Erik Erikson, un diverso psicoanalista

Erik Erikson, un diverso psicoanalista

Erik Erikson era uno psicoanalista tedesco che ha portato molti elementi per capire meglio la mente umana.Nacque a Francoforte nel 1902 e morì quasi un secolo dopo, nel 1994, nel Massachusetts (Stati Uniti). Il suo nome è uno dei più connotati nel campo della scienza della mente.

Il principale contributo di Erik Erikson era nel campo della psicologia evolutiva.Ha dichiarato l'esistenza di otto fasi nell'uomo, ciascuna con le sue caratteristiche,successi e perdite. Anche se ha lavorato come psicoanalista, le sue idee sono state riprese dalla psicologia umanistica.

"Nella giungla sociale dell'esistenza umana, non c'è la sensazione di essere vivi senza un senso di identità".

-Erik Erikson-

Come spesso accade nella vita di grandi psicologi e psicoanalisti,L'infanzia di Erik Erikson non è stata senza problemi.Suo padre ha abbandonato sua madre al momento della sua nascita. La madre di Erikson era una giovane donna danese che ha cresciuto il proprio figlio. Ha poi sposato un pediatra di origine ebraica.

I primi anni di Erik Erikson

La madre di Erik Erikson non le disse che suo padre l'aveva abbandonata. Forse è per questo che è cresciuto come una sorta di ribelle senza scopo.Era disperso e non aveva obiettivi chiari nella sua vita.Sebbene fosse un bravo studente, non si distinse e sembrava distratto, preoccupato.

Quando la scuola fu finita, decise che voleva essere un artista. Inizia una fase segnata dall'instabilità. Prese lezioni e si alternò tra questa attività e viaggi in Europa per conoscere gli eventi artistici del continente.A volte viveva come un vagabondo e dormiva sotto i ponti.

Dopo ciò,Erik Erikson ha scritto un'opera:Note autobiografiche sulla crisi dell'identità. Parla di quegli anni in cui non sapeva esattamente quale direzione prendere.

Formazione iniziale

All'età di 25 anni, Erikson voleva avere una vita più ordinata.Uno dei suoi amici lo consigliò di andare in una scuola sperimentale.Era guidato da Dorothy Burlingham, un'ottima amica di Anna Freud. Da quel momento, iniziò a intravedere un sentiero ea costruire un progetto di vita.

Si interessò alla pedagogia e ottenne un certificato in "Educazione Montessori". Quindi, grazie all'influenza di Anna Freud, ha studiato psicoanalisi infantile presso l'Istituto Psicoanalitico di Vienna. Più tardi, decise di diventare un analistae Anna Freud l'ha aiutata ad acquisire il titolo di psicoanalista, una condizione necessaria per iniziare come terapeuta.

Poco dopo, Erikson ha sposato una ballerina. Gli anni che seguirono furono segnati dal rigore della seconda guerra mondiale.Quest'ultimo lo costrinse a emigrare negli Stati Uniti, dove divenne presto professore alla Harvard University.Ha incontrato alcune persone che lo hanno ispirato molto. Erikson ha anche lavorato presso la Yale University e l'Università della California.

La teoria evolutiva di Erik Erikson

Erik Erikson ha lavorato su un gran numero di argomenti.Tuttavia, la sua teoria dello sviluppo psicosociale gli ha permesso di occupare un posto centrale nel mondo della psicologia.Ha integrato le sue conoscenze in pedagogia, psicoanalisi e antropologia culturale. Inoltre, ha reinterpretato le fasi dello sviluppo psico-sessuale come affermato da Sigmund Freud.

Ha creato la psicologia del sé, che vede come la forza essenziale della vita umana. Ha anche attribuito grande importanza all'aspetto sociale e allo sviluppo biologico come fattori determinanti nella vita dell'individuo.Ha enunciato la seguente teoria: in ogni fase della vita, si acquisiscono determinate abilità specifiche che determinano l'evoluzione successiva.Queste abilità sono principalmente di natura psicosociale e comportano un conflitto tra la fase precedente e quella nuova.

Le otto fasi dell'uomo, secondo Erik Erikson, sono, nell'ordine:

  • Fiducia vs sfiducia
  • Autonomia vs vergogna e dubbio
  • Iniziativa contro senso di colpa
  • Lavoro che si applica contro l'inferiorità
  • Cerca un'identità vs diffondere un'identità
  • Intimità contro isolamento
  • Generatività vs stagnazione
  • Integrità vs disperazione

La teoria di Erik Erikson ebbe un grande impatto nel campo della psicologia americana. Questo impatto si è poi diffuso in tutto il mondo.Oggi, Erikson ha ancora una forte influenza nella ricerca e nel campo terapeutico. Questo è un punto di vista interessante, profondamente umano e, soprattutto, pieno di speranza.

Le otto età dell'uomo, secondo Erik Erikson

Condivideremo con voi le otto fasi dello sviluppo umano secondo Erik Erikson, psicoanalista americano che ha sviluppato una teoria sullo sviluppo umano … Read More "
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: