Godere della sessualità non significa essere una persona facile

Godere della sessualità non significa essere una persona facile

 "Il tuo corpo è il tempio della natura e lo spirito divino. Mantenerlo sano; attenersi ad esso; studiarlo; dargli i diritti. "

Henry F. Amiel

Viviamo ancora oggi con machismo e pregiudizi, senza poter intravedere la luce del loro superamento.

Questo ci porta a categorizzare le persone che ci circondano senza fermarci ad ascoltarle e rispettare i loro punti di vista.

Una delle aree in cui ciò si verifica in particolare è quella della sessualità, in particolare quella delle donne. Ecco la mia storia a riguardo.

Non ho mai dato molta importanza alla mia vita sessuale, per la prima volta. È iniziato senza brutte esperienze o sorprese.

Impara nuove sensazioni, scopri tutto ciò che puoi condividere con un altro essere umano unito a sé, goditi il ​​momento. Con rilassamento e buon accordo.

Non ho mai smesso di pensare se fosse il momento giusto o no. Voglio pensarlo è qui che si trova la magia della mia prima volta e la mia esperienza positiva.

L'ho visto come qualcosa di semplice, ma sentivo che il mio entourage non lo percepiva così, ma piuttosto pieno di pregiudizi e tabù.

I miei primi contatti con la sessualità erano gratuiti. Il sesso, l'unione tra due persone, ha qualcosa di negativo?

Sono cresciuto e questo aspetto della mia vita ha continuato a essere di scarsa importanza per me. Mi ha permesso di godermi senza oneri emotivi. Ho amato il modo in cui mi sentivo per il sesso, e mi sentivo a mio agio. Gratis.

Ho iniziato a stare in coppia, in relazioni autentiche e diverse, ma in modo semplice e senza complicazioni.

È ovvio che sono stato attento con ognuno di loro. Esse erano tutti carichi di amore, tenerezza e senza incidenti. ille persone che mi amano, mi hanno guardato come una persona con un carattere liberale o, meglio detto, un libertino.

Pensavano che per me il sesso fosse un atto eseguito meccanicamente e senza sentimenti. Sono stato invitato ad essere più responsabile delle mie azioni e sono stato accusato di ogni genere di pregiudizi sui miei rapporti sessuali.

Ma cosa pensavo di me stesso?

Per quanto riguarda questo passo, sarò sincero: ho fatto ciò che sentiva il mio cuore. Se mi sentivo a mio agio e libero, ne approfittavo, sempre con la responsabilità del mio stesso corpo e di me stesso, naturalmente.

Ho approfittato del momento, la persona e lei da me. Non ho pensato ad altro.

La vita mi aveva fatto un dono prezioso, sentire l'unione con la persona con cui volevo essere in quel momento e condividere quell'amore. Chi è la persona
suddividere

Mi sono posto la domanda di sapere perché tradire la fiducia di qualcuno che abbiamo visto totalmente esposto? Nu? Ho subito capito che non tutti sono d'accordo.

 

Dopo molti anni, ho accettato me stesso e differenziato me stesso da quelli intorno a me. Mi sono reso conto che vivere il mondo e vivere con una mentalità aperta sul sesso ha fatto sì che la gente mi vedesse come una persona "facile".

I miei amici e quelli intorno a me hanno convenuto che sapere questo mi ha reso più desiderabile.

Ho approfittato di questa nuova categoria in cui mi sono trovato involontariamente, ma in breve tempo ho sentito di nuovo un imbarazzo di fronte ai pregiudizi di chi non mi capiva.

Come ho affrontato questo?

Da parte mia, ho iniziato a capire persone che non osavano dire che vogliono godere dell'unione sessuale.

Nelle mie esperienze, la mancanza di rispetto, situazioni strane, contorte o violente non sono mai esistite. Mai. Stavamo solo vivendo il momento e l'unione, il piacere.

Ero e sono una persona istruita e con esperienza. Una brava persona, con un cuore pieno di amore incondizionato e con il desiderio di godersi la vita al massimo. Sempre rispettoso e umano.

Il problema? Che tutti i miei "regali" siano oscurati dal "passaggio" di qualcuno facile.
suddividere

Sono giunto alla conclusione che la gente pensa e parla troppo, senza conoscenza o verità. Ho smesso di voler cambiare, stanco di commenti e pregiudizi, fino a quando ho incontrato l'uomo della mia vita.

Gli ho detto tutto ed ero sincero con lui. E anche se non era come me, ma era umano, mi ha capito.

Subito, si rese conto che farlo non mi rendeva una ragazza facile. Al contrario Ha visto in me una vita sessuale controllata. Sapevo quali erano i miei limiti e quindi potevo godermi con libertà ed equilibrio.

Quindi, mi sono dato il permesso di continuare a godere della mia sessualità ed esplorare il mio corpo con qualcuno che mi amava.

Ho fatto quello che il mio cuore mi ha dettato e ho messo a tacere il pregiudizio imparando a rispettare me stesso. L'ho capito nessuno ha il diritto di catalogare e interrogare gli altri.

Ognuno di noi è responsabile del modo in cui vuole vivere. Siamo padroni delle nostre emozioni e del nostro corpo. Non sprecare il tuo tempo ballando a quelli che sono pieni di dubbi e paure.

Sono quelli che ti diranno sempre "ti ho detto" o "non puoi". Qual è il messaggio di queste persone? Che non meritiamo di essere noi stessi. Sii te stesso

"Una donna accarezza un corpo di cui conosce i segreti e il cui corpo le dice le preferenze"

Colette

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: