I demoni della nostra infanzia

I demoni della nostra infanzia

L'infanzia è la fase più importante della nostra vita, quello durante il quale assimiliamo valori, nuovo apprendimento fondamentale e comportamenti di base.

Molti psicologi specializzati in stadi infantili, come Jean Piaget o Erik Eriksson, sottolineano l'importanza di un processo di maturità graduale, di un'evoluzione graduale che consente di superare tutti i periodi della nostra infanzia in modo soddisfacente. , per evitare di rimanere bloccato in uno di essi.

Le persone che avranno più influenza su un bambino sono i suoi genitori o il suo principale educatore.

La stragrande maggioranza dei genitori e degli educatori ama i bambini a cui si prendono cura, vogliono il meglio per loro, ma sanno anche che non è un compito facile.

Conoscere tutte queste cose non significa che saranno in grado di educare il bambino correttamente.

Ciò che sperimentiamo quando siamo bambini determina la nostra futura vita da adulti.

Tutta la paternità e la maternità non sono fatte in condizioni ideali.

Ci può essere uno squilibrio nella distribuzione dei compiti, una mancanza di maturità emotiva, una crisi nella coppia o semplicemente ansia riguardo alle nuove responsabilità legate al parto.

In questo articolo, non vogliamo giudicare o stigmatizzare certi comportamenti, e non vogliamo che tu legga da questo punto di vista.

Tuttavia, è innegabile che alcune modalità di educazione possono influire negativamente sulla vita dei bambini e avere un impatto negativo sulla loro vita adulta.

Ne nomineremo alcuni e li correleremo con comportamenti distruttivi nell'età adulta.

Conoscenza e introspezione sono le migliori armi per sconfiggere i nostri demoni.

Atteggiamenti dei genitori che impediscono ai bambini di crescere correttamente

Le esperienze che abbiamo avuto da bambini sono state cruciali per la nostra vita adulta.

Esiste una serie di comportamenti genitoriali che non consentono ai bambini di prosperare correttamente nell'età adulta.

Tra questi, troviamo:

  • iperprotezione: i genitori vogliono evitare che succeda qualcosa di brutto ai loro figli e spesso pensano che sopprimere qualsiasi forma di libertà sia la chiave per raggiungerlo.
    Le loro paure sono così grandi che hanno bisogno di controllare tutto e mettere i loro figli in una "zona sicura".
    Le conseguenze di questo atteggiamento sono la comparsa di una grande timidezza, una mancanza di iniziativa, uno stato di dubbio permanente nel bambino e una costante ricerca di approvazione esterna.
"L'infanzia ha modi di vedere, pensare, sentire, che sono unici per esso. Non c'è niente di più folle che fingere di sostituirli con i nostri ".
-Jean Jacques Rousseau-

  • La proiezione dei desideri frustrati dei giovani dei genitori sui loro figli:alcuni genitori sono desiderosi che i loro figli raggiungano obiettivi che loro stessi non sono stati in grado di raggiungere, senza nemmeno consultarli.
    Di conseguenza, i genitori spesso sottolineano ciò che manca e non lo incoraggiano.
    Le conseguenze di questa educazione sono la bassa autostima, una tolleranza molto limitata per la frustrazione e una certa dipendenza emotiva.
  • La mancanza di tenerezza:questo atteggiamento è uno dei più devastanti. Un bambino ha bisogno di essere in contatto con i suoi genitori e ricevere tenerezza, ma anche di percepirlo.
    Altrimenti, interpreterà questo atteggiamento freddo come un modello comportamentale.
    Le conseguenze di ciò sono una ricerca permanente della tenerezza degli altri, oltre alla difficoltà di esprimere e temperare le emozioni.
"Ogni bambino viene al mondo con, in una certa misura, il senso dell'amore. Ma dipende da genitori e amici, se questo amore è colui che salva o colui che condanna "
-Graham Greene-
  • Gli atteggiamenti depressivi dei genitori e il sentimento di inutilità:Vedere in casa le persone che esprimono continuamente il fatto che non sono felici nella loro vita, causa un significativo effetto emotivo nel bambino.
    A questa età, i bambini hanno bisogno di un contesto pieno di vitalità e di un'atmosfera piacevole.
  • Confronto con altre persone o con fratelli:alcuni genitori pensano che i bambini dovrebbero ricevere la stessa istruzione, indipendentemente dalle loro differenze individuali.
    Le conseguenze sono una sensazione di inutilità molto presente nel bambino, così come una mancanza di fiducia nelle sue capacità.

  • Gli argomenti, gli scontri, anche il divorzio dei genitori: tutti i divorzi sono difficili, ma quando i bambini sono coinvolti, può essere una grande fonte di sofferenza.
    Molti genitori usano l'alienazione genitoriale con i loro figli, perdendo totalmente la loro innocenza e facendo capire loro che c'è un problema serio.
    Il bambino sarà caratterizzato da una sensazione di abbandono e da una confusione cognitiva ed emotiva.

I dolori dell'infanzia continuano nell'età adulta

Anche se sono passati molti anni e tutte queste esperienze possono sembrare lontane o dimenticate, stiamo ancora vivendo le conseguenze dei comportamenti che abbiamo appena illustrato.

A volte è possibile mantenere chiari ricordi di questi atteggiamenti, che creerà una sorta di malessere e sentimenti di dolore e rassegnazione.

Un modo eccellente per sbarazzarsi di questi demoni è ottenere una "catarsi emotiva" con le persone che hanno vissuto queste situazioni con noi, compresi i nostri genitori.

È un modo per liberarsi da tutto ciò che è sepolto nel profondo di noi e lasciare che i nostri dolori si esprimano.

L'importante è liberare tutto il negativo, per andare avanti sentendosi più leggeri.

Se fai questo passo, capirai meglio la tua costruzione come persona e non potrai commettere gli stessi errori con i tuoi figli.

Abbiamo tutti la capacità di fare meglio dei nostri genitori, abbiamo semplicemente bisogno di girare la pagina della nostra infanzia.

Foto di Yejukoo, Duy Huynh, Dilka Oso

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: