Black Mirror: "Torno subito", la perdita della persona amata

Black Mirror: “Torno subito”, la perdita della persona amata

Specchio nero è una serie britannica i cui episodi sono completamente indipendenti l'uno dall'altro, di cui anche gli attori sono diversi. Non è una serie antologica nello stile di American Horror Storyma ogni episodio è come un mini film, con attori, personaggi e scenari completamente diversi.Le stagioni non seguono un ordine specifico e non hanno lo stesso numero di episodi.

Specchio nero tende a usareun tono critico per affrontare l'uso che facciamo delle nuove tecnologie, attraverso la presentazione di future distopie o situazioni estreme.

Specchio nero : "Torno subito"

Il primo episodio della seconda stagione di Black Mirror è intitolato "Torno subito" (in francese, "torna immediatamente").In questo episodio, incontriamo una giovane coppia di Martha e AshAsh è un uomo dedito ai social networke vediamo immediatamente come pubblica la sua vita e ne è totalmente dipendente.

Questa dipendenza infastidisce Martha, perché anche quando parla con lui o chiede aiuto, è sempre distratto dal suosmartphone e non prestare attenzione a lui. Questo èun portraiRealistici sull'uso che facciamo dei social network e su come, a volte, anche se siamo accompagnati, prestiamo più attenzione al mobile che alla persona con noi.

All'inizio dell'episodio, Ash dice a Martha che sua madre, quando suo fratello e suo padre sono morti, ha rimosso tutte le foto che erano nel soggiorno e le ha tenute in soffitta. Poco dopo,Ash subisce un incidente stradale e muore.

Dopo la morte di Ash, vediamo aMartha svogliata, chi non parla, chi non piange … Durante i funerali, un amico inizia a parlarle di una strana applicazione che potrebbe aiutarla a "far fronte" alla perdita;Martha reagisce con rabbia ai commenti della sua amica e si tuffa nel diniego. Finisce per accettare il suggerimento della sua amica.

L'app citata dalla sua amica è in grado di "riportarci" alla vita per quanto leitraccia in modo esaustivo tutti i nostri dati sui social network, potendo riprodurre il nostro modo di parlare con incredibile precisione.Ash era dipendente dai social network, quindi è la persona perfetta per salvare:più informazioni ci sono, più accurata sarà la riproduzione del modo di esprimerla.

Martha inizia a collaborare con "Ash" e si sorprende nello scoprire che è esattamente come se lo stesse facendo con il suo fidanzato.L'app va oltre la semplice comunicazione e le dice che può persino replicare la sua voce, così iniziano a parlare al telefono.

La perdita di una persona cara è sempre difficile, può essere molto difficile da accettare e talvolta è necessario chiedere aiuto ad un professionista.Martha nega la morte e, di fronte a questa negazione, sorge la possibilità di resuscitare Ash, che è il motivo per cui accetta di utilizzare l'app ed entra in una spirale molto rischiosa.

lutto inSpecchio nero : "Torno subito"

Il dolore è un processo lento e doloroso che richiede uno sforzo significativo da parte nostrama è necessario affrontarlo e passare attraverso tutte le sue fasi per uscire. Accettare che una persona cara sia morta non significa dimenticarla, le persone che ci sono care possono vivere nella nostra memoria, maè necessario guardare al futuro e accettare la perdita per andare avanti.

Martha ha l'opportunità "di non dover dire addio", per far rivivere Ash e, in un momento così delicato, accetta. Può essere un po 'spaventoso quando guardiamo l'episodio; tuttavia, probabilmente molti di noi avrebbero ceduto alla tentazione se fosse arrivata la possibilità di posticipare il momento di dire addio.

Martha si chiude e lascia il lato vivente, dimenticando che era rimasta con sua sorella. Il momento chiave arriva quando Martha soffre di un attacco di ansia dopo aver accidentalmente rotto il telefono che usa per parlare con Ash. Lei sente qui che l'ha perso di nuovo, che Ash l'ha lasciata di nuovo. Ecco quandol'app gli dice che può fare di più.

"La vita dei morti è nella memoria dei vivi."

-Ciceron-

Questo passaggio aggiuntivo è quello dicompra una bambola bionica che coprirà la forma di Ash, parlerà come Ash e, infine, sarà un esatto clone di Ash.Tuttavia, questa bambola rimarrà una specie di robot, privo di sentimenti e Martha inizierà a stancarsi; ciò che all'inizio sembrava una buona idea, ora genera in esso il rifiuto.

Scopriamo nell'episodio cheMartha era incinta e non ha sentito la notizia fino alla morte del suo fidanzato, il che ha reso ancora più difficile accettare la sua perdita. La notizia della gravidanza provoca il rifiuto e la tristezza di non essere in grado di vivere il momento con Ash.

Alla fine, Martha non sosterrà più la copia di Ash e alla fine affronterà la situazione. Ash è morto e non c'è possibilità di tornare indietro, ecco perchéMartha blocca la copia di Ash nella soffitta, proprio come la madre di Ash ha fatto con le foto del suo defunto marito.Alla fine dell'episodio, la vediamo alcuni anni dopo con sua figlia, che si rivolge ad Ash per nome e nonpapà per quanto è una copia di suo padre. Lui pEnse come lui, parla come lui e assomiglia a lui, ma è davvero Ash?

Specchio nero e nuove tecnologie

La serie si concentra principalmente sull'uso che facciamo delle nuove tecnologie, ma abbiamo voluto concentrarci su questo episodio in quanto è il più umano e più vicino, e per affrontare una situazione particolare .

Che uso facciamo dei social network? Quanto siamo sicuri su Internet?L'applicazione è stata in grado di ricreare Ash in modo accurato, il suo modo di parlare, la sua voce, i suoi gusti … Anche il suo fisico: riproduce il suo aspetto durante una buona giornata, nella migliore delle sue versioni perché, come spiegato nel propria copia di Ash,abbiamo messo le nostre migliori foto sui social network.

Pertanto, luidovremmo chiederci se l'immagine che diamo di noi su Internet sia un'immagine reale o un'illusione.Mostriamo solo ciò che vogliamo vedere e, nei social network, la competizione per essere il migliore in tutto è abbastanza palpabile. In un certo senso, ogni volta che condividiamo qualcosa sui social network, ne resterà traccia fino a quando Internet esiste e, quindi, una parte di noi sopravviverà; i social network sono, in un certo senso, un passo verso l'immortalità.

L'app sa tutto di Ash, in altre parole,le informazioni che ha condiviso non erano realmente protette poiché un'applicazione di terze parti è in grado di sapere tutto su di lui.Se pensiamo al numero di persone che usano i social network su base giornaliera, ci rendiamo conto che l'informazione è infinita e non sappiamo davvero quanto sia protetta.

Quando viene creata la copia di Ash, vediamo che fa un bagno freddo nell'oscurità, dandoci la possibilità che tutto non sia perfetto, che vedremo una specie di mostro come Frankenstein.Questa risurrezione ha finalmente un lato oscuro che va oltre il superamento della perdita di una persona cara perché si tratta anche di interrogarci su come e in che misura siamo consapevoli dell'impatto dei social network nelle nostre vite.

"La vita è solo un'ombra che passa".

-William Shakespeare-

Terapia del lutto: come affrontare gli addii

La morte e la perdita di una persona cara è un processo molto difficile con il quale tutti siamo passati o che ci accadrà … Per saperne di più "
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: