Il complesso di Cassandra

Il complesso di Cassandra

Il complesso di Cassandra si riferisce alla caricatura di una persona che pensa di poter predire il futuro senza essere in grado di modificarla. Questo strano fenomeno può tormentare coloro che soffrono facendo previsioni che non sono credute dagli altri.

Nella mitologia greca, Cassandro era una delle principesse di Troyes, figlia di Priamo ed Ecuba. Secondo le leggende, era una donna bellissima che aveva il dono di vedere il futuro. Tuttavia, questa abilità era accompagnata da una maledizione: nessuno ci avrebbe creduto.

Per questo motivo, Cassandra è stata in grado di anticipare l'esito di molti eventi disastrosi come l'accettazione del famoso cavallo greco dei Troiani. La famiglia di Cassandra pensava che fosse impazzita e non credeva per un secondo nella sua strana storia sull'intenzione dei greci di attaccare la città. Naturalmente, la famosa storia si concluse con la sconfitta dei Troiani e la distruzione e il saccheggio della loro città.

Le versioni della storia variano, e a volte anche Cassandra finisce per essere intrappolato nella sua follia. chiaramente, Cassandra è sempre stata interpretata come una donna incompresa. Così, le origini del mito si basano sulla storia di una punizione divina che il dio Apollo impose a questa donna. Questa punizione fu il risultato del rifiuto di Cassandra di Apollo. L'uomo decise allora di vendicarsi con un regalo che avrebbe portato solo frustrazione e disperazione alla donna.

Il complesso di Cassandra dal mito: l'invisibilità delle donne

Dopo le storie legate al mito di Cassandra, abbiamo adottato il termine "Complesso Cassandra" per riferirsi a persone che fanno previsioni generalmente catastrofiche senza essere credute da altri. A causa dei progressi nella conoscenza scientifica, la mentalità generale della nostra società tende verso una certa razionalità e un empirismo che prescinde da aspetti non legati al razionale, come visioni fantasiose.

Questo tipo di conclusione è di solito reso invisibile ed è considerato una mera coincidenza. Nell'antica Grecia, la società patriarcale che regnava era caratterizzata dalla sua assimilazione del femminile con la mancanza, il debole e probabilmente da dominare e sfruttare.

La sottomissione e il silenzio erano le virtù ideali per il comportamento delle donne. Questa mentalità che sopravvive in parte oggi ha dato alla luce molte donne invisibili. Tuttavia, molte prove dimostrano che le donne hanno avuto una presenza significativa in merito a una grande quantità di successo storico, a livello politico, scientifico e artistico.

Il complesso di Cassandra può spiegare come la logica patriarcale abbia assorbito questi successi, lasciando il merito alle donne e riferendosi a figure come padri, fratelli o coniugi. Oggi, non è difficile vedere esempi di invisibilità delle donne nei media, dove molte delle loro opportunità di successo si basano sul loro aspetto fisico.

La donna come merce e proprietà

Il mito racconta come, una volta Troyes fu invaso e saccheggiatoCassandra fu consegnata come bottino di guerra al re greco Agamennone. La storia mostra un ritratto arcaico del corpo della donna che, anche al nostro livello storico, è usato come merce, come oggetto di piacere per gli uomini e come vetrina per vendere un prodotto.

L'oggettivazione del corpo femminile è all'ordine del giorno. In tal modo, la maggior parte delle donne si trova di fronte a barriere significative nel proprio sviluppo personale o professionale perché sono giudicati per il loro aspetto fisico o età, più che per le loro capacità, il loro potenziale intellettuale o il loro successo.

Più, molte donne devono affrontare qualche incredulità strutturale. In una società patriarcale, le donne che vogliono combattere per l'eliminazione delle differenze di genere e degli stereotipi sono spesso trascurate o emarginate.

Dopo molti ostacoli e svantaggi, molte donne riescono a raggiungere posizioni di potere e riconoscimento diverso da ciò che tradizionalmente ci si aspetta da loro – come la bellezza o la cura degli altri -. Sono quindi meno delegittimati, squalificati o non presi sul serio.

Questa situazione può essere direttamente collegata al fenomeno di Cassandra e al modo in cui la società è diventata sorda ai successi femminili che escono dalle aspettative.

Il mito della Fenice o il meraviglioso potere della resilienza

Saperne di più
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: