Agnosia, o l'incapacità di riconoscere il conosciuto

Agnosia, o l'incapacità di riconoscere il conosciuto

Cosa accadrebbe se un giorno non riuscissi a distinguere un ombrello da un bastone?O che non puoi riconoscere gli oggetti tramite il tocco? Se questo ti accade sistematicamente, probabilmente soffrirai di un tipo di agnosia: incapacità di riconoscere qualsiasi informazione dai sensi. Un termine che fu introdotto da Sigmund Freud nel 1891.

Anche se tutti i sensi funzionano correttamente, il problema risiede nel nostro cervello.Quest'ultimo non è in grado di riconoscere le informazioni che i sensi filtrano dall'esterno. Un ictus, un trauma cerebrale o la riduzione dell'ossigeno che raggiunge il cervello può causare danni al cervello, portando ad agnosia.

La parola agnosia deriva dal greco e significa "non so".
suddividere

Il momento in cui i sensi smettono di essere utili

Tutte le persone con l'agnosia attraversano un periodo di frustrazione, impotenza e ansia perché non sono in grado di interpretare ciò che vedono, sentono o mangiano. È come se i sensi e il cervello smettessero di parlare la stessa lingua, come se cessassero di essere collegati per essere totalmente indipendenti l'uno dall'altro.

Ecco perché luiè frequente e comprensibile qche le persone con l'agnosia cadono in stati depressivi.La causa è proprio questa disconnessione tra il cervello e i sensi che impedisce non solo di percepire il mondo, ma anche di interagire con esso nelle sue diverse forme.

È importante ricordare che quando parliamo di agnosia, non ci riferiamo al fatto che, improvvisamente, tutti i sensi sono coinvolti. Infatti, come vedremo nel seguito di questo articolo, ci sono diversi tipi di agnosia che possono soffrire una persona:

  • Agnosia visiva : Impossibilità di nominare e categorizzare oggetti, ad esempio, non essere in grado di riconoscere una racchetta e nominarla semplicemente vedendola.
  • Agnosia uditiva : problemi nel riconoscere gli stimoli sonori, ad esempio, non sapendo come distinguere gli strumenti dalle voci in un brano musicale.
  • Tocco Agnosia Incapacità di identificare gli oggetti al tatto, ad esempio, non essendo in grado di distinguere un cucchiaio da una forchetta o un accendino.
  • Agnosia spaziale È difficile orientarsi e creare mappe mentali, ad esempio, essere incapaci di fare un piano della casa in cui si vive.
  • Agnosia motorio : noto anche come aprassia, si riferisce alle difficoltà di ricordare ed eseguire movimenti appresi, ad esempio, indossare una maglietta.
  • Agnosia corpo : problemi nell'identificare il proprio corpo, ad esempio, credere che i fini appartengano ad un'altra persona perché non sono stati identificati come puliti.
"Era uno spettro, mi ha guardato e ho visto solo i lineamenti sfocati come se fossero stele, ho visto solo un fantasma perso in uno specchio, non sapevo se Ho toccato la mia bocca, il mio orecchio o il mio naso ".
-Esther Chumillas, soffre di agnosia visiva a causa di meningite-

Quando il nostro cervello ci sta tradendo

Dopo aver attraversato tutti i tipi di agnosia, è necessario specificarlola cosa più comune è che solo un senso è influenzato. In altre parole, una persona soffre di agnosia motoria, ma non aggiunge un'agnosi uditiva. Tuttavia, questo è uno standard per il quale esistono anche delle eccezioni.

La ragione per cui le persone tendono a soffrire di un solo tipo di agnosia è che solo una parte del cervello è danneggiata. Ad esempio, se il nostro lobo temporale presenta alcune lesioni, è molto probabile che abbiamo un'agnosia uditiva, tuttavia se il nostro lobo occipitale è interessato possiamo soffrire di agnosia visiva o spaziale.

Nel caso in cui due regioni siano danneggiate, è possibile che si verifichi più di un tipo di agnosia. Tuttavia, la domanda che viene in mente è: c'è una cura? Ci sono speranze di miglioramenti significativi quando il cervello è colpito?

La risposta è sì: ci sono speranze di miglioramento, in particolare grazie agli specialisti in terapia occupazionale, logopedia e neurologia che possono fornire alla persona strumenti molto utili. Ad esempio, la riabilitazione cognitiva insegna alcuni "trucchi" per riconoscere un volto. Uno di questi è guardare i dettagli più salienti di questa faccia e imparare a interpretarli nel caso di agnosia visiva.

Agnosia non è un termine noto. Tuttavia, oggi sappiamo molto di più su questo problema che colpisce alcune persone, rendendo difficile la loro vita quotidiana.Grazie ai professionisti che si dedicano alla ricerca e all'apprendimento di più su questo argomento, ora possiamo dire che nei casi in cui non esiste una cura completa per l'agnosia, è ancora possibile fornire persone che soffrono di risorse e strumenti che migliorano la loro qualità della vita.

"A volte non so per certo dove dovrei girare, mi perdo tutto il tempo."
-Anne, soffre di agnosia-

Prosopagnosia: ti vedo e ti ricordo, ma non riconosco la tua faccia

Conoscete la prosopagnosia, una condizione rara che impedisce alle persone che ne soffrono di riconoscere i volti delle persone? Saperne di più
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: