Amare un'altra persona, ma non essere in grado di porre fine alla loro relazione

Amare un'altra persona, ma non essere in grado di porre fine alla loro relazione

Alcune persone pensano che sia più facile arrendersi che essere abbandonati. Questo non è vero.Ci sono circostanze in cui diventa quasi impossibile terminare la propria relazione. Anche quando ci si è innamorati di una terza persona.Questi sono casi in cui il senso di colpa, il senso del dovere o i debiti emotivi, reali o immaginari, impediscono il progresso.

La possibilità di porre fine alla propria relazione a volte si trasforma in un bivio. Non troviamo l'uscita.Potremmo essere consapevoli che l'amore è finito, ma anche allora, una serie di fattori ci impediscono di prendere una decisione ferma e di scioglierci.

Questa situazione non porta nulla di positivo.Se non lo realizziamo in tempo e se non vengono prese le misure giuste, potrebbe esserci molta confusione.Influirà quindi su tutte le persone coinvolte e impedirà che la situazione finisca in modo sano.

"Devi imparare come uscire dal tavolo quando l'amore non è più nel menu."

-Nina Simone-

Fattori che impediscono la rottura

Il senso di colpa è la ragione principale per cui le persone hanno difficoltà a rompere anche se si sono innamorati di un'altra persona.Questo sentimento nasce perché non vogliamo ferire una persona che ci ha portato molto. Siamo consapevoli che la rottura la ferirà tremendamente e non vogliamo dover sopportare quel peso.

Un'altra ragione frequente è il dubbio. Ci fa sentire paralizzati quando prendiamo una decisione. In questo caso, abbiamo paura di ciò che può accadere in futuro. Non sappiamo se, anche se l'amore è scomparso, è meglio stare con ciò che conosci o rischiare e andare verso l'ignoto.L'insicurezza ci domina. "Che cosa succede se tutto va storto e se voglio tornare e non posso più farlo?"

È anche possibile delegare alla terza persona la risoluzione del problema.Speriamo quindi che questa persona con la quale esiste già un legame d'amore, formale o meno, sia quella che ha il compito di esercitare pressioni, di insistere o di "fare qualcosa" in modo da poter terminare la nostra relazione. In breve, vogliamo evitare di essere responsabili di questa decisione.

Non irrompere nel tempo …

Il più problematico quando non prendiamo la decisione di porre fine alla nostra relazione è che porta a situazioni non chiare e negative.Molto spesso, inizia una serie di azioni inconsce. Questi poi fanno molto più male di una verità dichiarata nel tempo.

I percorsi principali adottati da questa decisione repressa sono:

  • Violenza psicologicaSenza esserne consapevole, una persona può biasimare il proprio coniuge per esistere e non permettergli di stare con quell'altra persona interessata. Tutto ciò che questo compagno farà o dirà sarà qualificato come cattivo. La critica del suo comportamento aumenterà e apparirà la stanchezza.
  • La menzogna e l'inganno.Il senso di colpa, l'indecisione o la paura possono anche portare a molte bugie. Una mente al proprio coniuge e una bugie al proprio nuovo amore. Perché? Per non interrompere bruscamente la coppia. E non perdere la terza persona. Questo è un modo immaturo di respingere l'inevitabile.
  • Strategie passive-aggressive.Questi includono atteggiamenti poco chiari come la distanza emotiva o cariche indirette verso il coniuge. È scomodo, ma non è chiaramente espresso. Nascondiamo solo il vero conflitto.
  • Lasciare brani compromettenti.Questo consiste nel "fare in modo di scoprire tutto". Lasciare tracce dell'esistenza della terza persona e l'interesse che gli viene portato dal coniuge a trovarli e porre fine alla relazione.

Le conseguenze di questa mancanza di maturità

Quando non terminiamo la relazione nel tempo, la situazione diventa dolorosa per tutti.L'attuale coniuge, ovviamente, sente o percepisce questa rottura che fluttua nell'aria. Cercherà di capire meglio le cose. Ma se l'altro non gli dice nulla, sentirà solo ansia, dubbi e malessere.

In queste condizioni, questo compagno non saprà cosa sta succedendo e non avrà elementi per prendere una decisione. Ciò porterà a sofferenze opache, illusioni prive di basi o aspettative non necessarie.Facciamo molto più male con questo tipo di giochi psicologici che esprimendo una volta per tutte cosa succede.

Anche la terza persona coinvolta è colpita.Non sa se deve aspettare l'altra per risolvere la situazione o non continuare il collegamento.Può anche sentirsi insicura e diffidente, che non è la migliore base per iniziare una nuova relazione.

Per tutte queste ragioni, non mettere fine alla propria relazione nel tempo è semplicemente un segno di egoismo e indifferenza.Vogliamo solo evitare il nostro malessere e non importa quanto faccia male agli altri. Alla fine, possiamo uscire feriti da una situazione del genere. Paure, indecisioni e mancanza di impegno assumono un ottimo prezzo da pagare.

Come reagisci a una rottura?

Chi non ha mai sofferto una rottura? E come hai reagito dopo aver vissuto questa dolorosa fase della vita? Saperne di più
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: