Il cinema come strumento psicoterapeutico

Il cinema come strumento psicoterapeutico

Non ti è mai successo, dopo un film, di considerare un problema in un altro modo?O per prendere una prospettiva diversa per affrontare nuove situazioni? Un film ti ha mai permesso di distanziarti in un momento difficile della tua vita? I benefici del cinema come strumento psicoterapeutico sono molti. Ecco perché viene utilizzato sempre più dai professionisti della salute.

Guardare film permette agli spettatori, e quindi ai pazienti,per ottenere informazioni di natura molto diversa: linguistica, spaziale, interpersonale e intrapsichica.In altre parole, "cine-terapia" può trasformare il trattamento psicologico in uno spazio di apprendimento completo, integrale e intersensoriale.

Il cinema come strumento psicoterapeutico offre numerosi vantaggi.
suddividere

Basato su libri

Per Bruce Skalarew, psichiatra e copresidente psicoanalista del Forum per lo studio psicoanalitico del film, la terapia cinetica ha seguito lo stesso corso della biblioterapia. Questo dottore definiscela settima arte come strumento che aiuta a migliorare la salute mentale.Egli considera anche questo metodo terapeutico come un buon complemento ai mezzi tradizionali.

Walz spiega che il cinema è uno strumento terapeuticopermette allo psicologo di affidarsi all'immagine, alla musica, al tono, ai personaggi, agli spazi e agli elementi teatrali.Ha il potere di facilitare la comprensione di sé e di raggiungere quella che viene definita una "scarica emotiva". Infine, quest'arte ci consente di cambiare le nostre abitudini e di evolvere.

"La terapia cinematografica può essere un potente catalizzatore per la guarigione e la crescita di chiunque sia disposto a imparare come i film ci influenzano e cerchiamo di vedere alcuni film con vera attenzione".

-Birgit Walz-

Riflessione personale

Cosa farei se mi accadesse una cosa del genere? Come reagirebbe il mio compagno / compagno se questa disgrazia fosse caduta su di noi? I film a volte ci fanno pensare a situazioni che spesso non siamo in grado di immaginare.Ci mettiamo nei panni dei personaggi. Cerchiamo di pensare o vedere le cose attraverso di loro.Aiuta i pazienti sottoposti a trattamenti psicoterapeutici a introspettire i loro pensieri, sentimenti ed emozioni, sia presenti che futuri.

Come applicarlo?

La prima cosa da fare, secondo Gary Solomon – uno dei primi psicologi ad aver usato i film come terapia – è scegliere film che riflettano i problemi del paziente. In tal modo,la trama dovrebbe guardare il più possibile alla situazione attuale o traumatica della persona.

È fondamentale che il terapeuta e il paziente abbiano una discussione prima di vedere il film.Entrambi devono capire che un esercizio di analisi consapevole deve essere eseguito.Il professionista sarà in grado di riconoscere ed esaminare le reazioni del paziente.

"Sogna come se fossi eterno, vivi come se fosse il tuo ultimo giorno."

-James Dean-

Dopo aver visto il film,il paziente deve spiegare le connessioni e le somiglianze che ha trovato con la propria vita.Usare la tua immaginazione è una buona cosa. Può anche identificarsi con un personaggio nel film (Berg-Cross, Jennings e Baruch, 1990).

Empatia e nuove prospettive

Uno dei punti di forza di questa tecnica è questopuò migliorare le abilità sociali e comunicative dei pazienti.Serve come esempio pratico per situazioni in cui è possibile sviluppare la propria empatia e diventare consapevoli dei propri sentimenti, emozioni e desideri.

Grazie a questi mezzi psicoterapeutici, la teoria della mente può essere messa in pratica.È la capacità di comprendere i nostri processi emotivi e di pensare ai sentimenti o ai pensieri degli altri. Tutto ciò avviene attraverso una sequenza di immagini e dialoghi ingegnosi, grazie alla magia del cinema.

I conflitti che vediamo nei protagonisti criminali ci aiutano a realizzare i nostri valori morali.
suddividere

Questa tecnicapermette anche di lavorare con scene concrete. Possiamo concentrarci ancora di più sul punto da affrontare.I personaggi possono anche essere analizzati in dettaglio per apprezzare ogni cambiamento e dettaglio. E questo, tutte le volte che vogliamo. Grazie a questo, si possono trovare più somiglianze e differenze tra il comportamento del paziente e quello dell'attore.

Il cinema come strumento psicoterapeutico è ancora sottovalutato. Sebbene sia sempre più utilizzato come strategia complementare alla terapia tradizionale. Nonostante tutto,Sebbene sia efficace per la maggior parte delle persone, non dovrebbe essere usato con persone con disturbi psicotici.In questi casi, non possiamo garantire che la terapia cinetica porti benefici.

5 serie psicologiche da non perdere

Se ti piacciono gli intrighi e apprezzi il mondo della psicologia, ecco 5 serie psicologiche da non perdere. Saperne di più
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: