Conoscete la sindrome dello schiavo consenziente?

Conoscete la sindrome dello schiavo consenziente?

"Niente è più scoraggiante di uno schiavo volontario"
(Ricardo Flores Magón)

Sappiamo tutti che uno schiavo è un puna persona privata della sua libertà. Proprio come quelli che soffrono della sindrome di Stoccolma, le cui vittime sono persone sequestrate che riescono a stabilire un legame emotivo con il loro carnefice, lo schiavo può essere consenziente e accettare questa privazione della libertà.

Non ha niente a che fare con la sessualità. Uno schiavo soddisfatto (o consenziente) è un concetto che va molto oltre. Vuoi saperne di più su questa sindrome? Non esitate a leggere il resto di questo articolo!

Catene mentali

Quando parliamo di schiavitù, tutti pensano a un'epoca passata. Ma sei sicuro? Uno schiavo volontario è intrappolato da molte catene mentali. Ciò rende la sua ribellione difficile, perché queste catene sono nel suo spirito e fanno parte di lui.

La schiavitù ha cambiato forma. Oggi è più sottile, tant'è vero potresti essere uno schiavo volontario senza nemmeno rendertene conto. Ecco il vero mistero che riveleremo.

Se non sei in grado di ribellarti contro l'umiliazione, se hai sempre la testa bassa durante una discussione senza mostrare la tua opinione, sei uno schiavo.

Di cosa hai paura? Sai che vuoi alzare la voce, ma qualcosa ti ferma, o forse lo fermi.

Queste catene mentali potrebbero non essere state collocate da altri, ma da te. Sei felice di permettere agli altri di umiliarti? Sei felice di provare ad essere come gli altri? La ricerca della felicità ti permette davvero di raggiungerla?

Viviamo come anestetizzati?

La sindrome dello schiavo consenziente può essere correlata agli effetti dell'anestesia. Siamo corpi che pensano in modo relativamente simile e fanno ciò che pensano che gli piaccia. Tuttavia, in realtà, siamo soddisfatti degli schiavi.

Prendiamo l'esempio delle relazioni. A seconda di dove vivi, le concezioni delle relazioni, l'infedeltà o la monogamia non sono le stesse.

Forse hai una relazione diversa da quella che ti è stata insegnata da bambina, ma non sei uno schiavo volontario?

Tutti gli esseri umani cercano la felicità, o meglio, crediamo che sia il nostro obiettivo. Tuttavia,cosa significa "felicità" per te? Hai trovato una famiglia? Hai un lavoro da sogno?

La nozione di felicità è dettata dalla nostra società. Di fronte a questo, le persone che si ribellano contro questa sindrome stanno cominciando a sperimentare una sorta di ingiustizia degli stereotipi imposti dalla società in cui viviamo.

"Mi prendono in giro perché sono diverso. Non mi importa di loro perché sono tutti uguali. "
(Kurt Cobain)

C'è un modo uniforme di pensare, ma se lasciamo questo modello e rimuoviamo veramente queste catene, diventiamo estranei.

Iniziamo a vedere le altre persone come un gruppo che pensa allo stesso modo, mentre noi siamo diversi.

Ti ricordi quelle scarpe che odi ma che indossi oggi? Pubblicità, moda e società ti "costringono" a presentare. Ieri non ti piacevano e oggi li hai ai tuoi piedi.

Anche se pensi diversamente, i tuoi amici ti fanno pressione su di te con quelle scarpe che odi tanto. La società ti opprime per entrare nello stampo ed essere la stessa cosa.

Parliamo della famiglia ora. Il machismo esiste ancora?

Certo! Infatti, se non puoi ribellarti a questo e cedi, accetti questo trattamento machista nella tua casa e lo riprodurrai, senza rendertene conto, nelle tue relazioni future.

Quindi, al giorno d'oggi, molte cose dovrebbero essere rimaste nel passato. Ecco perché le persone sono così incoerenti. Non si rendono conto che riproducono cose che una volta hanno criticato o rifiutato. Sembra questa storia di scarpe, no?

È molto difficile cercare di essere te stesso. Sembra che tutti abbiamo lo stesso stampo e che se ci allontaniamo diventiamo un alieno.

Frustrazione, pessimismo e depressione possono prenderti cura di te. Non puoi cambiare il resto, ma puoi cambiare te stesso.

Liberati dalle tue catene e liberati. Cerca la tua felicità, lontano da ciò che detta la società.

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: