I tre errori emotivi che limitano la tua felicità

I tre errori emotivi che limitano la tua felicità

Il benessere, come l'equilibrio interiore, non è qualcosa che varia in se stesso tanto quanto, ad esempio, il tempo. Le emozioni condizionano la nostra qualità della vita e mediano anche la qualità delle nostre decisioni e scelte. Quindi, e con questo in mente, è importante conoscere questa serie di errori emotivi che limitano la nostra felicità e che dobbiamo iniziare a lavorare da oggi.

Come ha detto Daniel Goleman nel suo libro Come essere un leader, almeno l'80% del nostro successo nella vita dipende dalla nostra capacità di gestire le nostre emozioni. Ma non si tratta solo di trovare una buona posizione nelle nostre aree di lavoro. Non si tratta della capacità di diventare una persona di riferimento o di essere un guru indiscusso in determinate abilità.

"Ciò che facciamo non porta sempre felicità, ma se non facciamo nulla, non ci sarà felicità".

-Albert Camus-

In sostanza, stiamo parlando di qualcosa di più semplice: essere felici. Perché la felicità, e lo scopriamo prima o poi, non si trova e non appare un giorno davanti alla porta di casa. La felicità è uno stato interiore che deve essere lavorato ogni giorno come un giardino delicato. Le erbe infestanti devono essere eliminate, alcuni semi devono essere seminati, alcuni rami devono essere potati con successo e nessun altro, e abbiamo bisogno di sapere come fornire nutrienti adeguati al suolo.

Sapendo questo, essere competenti nell'intelligenza emotiva può aprire la strada a innumerevoli cose. Tuttavia, a volte, lungi dall'agire con la temperanza di coloro che hanno acquisito buoni strumenti in questa conoscenza, ci lasciamo portare via. Ci limitiamo a brancolare, agire istintivamente e quasi sempre da un'educazione inefficace in termini di emozioni e sentimenti.

Tre errori emotivi che limitano la tua felicità: negazione

Vedo che non ci sei riuscito, come ti senti, sei sicuro di star bene? Sei sicuro di non essere arrabbiato? / Sei sicuro che tutto sia a posto? / Sei sicuro di non preoccuparti di quello che è successo? / Sei d'accordo con noi?

Questi sono solo alcuni esempi dell'ampia gamma di problemi che spesso affrontiamo quotidianamente e spesso rispondono allo stesso modo: non mi succede nulla, tutto va bene. Nascondere o negare i nostri sentimenti è una reazione quasi normativa in molti di noi. Ed è probabilmente uno dei peggiori errori emotivi che limitano la nostra capacità di essere felici.

È chiaro, tuttavia, che non possiamo essere sempre trasparenti. Tuttavia, pochi principi di igiene personale sono rilevanti quanto la pratica dell'affermazione emotiva. Perché sopprimere o nascondere ciò che fa male non ci renderà più forti o più competenti. Al contrario, ci spezzerà poco a poco. Ricorda che siamo persone, non siamo come il mare e le sue onde, che si rompono ogni giorno senza lamentarsi, abbiamo il diritto e il dovere di mostrare ciò che fa male, a lamentarsi, a per essere onesti.

Fuggi dai sentimenti spiacevoli

Ci sono emozioni che non ci piacciono. Sentimenti che sono a disagio, che lasciamo fuori perché non li tolleriamo nella nostra vita. Rabbia, frustrazione, delusione, angoscia … Quanto possono essere cattivi, vero? Certo, ed è per questo che abbiamo scelto di reprimerli, perché oltre a non amarli, non sappiamo cosa fare con loro.

Dimentichiamo qualcosa che Antonio Damasio, il famoso neurologo, ci dice spesso. Siamo esseri emotivi che, un giorno, hanno imparato a pensare. Non siamo macchine che un giorno si sono rese conto di poter provare. Pertanto, l'atto di dare spazio alle emozioni, lasciarle fluire e trovare il loro posto è un modo di accettare se stessi. Validazione, investimento nella salute mentale.

Devo essere felice!

Il terzo dei nostri errori emotivi è questo bisogno oggi nella moda: l'ossessione di essere felici. Cerchiamo la felicità mentre ci si imbarca in un viaggio senza una destinazione. Come qualcuno che va a fare shopping e non sa cosa comprare, come qualcuno che sente un enorme vuoto e non sa come riempirlo. E questa angoscia, questa intuizione che manca qualcosa, spesso ci porta a nutrirci di un sostituto della felicità che non ci riempie né ci piace. Al contrario, ciò che ci porta a volte è più frustrazione e più sfortuna.

Fermiamoci per un momento. Solo un momento per prendere un po 'd'aria fresca e pensare. Perché ciò che spesso ci accontentiamo di semplici premi senza investire in un progetto solido. E questo progetto non è altro che noi stessi. Pochi errori emotivi sono così gravi come guardare fuori ciò che dobbiamo avere dentro. Sapere e capire è evitare molte sofferenze.

Dobbiamo lavorare quotidianamente, come gli orafi, per rafforzare la nostra autostima, la nostra autostima, il nostro progetto vitale, la nostra assertività e la nostra passione. Affinché tutta la nostra vita si avvicini alla felicità, dobbiamo evitare quegli errori emotivi che a volte interferiscono con la nostra qualità della vita.

La ricerca della felicità

Una delle ricerche più importanti per un essere umano, a prescindere dalla cultura o dal livello sociale o economico, è la ricerca di … leggi di più "
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: