Black Mirror: Nosedive, la disumanizzazione del futuro

Black Mirror: Nosedive, la disumanizzazione del futuro

Specchio nero è uno di quei gioielli della televisione chi, invece di ipnotizzarci e farci dimenticare il mondo che ci circonda, ci spinge ad essere più critici della nostra realtà quotidiana. Questa non è una serie in quanto tale, non vi è alcuna connessione tra gli episodi. Non dobbiamo guardarlo in ordine e non ci costringe a fare una maratona di ore a volte difficili da digerire.

Oggi stiamo per evocare un episodio della terza stagione chiamato Picchiata. Sebbene futuristico, questo episodio ci ricorda molto del mondo in cui viviamo. È qualcosa di normale in Specchio nero poiché il suo creatore, Charlie Brooker, ha ripetutamente indicato che la sua ispirazione non proviene dalla finzione, ma piuttosto dalla nostra stessa contemporaneità.

picchiata ci ricorda enormemente l'invasione dei social network che stiamo attualmente vivendo e ci consente di prendere coscienza del pericolo e dell'irrealtà che possono mostrare.

Bryce Dallas Howard interpreta il ruolo di Lacie. picchiata ci presenta un mondo perfetto dove non c'è il grigio e dove tutti i colori sono pastello, dai vestiti ai mobili. Tutto è meraviglioso e idilliaco in questo non così lontano futuro. Tuttavia, allo stesso modo dei social network, questo mondo nasconde un volto molto molto amaro.

Lacie è il personaggio principale di questa storia, di questo ecosistema in cui le persone sono valutate dalla loro popolarità su un'app simile a Instagram. A 0 è il punteggio più basso e un 5 è il punteggio più alto. Grazie alle valutazioni degli altri e alla rete di contatti, si può ottenere un lavoro migliore, acquistare un appartamento e ottenere altri benefici. Cosa succederebbe se prendessimo sul serio ciò che vediamo su Instagram? Cosa succederebbe se iniziassimo a classificare le persone in base alla loro popolarità sui social network?

Specchio nero, ancora una volta, ci ricorda la faccia più nascosta del nostro mondo. Questo ci posiziona di fronte a una verità che conosciamo ma che sembra ignorare. Se non hai visto l'episodio, sarebbe meglio smettere di leggere. Anzi, alcuni spoiler sarà fatto per affrontare gli argomenti più importanti.

Specchio nero: Nosedive, dietro la perfezione

Ogni giorno, consultiamo Facebook, Instagram, Twitter … Ognuno ha le sue preferenze, ma è impossibile dire che le reti non sono state convertite in breve tempo in una parte della nostra vita. Sono l'immagine che vogliamo dare al mondo, ciò che vorremmo essere, ma non lo siamo: il miglior volto delle nostre vite quotidiane.

in Specchio nero, l'applicazione stella consente di valutare le persone, allo stesso modo dei Mi piace su Instagram. La differenza è che i punti sono punti sociali che funzionano al di là delle reti e che determinano la tua vita nella realtà.

Lacie è una giovane popolare anche se non appartiene all'élite. Ha un buon lavoro ma la sua vita potrebbe essere un po 'migliore. È completamente legata alla rete e cerca costantemente di attirare l'attenzione di un'ex amica d'infanzia, Naomi, una bellissima giovane donna la cui vita è perfetta e che sta per sposarsi.

Le note possono essere pubbliche o anonime e l'impatto di una valutazione errata può essere devastante. Per questo motivo, tutti gli abitanti di questo mondo cercano di comportarsi secondo le norme, essere amichevoli e apparire "perfetti".

Pensa a Instagram, sui conti che seguiamo, i più popolari … sono pieni di falsa felicità, di una bellezza dolorosamente perfetta. Cosa succederebbe se trasferissimo tutto questo nella vita reale? Possiamo testare un'infinità di filtri per essere belli sulle foto, possiamo misurare una cosa che pubblichiamo, ma non possiamo accontentare tutti su base giornaliera.

picchiata cerca di trasferire i codici dei nostri social network al mondo reale, dove dovremmo agire solo in modo sbagliato per cercare di soddisfare e mostrare il nostro volto migliore. il Mi piace che riceviamo su Instagram o Facebook ci servirebbero quindi per determinare la nostra posizione sociale.

in Specchio neroognuno ha ragione con gli altri, con una spiacevole cordialità, perché sappiamo che in realtà non è reale, è puro egoismo. Non è una questione di piacere o di aiuto, ma solo di migliorare la propria immagine.

Naomi offre a Lacie la sua damigella d'onore per il suo matrimonio. Lacie certamente è d'accordo, nonostante gli avvertimenti di suo fratello che Naomi l'abbia ferita in passato. Lacie ha bisogno di andare a questo matrimonio perché sarà pieno di persone con voti alti e lei sarà in grado di raggiungere il 4,5 di cui ha bisogno per finanziare l'appartamento che desidera.

Naomi per parte sua non invita Lacie perché è una buona amica o per condividere ricordi d'infanzia, ma perché pensa che potrebbe essere interessante portare un amico del college con un 4.2. Nessuno agisce con la verità, nessuno pensa agli altri, il "me" è l'unico ad esistere, in collaborazione con l'immagine che proietto di "me".

Smetti di essere schiavi

Questa preoccupazione estrema per l'immagine, per la proiezione di noi nel mondo ci ricorda enormemente la nostra realtà. picchiata non è improbabile e certamente ci ricorda le situazioni che abbiamo vissuto.

Vogliamo condividere le immagini di un pasto succulento, una meravigliosa serata con gli amici, un viaggio indimenticabile, un semplice caffè sulla terrazza … Analizziamo assolutamente tutto ciò che pubblichiamo, pensiamo alle persone che lo vedranno e all'opinione che lo avranno.

Viviamo in un mondo che ogni giorno è meno umano e più tecnologico, ma per fortuna ci teniamo in contatto, il rapporto quotidiano con i nostri colleghi e amici e abbiamo un piccolo spazio in cui possiamo essere noi stessi.

Sappiamo tutti cosa vogliamo essere, alcuni addirittura imitano. Ma è davvero quello che vogliamo? Nel corso dell'episodio ci rendiamo conto che la personalità di Lacie è totalmente condizionata, non sceglie il suo cibo, mangia ciò che è socialmente buono, non ama la torta che viene con il suo caffè ma agisce come se . Questo condizionamento, questo nuovo modo di agire e l'estrema falsità mostrata dai personaggi li rendono incapaci di gestire un conflitto, dire quello che pensano per paura di abbassare il loro rating.

Specchio nero ci immerge magistralmente in una danza di maschere contemporanee, filtri della vita reale, dove tutto è pastello, tutto è di aspetto perfettoma nessuno è davvero felice. Nessuno può essere così felice, nessuno può essere sempre felice e nessuno può amare tutti.

Questo Instagram estremo, associato all'invito a nozze, renderà Lacie ossessionata dalla popolarità. Un fatto che sarà disturbato da una serie di imprevisti spingerà Lacie a mostrare la sua vera faccia, a lasciare la sua maschera da parte e ad essere umana.

Avere sentimenti è umano, proprio come non pensare come il tuo vicino o esprimere rabbia. Ma in questo mondo così perfetto, l'umano non ha posto. La caduta di Lacie non è altro che una liberazione, finisce in prigione ma è libera.

Non sono le mura che lo opprimono davvero, era la compagnia. Una volta ai margini di questa, può finalmente urlare, finalmente essere se stessa. La scena finale in cui Lacie "ha perso la testa", quando si rende conto che non ha più un telefono e che entra in uno scambio di grida con il suo vicino di prigione è una scena liberatoria, lasciando spazio sperare. Non c'è nulla di più imprigionante di se stessi, non c'è nulla di più schiavo di un mondo disumanizzato.

"Nessuno può essere così felice."

-Nero specchio-

Black Mirror: "Torno subito", la perdita della persona amata

Black Mirror è una serie britannica i cui episodi sono totalmente indipendenti l'uno dall'altro, anche gli attori sono diversi. Non si tratta di … Per saperne di più "
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: