Esprimi il nostro amore a coloro che non ci sono più

Esprimi il nostro amore a coloro che non ci sono più

Un paradosso si stabilisce nelle nostre vite quando muore una persona amata: la persona muore, ma non l'amore che proviamo per lei. Rimaniamo un po 'pieni di un sentimento che sembra non avere alcun proprietario. È quindi necessario gestire il lutto. È tuttavia valido e necessario esprimere il nostro amore a coloro che non sono più presenti in questo processo di lutto.

Sappiamo che esiste un processo di lutto personale, ma anche un processo sociale. Questo riguarda i funerali, le condoglianze, le chiamate di cortesia, ecc. Questa fase è incredibilmente breve oggi.Si ritiene che dobbiamo essere pronti a tornare alla nostra vita "normale" in pochi giorni. Che il nostro dovere è di fare tutto ciò che è in nostro potere per dimenticare. Per mettere da parte l'esperienza difficile. Il dolore che si blocca nel tempo o molto intenso disturba gli altri.

” Quando la mia voce scompare con la morte, il mio cuore continuerà a parlarti. “

-Rabindranath Tagore-

A volte riusciamo ad adattarci a questi mandati sociali, in modo che la routine riprenda i suoi diritti in breve tempo, con ogni volta più convinzione. Potremmo anche voler piangere mentre guardiamo un bel pomeriggio, ma ci tratteniamo.È anche possibile che qualcosa in noi resista dicendo addio e diventa difficile vivere con noi stessi e con gli altri. È possibile che in entrambi i casi sia necessario esprimere il nostro amore a coloro che non ci sono più.

Onora quelli che non ci sono più

In senso stretto,nessuna delle persone che amiamo muore in noi Qualcosa di questi rimane ancora, anche senza che noi ce ne accorgiamo. Una parte di ognuno di noi è abitata da queste presenze, anche se sono percepite come assenze. Anche i sentimenti non muoiono. Pallidono o ristrutturano le loro aspettative, ma rimangono lì.

In modo che tutte le culture abbiano una serie di tradizioniper onorare coloro che non ci sono più. In Occidente era consuetudine visitare le tombe, portarle fiori, pregare forse. Questo tipo di dogana è andato progressivamente perdendo. I cimiteri non sono luoghi dove le persone vogliono essere. Abbiamo davvero finito i modi per esprimere il nostro amore a coloro che non ci sono più.

Le azioni per onorare coloro che sono parti non sono un semplice convenzionalismo. Hanno un significato che, in linea di principio, è questa possibilità di esprimere il nostro amore a coloro che non ci sono più. Potrebbe essere più preciso dire che questo èdi rituali che ci aiutano ad essere in pace nonostante le assenze che ci abitano. Troviamo con loro, soffriamo e li guardiamo in faccia.

Esprimi il nostro amore a coloro che non ci sono più

È tanto difficile persistere nel dolore di una perdita quanto volgere gli occhi in un'altra direzione e fingere che quello che è successo sia stato messo da parte. Le persone che non ci sono più, specialmente quelle che abbiamo amato profondamente o che hanno avuto un ruolo decisivo nelle nostre vite, sono sempre lì a parlare con noi.

Ritornano in momenti di solitudine. Anche nei successivi lutti.Vivono qui e ritornano sotto forma di ansia passeggera, una tristezza che non riesce ad andare via o una sensazione di impotenza che si trasforma in vertigini, emicrania, confusione. Questo è il motivo per cui tutte le culture ancestrali hanno onorato coloro che non erano più. Sapevano che era molto importante esprimere il nostro amore per loro.

Sebbene sia detto (e in gran parte vero) che gli esseri umani siano fondamentalmente presenti, potrebbe essere più preciso dirlosiamo sopra tutte le cose passate. Siamo una storia che continua a essere raccontata, giorno per giorno. Da qui l'importanza di non perdere di vista tutto ciò che ci precede.

Come esprimere il nostro amore a coloro che non ci sono più?

Una delle tradizioni più belle del mondo è il giorno dei morti in Messico. Questa è una celebrazione a metà strada tra il rituale e il carnevale. Ogni 1 ° novembre, il Messico ricorda chi se ne andò. Le fotografie sono esposte, i ricordi e le persone che sono morte sono di nuovo protagonisti nel mondo dei vivi.

I messicani scrivono lettere, improvvisano altari, pregano. Vanno anche ai cimiteri e cantano serenate, proclamandole ai loro cari. In una parola, lororendere visibili questi fantasmi. Li modellano, parlano con loro, li onorano. Dichiarano che dimenticare è impossibile e si ritrovano con i loro parenti scomparsi.

Sarebbe bello se ciascuno di noi potesse fare il proprio rituale per evocare quelli che se ne sono andati. Per esprimere il nostro amore a coloro che non ci sono più. Per finire con la loro memoria, con l'impronta che ci hanno lasciato.Riconoscere che esiste una connessione emotiva, che nemmeno la morte può rompere. Saremo in grado di accettare il fatto che attraversiamo la vita con le nostre perdite e nonostante loro. Capiremo allora che l'unica destinazione possibile non è né il nulla né l'oblio.


Accettare la morte … Come arrivarci?

Saperne di più
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: