Carl Jung e astrologia in psicoanalisi

Carl Jung e astrologia in psicoanalisi

Carl Jung è colui che ha introdotto l'astrologia in psicoanalisi.Questo psicoanalista svizzero, un discepolo di Freud, si avvicinò a concetti che per molti erano più vicini alla magia che alla scienza. I suoi postulati sono tuttavia profondi e interessanti, persino dando vita a una corrente che rimane in vigore oggi.

Per Jung, tutta la conoscenza della psicologia antica è condensata in astrologia. I dodici segni dello zodiaco sono diventati intuitivamente una raccolta di realtà psichiche. Definiscono ciò che Jung chiamava "archetipi". Questi sono modelli o modelli psicologici che abitano l'inconscio collettivo.

Carl Jung era convinto che ci fosse una disposizione innata in ogni essere umano a causa diesserequello che è. Non è qualcosa che è acquisito, ma innato per ciascuno di noi. Qui possiamo vedere l'influenza dell'astrologia sulla psicoanalisi junghiana. Gli astrologi sono convinti che ci sia una tendenza a vivere in un certo modo, dal momento in cui nasciamo.

"L'astrologia corrisponde a configurazioni simboliche dell'inconscio collettivo, che è il soggetto principale della psicologia: i" pianeti "sono gli dei, simboli dei poteri dell'inconscio".

-Carl G. Jung-

Sincronicità o astrologia nella psicoanalisi di Jung

Jung ha sviluppato il concetto di "sincronicità"nella sua teoria.Questo è un postulato che integra l'astrologia in psicoanalisi. La sincronicità si riferisce ad eventi che generano una coincidenza. Si incontrano, si verificano allo stesso tempo, ma apparentemente sono scollegati l'uno dall'altro. Come quando pensiamo a qualcosa di insolito, come un pipistrello, e un'ora dopo, potremmo vederne uno vicino alla finestra.

Per Jung, queste coincidenze obbediscono a fili invisibili che connettono tutto. Questo è in linea con i principi astrologici. Secondo questa conoscenza, ci sono forze invisibili che emanano dall'universo. Queste forze si combinano costantemente e lasciano il posto alla comparsa di eventi nella vita di una persona.

Da allora in poi, l'influenza dell'astrologia nella psicoanalisi junghiana è molto chiara. Un ordine universale sconosciuto si manifesta in una situazione specifica.I movimenti dell'universo danno origine a eventi definiti nella vita di una persona. Questo punto di vista sembra non scientifico, ma la fisica quantistica ha anche affrontato ipotesi simili.

Jung chiama astrologia "metodo intuitivoHa ripetutamente affermato di essere stato in grado di verificare che determinati stati o eventi psicologici erano correlati con il corso dei pianeti.specialmente, il afflizioni di Saturno e Urano”  , disse nel 1954, durante un'intervista.

Astrologi e Jung

Gli astrologi, nel frattempo, coincidono con Jung su molti punti. Insistono sull'esistenza di forze invisibili che impongono un certo significato a tutto ciò che accade. "La forza che muove il sole e le stelle è la stessa forza che sposta l'anima umana", ha detto il famoso astrologo spagnolo Lluís Gisbert.

Proprio come l'astrologia ha un'influenza sulla psicoanalisi, così fa il contrario.Molti astrologi si rivolgono ai concetti di Jung per elaborare le loro interpretazioni. Richard Tarnas è un caso molto speciale. Questo accademico ha una formazione molto speciale: è un filosofo all'Università di Harvard, ma anche uno psicologo e astrologo.

Dice di essersi rivolto all'astrologia dopo aver affrontato gli insegnamenti di Jung. Il suo approccio iniziale era principalmente empirico.Fu sorpreso di scoprire che le mappe astrali di Galileo, Einstein e Darwin erano molto similima anche che la stessa configurazione planetaria fu ripetuta ad un concerto di Beethoven e quando Jimy Hendrix raggiunse l'apoteosi. Una frase riassume la sua posizione: "La tua psiche è il respiro del cosmo ” .

Una relazione scomoda

L'influenza dell'astrologia sulla psicoanalisi è messa in dubbio da quasi tutti gli psicoanalisti. Lo vedono come una collezione di miti e leggende immaginarie prive di fondamento. In effetti, la psicoanalisi classica si basa sull'idea che l'essere umano è padrone del suo destino e che le coincidenze non esistono.

Altri mettono in discussione l'estremo razionalismo cartesiano che è stato imposto alla conoscenza. Indicano che non ce n'è uno, ma molti modi per raggiungere le verità. E la verità razionale, la verità scientifica, è solo una di queste.

Tuttavia, l'astrologia è ancora presente in psicoanalisi. Almeno nella corrente junghiana.Entrambi i seguaci di questa corrente e gli astrologi si sentono sempre più vicini alla fisica quantistica. Assicurano che a poco a poco emergerà una nuova conoscenza sfidando le leggi razionali. Vedremo se succede …


Perché alcune persone credono nella pseudo-scienza?

Saperne di più
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: