nostra creatività

Il metodo di Dali per risvegliare la nostra creatività

Il metodo di Dali, basato sullo stato ipnagogico, cercava di trascendere il mondo della ragione per catturare il sogno, per renderlo suo e trasformarlo in arte.Il genio del surrealismo ha creato ciò che lui stesso ha definito "fotografie dipinte a mano di sogni", mondi in momenti eccentrici, panorami paurosi ma ipnotici che ancora oggi ci affascinano.

Molte persone possono vedere Salvador Dalí come un uomo eccentrico che è difficile da capire, a volte delirante, a volte controverso e sempre esagerato. Tuttavia, possedeva anche una tecnica meticolosa e infallibile che gli permetteva di catturare le sue emozioni più profonde per metterle in evidenza. Dali era un esploratore della psiche, uno psiconauta che non aveva mai avuto bisogno di droghe per raggiungere l'estasi creativa perché la sua mente era indubbiamente la migliore stimolante.

"Il vero pittore è colui che è in grado di dipingere scene straordinarie nel mezzo di un deserto deserto. Il vero pittore è colui che è in grado di dipingere pazientemente una pera circondata dai tumulti della storia".
-Salvador Dalí-
Allo stesso modo, il metodo usato da Dali per immergersi in questi oceani privati ​​e infiniti di onirici attira ancora oggi l'attenzione. Tanto chela sua tecnica è già stata descritta come "il pisolino ipnagogico verticale" e viene persino applicato in molti gruppi creativi per ottenere idee migliori, rimuovere alcuni filtri dall'universo della ragione e addestrare la mente ad essere più libera, più ricettiva …

Il metodo di Dalí per risvegliare e migliorare la nostra creatività

Diamo un'occhiata al tavolo sopra per un momento. Si chiama "Sogno causato dal furto di un'ape intorno a una granata, un secondo prima del risveglio ". Di per sé, il titolo ci offre già un piccolo indizio sul famoso metodo di Dali per creare le sue opere; tuttavia, in questo dipinto, voleva mostrare qualcos'altro che aveva imparato leggendo Freud:molti dei nostri sogni sono stimolati da suoni, odori o presenze esterne, come il suono di questa ape che corre intorno a noi mentre facciamo un pisolino.

Dali stava facendo un pisolino, anzi, e ogni volta che lo faceva, prendeva un cucchiaio con sé. Il suo metodo, la sua magia, il suo rituale erano i seguenti: dopo aver mangiato, si sedette su una poltrona. Teneva in una delle sue maniil cucchiaio e lasciato un piatto sul pavimento. Il suo pisolino è durato solo pochi minuti perché l'obiettivo non era dormire, ma raggiungere lo stato ipnagogico. Inoltre, sapeva che quando avesse raggiunto il sonno profondo, avrebbe lasciato cadere il cucchiaio dalla sua mano e che il suono che avrebbe prodotto toccando il piatto lo avrebbe immediatamente svegliato.Era quello che voleva.

Questa tecnica gli ha permesso di navigare tra sogno ed Eva lungo tutto questo oceano incommensurabile dove sorgevano gli esseri più incredibili, le più strane creature del mondo inconscio. Un piano intermedio che ha visitato ogni pomeriggio per alcuni minuti per godersi questo momento in cui la mente è più fluida e iper-associativa che mai.

Il metodo ipnagogico, molto comune tra le menti creative

Il metodo di Dali, fondato sul raggiungimento dello stato ipnagogico, non è stato scoperto da lui e non è stato ignorato dalla scienza, dalla psicologia e, soprattutto, dal mondo dell'arte. Anzi, e curiosamente, sappiamo che Lewis Carroll ha anche usato un metodo simile nelle sue abitudini come scrittore. lettura Alice nel paese delle meraviglie e soprattutto Alice dietro lo specchio, sentiamo immediatamente che Carroll stava anche usando un tipo di narrazione e immagini puramente oniriche.

Anche lui aveva creato un dispositivo di routine per svegliarsi prima di raggiungere un sonno profondo. A proposito, accanto alla sua poltrona, aveva un quaderno dove trascriveva istantaneamente ogni immagine che, come un pescatore in una zattera, era riuscito a raggiungere nel fiume del suo mondo subconscio. Perché lo stato ipnagogico ha questa curiosa facoltà, vediamo alcune delle sue caratteristiche:

  • Questo stato appare nelle fasi 1 e 2 del sonno profondo, non MOR.
  • Lo stato ipnagogico è una fase che potremmo considerare "pre-sogno". È qui che le nostre onde cerebrali passano dalla beta all'alfa.
  • In questa fase appaiono di solito allucinazioni visive e uditive brevi e intense.
  • Queste immagini vengono dimenticate non appena ci svegliamo.
  • Gli stati ipnagogici o le allucinazioni sono comuni nei bambini e negli adolescenti.
Gli autori che hanno studiato questo fenomeno, come Dorfman, Shames e Kihlstrom, spiegano che durante questi stati, la persona ha una sensazione di "conoscenza assoluta", di illuminazione. La mente inizia a creare molteplici associazioni tra ricordi, intuizione, emozioni, pensieri e stimoli dall'esterno fino a formare un "totum revoltum" unico e significativo in questo universo preconscio. ".
suddividere
Tuttavia, al risveglio, queste immagini sono diluite, sbiadite e completamente dimenticate; a meno che, ovviamente, seguiamo una strategia simile al metodo di Dali.

Il metodo di Dali può essere raggiunto anche con la meditazione

È molto probabile che in questa fase siamo stati affascinati da questo stato ipnagogico che Dalí ha raggiunto durante le sue sieste. Tuttavia,dobbiamo tenere presente che non è facile raggiungere e godersi questa particolare fase del sogno.Salvador Dalí era un navigatore psicoanalista esperto in questo mondo crepuscolare del subconscio, e quindi è difficile raggiungere il livello che era suo.

Tuttavia, a modo nostro,possiamo ottenere un effetto simile attraverso la meditazione, così possiamo catalizzare e rafforzare il processo creativo.Questo è esattamente ciò che David Lynch, un altro genio dell'inconscio e del sogno, ci dice nel suo libro Attrapeil pesce d'oro.

La meditazione pacifica il suono esterno e armonizza i pensieri. Quindi, mentre padroneggiamo la tecnica,faremo spazio a un flusso mentale più libero e più vivo,dove raggiungere questa dimensione quasi sempre velata dalla mente indaffarata che ci caratterizza così tanto, quasi sempre distaccata dalla sua essenza, dalle sue intuizioni e dalle sue meraviglie interiori.

Per finire. Sebbene il metodo di Dali non sia nuovo, è stato in grado di dargli un uso esclusivo e senza precedenti. Pertanto, se vogliamo migliorare la nostra creatività, essosufci ha fatto diventare un po 'più liberi, anche un po' più bambini, senza dimenticare di dare un'occhiata curiosa al nostro esterno e un altro in fondo a questo spirito dove risiedono idee e pensieri incredibili …

Il sesto senso: la voce dell'intuizione che ci guida nella vita

Saperne di più
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: