Cos'è la psicologia culturale?

Cos'è la psicologia culturale?

Vuoi saperecos'è la psicologia culturale ? André Malraux ha dichiarato che "la cultura è ciò che continua ad essere vivo nella morte". Ecco perché, forse, questa branca della psicologia ci offre una visione più ampia, che include il passato, il presente e il futuro di una società.

Perché un sacco diil nostro comportamento, al di là del modo di essere di ognuno, è legato alla cultura in cui viviamo solo per le nostre esperienze. Ciò non significa che le esperienze e l'eredità genetica non hanno alcuna influenza, ma che non sono gli unici fattori che moderano e contribuiscono al nostro modo di essere e agire.

"La vera cultura nasce dalla natura, è semplice, umile e pura".
-Masanobu Fukuoka

Cos'è la psicologia culturale?

Per coloro che vogliono sapere cos'è la psicologia culturale, la definiremo brevemente. La maggior parte degli esperti concorda sul fatto che questo siauna corrente che è emersa come alternativa ai metodi e alle teorie di una psicologia più speculativa.È quindi considerata l'erede della psicologia di Wundt.

La psicologia della cultura si concentra sull'influenza della cultura su coloro che entrano in contatto con essa.Un'influenza che si manifesta non solo a livello di comportamento, ma sembra anche condizionare il nostro modo di pensare e sentire. Inoltre, questa influenza è esercitata sul comportamento in particolare attraverso uno strumento: abitudini / abitudini.

In altre parole, la psicologia culturale cercherebbe di spiegare le ragioni per cui un gruppo di individui inseriti in un contesto specifico agisce in un modo specifico, e non in un altro.Questa prospettiva ci consente di osservare molti dettagli o di spiegare ciò che osserviamo da altri punti di vista. Per esempio, perché il punto di vista occidentale, che oggi è altamente globalizzato, ci porta ad osservare con fatti horror del passato o di altre società con costumi diametralmente opposti? Perché le persone che sono immerse in queste culture non vedono questi fatti con orrore o perché i nostri antenati non li hanno visti con orrore?

Questo ci porta ad un'altra domanda:cosacosa causerà lo spavento delle generazioni successive quando la storia dice loro tutto ciò che abbiamo normalizzato oggi?

Barriere culturali

Quando osserviamo il panorama globale,scopriamo che ci sono molte barriere culturali. Ad esempio, la lingua. O una particolare usanza, una mentalità, un modo di pensare …

Se guardiamo da vicino, troviamo in ogni paese costumi comuni tra la popolazione, ma anche altri che non sono lontani come appartengono o si trovano in una determinata città, regione, zona, ecc. Da allora tutto ciò produce variazioni nella mente umanaognuno riceve un patrimonio culturale unico secondo molti fattori.

Per dare esempi semplici, possiamo osservare che la comunità musulmana non mangia carne di maiale, che l'India considera le mucche come animali sacri, che regioni come i Paesi Baschi hanno la loro lingua in un contesto bilingue. Tutto ciò crea un patrimonio culturale unico e differenziato di altri popoli.

Qual è l'uso della psicologia culturale?

Bene, è ovvio che, a seconda del territorio e dell'eredità ricevuta, la cultura varia, influenzando il comportamento e il pensiero di chi è in contatto con esso. Ora, qual è lo scopo della psicologia culturale?Andare oltre il semplice fatto, essere interessati tanto alle origini quanto alle conseguenze che producono, definiscono e mantengono come tradizionaliin questa particolare ambientazione.

Facciamo un esempio per capire meglio. Approfittando di quello che abbiamo detto prima, lo sappiamo giàL'India, le mucche sono sacre. Ma perché è così? Come sono arrivati ​​a questo al momento attuale?

Certo, la psicologia culturale non si limita a guardare nel cuore della storia per sapere perché un popolo ha una cultura particolare.Leistudiatoanche come questa cultura colpisce i suoi membri. Perché alcune dogane hanno successo e altre no? In che modo questi influenzano i comportamenti? Quali implicazioni future possono avere queste tradizioni?

Una branca strettamente legata all'antropologia e alla sociologia

È ovvio che questo ramo della psicologiaha una relazione molto intima con le scienze sociali, principalmente con antropologia e sociologia. Mentre la sociologia studia le società in generale, questa branca della psicologia si concentra sula proporzione di dati quantitativi per studiare le dinamiche storiche. È più facile sapere come è stata formata una cultura specifica e come influenza i suoi membri.

Per quanto riguarda l'antropologia, che è responsabile dello studio del contenuto culturale di una società e dei cambiamenti collettivi che avvengono lì, è anche fondamentale nel senso che entrambi cercano di comprendere i simboli, i concetti, messo in scena, ecc. Pertanto, se ti stavi chiedendo cosa sia la psicologia culturale, ora hai un approccio sommario. Grazie alla psicologia culturale, nonoi siamo a stessoper esempio, per capire i comportamenti etnici o per studiare i conflitti interculturali.

"Non esiste un uomo assolutamente ignorante: l'uomo" si umilia "esprimendo e raccontando il suo mondo, dove la storia e la cultura iniziano".
-Paulo Freire-

Somiglianze e differenze tra psicologia e sociologia

La psicologia sociale e la sociologia studiano la stessa cosa, ma da diversi punti di vista. Scopri le loro somiglianze e differenze! Saperne di più
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: