Come possiamo affrontare una rottura?

Come possiamo affrontare una rottura?

Cosa fare con i ricordi che abbiamo costruito? E con il desiderio di continuare a provare tutto per far funzionare la relazione? Come valutare il tempo che abbiamo dato a quest'altra persona, a colui che ha rappresentato tutto per noi e che ha deciso di salutare?Cosa fare con l'amore che sentiamo sempre?Come affrontare una rottura in amore che è caduta su di noi all'improvviso?

La fine di una relazione non è piacevole, soprattutto se non abbiamo preso questa decisione da soli.I ricordi, la nostalgia e la tristezza cominciano a invaderci e, con tutto questo, domande come quelle che ci siamo appena chiesti. Senza volerlo, possiamo immergerci in una spirale di incuria e disagio. Una specie di immobilità che ci lascia desiderare di agire.

Una pausa simboleggia una perdita, un lutto, una fine, inattesa o, almeno, indesiderata, che ci lascia soli ad affrontare un futuro che vediamo come incerto.
suddividere

Le rotture sono complicate per la persona che non ha preso la decisione, ma non impossibile da superare.Credere che uno non sarà mai più felice e che non incontrerai mai più nessuno è normale in queste situazioni. Tuttavia, sono solo i dubbi e le insicurezze che sono il risultato della delusione e della sofferenza. Inoltre, questi sentimenti fanno parte del processo da seguire per guarire.

Cosa fare quando viene visualizzato il punto finale di una relazione? L'opzione migliore, anche se sembra un po 'contraddittoria, è non fare nulla.Vale a dire, lascia che il processo segua il suo corso naturale.È normale aver bisogno di una pausa, un periodo per pensare e per questo, niente come la solitudine e la calma. Solo in questo modo saremo in grado di realizzare un'introspezione adeguata, sincera e talvolta dolorosa.

Una volta che ci colleghiamo ai nostri sé interiori, il prossimo passo saràper aprirsi alle emozioni che sentiamo.Questi possono essere diversi: rabbia, tristezza, odio … L'essenziale è ascoltarli per rilasciarli gradualmente, rispondere alle nostre domande e affrontare le nostre paure. Tuttavia, si deve sapere che questo non viene fatto in uno, due o tre giorni. Neanche in una settimana. Questo processo è lento. Dobbiamo essere preparati e esserne consapevoli. La sua durata dipenderà dalla persona che lo vive.

Cosa facciamo con tutti questi ricordi?

Cosa fare con tutto ciò che abbiamo vissuto con l'altra persona? Niente. Non dobbiamo fare niente di speciale.La separazione fa parte del percorso che dobbiamo andare avanti. I ricordi ci appartengono, rappresentano esperienze che non dobbiamo assolutamente perdere. Fanno parte di ciò che siamo.Potrebbero farci del male all'inizio del processo. È normale Pensavamo che non ci sarebbe stata fine. Ma loro sono lì e, col tempo, saremo in grado di dare loro spazio e il posto che meritano. Una specie di scatoletta che, quando la apriamo, genererà emozioni controllabili e salutari.

A volte cerchiamo di accelerare il processo e cercare risposte immediate. Ma facendo ciò, potremmo fare marcia indietro.Ci vuole tempo perché le emozioni cambino.Se lasciamo che le cose facciano il loro corso, si risolveranno, a poco a poco. Certo, la relazione non è stata troppo tossica o tormentata. Quindi, quando lasciamo spazio alla ragione, possiamo renderci conto che non tutto è stato così meraviglioso. E che la fine della relazione era forse la cosa migliore possibile.

Offrire il nostro tempo a qualcuno che non ci ama più o che preferisce non fare nulla con noi ci permette di essere soli per conoscerci meglio, prenderci cura di noi stessi e magari incontrare qualcuno pronto ad accompagnarci. Quando la tempesta è finita e le emozioni si sono calmate, quando impariamo ad ascoltare e darci il tempo, lo realizzeremonon è un fine ma l'inizio di un nuovo stadio.

Per quanto tempo si può soffrire dopo una pausa?

Il dolore derivante da una rottura dipende da ogni persona.Non esiste un termine fisso. Più cerchiamo di non pensare, di non ricordare il passato, di fare mille cose per non essere soli o per sopprimere le nostre lacrime, più ritarderemo questo processo. Non dimentichiamo che piangere questa perdita e stare da soli è fondamentale per chiudere questa storia e guarire. Dobbiamo recuperare le forze per ricostruire noi stessi.

"Dire addio a qualcuno che non vuoi lasciare andare fa male, ma chiedergli di restare mentre vuole andarsene è ancora peggio."
suddividere

Il tempo e una buona gestione delle emozioni ci permettono di superare una rottura nell'amore.Tuttavia, se lo stato di apatia e tristezza viene mantenuto nel tempo, ti consigliamo di consultare uno specialista.

Quanto è difficile dire addio

costo per cambiare azienda o chiudere i passaggi. A volte fa male dover prendere parte ad un addio senza ritorno. Quanto male fa male … Per saperne di più "
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: