7 caratteristiche della maturità sentimentale

7 caratteristiche della maturità sentimentale

I sentimenti sono realtà più elaborate che emozioni. I sentimenti includono quest'ultimo, ma si basano anche su una componente razionale, oltre che su una durata prolungata e su radici più profonde. La maturità sentimentale può essere definita come un sedimento emotivo derivante dall'esperienza e dall'intelligenza emotiva.

La maturità sentimentale non è mai totale ma quando si raggiunge un certo livello, diventa una caratteristica relativamente stabile della personalità. È il risultato del lavoro personale e per questo motivo non è molto sensibile alle fluttuazioni degli eventi.

"La maturità è la capacità di raccogliere senza scuse e senza lamentarsi quando le cose non stanno andando bene."

-Jim Rohn-

La maturità sentimentale non è solo un concetto o un discorso come possono esserlo altre realtà psicologiche; in realtà è il risultato attualizzato di una pratica che si manifesta nella pratica stessa. Quindi, è messo in scena attraverso diverse abilità, diversi atteggiamenti e comportamenti diversi. Ecco alcune delle sue caratteristiche:

1. Conoscenza di sé, una caratteristica della maturità sentimentale

La consapevolezza di sé è l'abilità che dobbiamo identificare oggettivamente le caratteristiche che ci definiscono. Questo suppone di aver sviluppato anche la capacità di autoosservazione. È la capacità che dobbiamo analizzare i nostri comportamenti e trarre conclusioni.

La conoscenza di sé ci permette anche di prevedere le nostre reazioni a situazioni diverse, nonché le nostre inclinazioni e avversioni. Ha un'influenza sulla coscienza che abbiamo delle nostre azioni e l'identificazione delle nostre motivazioni.

2. La ricerca della stabilità

Una delle caratteristiche della maturità sentimentale è la ricerca della stabilità. Questo non dovrebbe essere confuso con la necessità di creare zone di comfort per stabilirci lì e non con il desiderio di stare calmo ed evolvere.

La ricerca della stabilità è legata alla necessità di dare continuità alle nostre azioni e di collegarle tra loro. Questo approccio è in realtà contrario alla dispersione. Possiamo amare lo zaino in spalla ed essere stabili in questo stile di vita. La vera instabilità è definita come la ripetizione di cicli in cui si inizia qualcosa che in realtà non si finisce perché si passa in ogni caso al ciclo successivo.

3. Realismo

Il realismo implica la capacità di adattarsi ai fatti. Dobbiamo essere in grado di apprezzarli così come sono cercando di minimizzare l'intervento della soggettività. Dobbiamo sempre cercare di vedere il mondo così com'è e non come vorremmo che fosse o come dovrebbe essere.

Il realismo conduce alla maturità sentimentale e rafforza sia la consapevolezza che l'adattamento. Queste sono due dimensioni che si restituiscono. Essere realistici non si ferma ai sogni e alle illusioni. Si tratta di sapere come differenziare ciò che accade all'interno di ciò che accade all'esterno.

4. La protezione di molte sfaccettature

Un altro aspetto in cui si riflette la maturità sentimentale è la nostra capacità di esplorare le diverse dimensioni delle nostre vite. Siamo un corpo, uno spirito, una creazione, un pensiero, una realizzazione, una sofferenza, ecc.

Spesso ci riduciamo alle nostre vite professionali, sentimentali o familiari. È anche possibile dare importanza solo alla sofferenza o alla diversione cercando di nascondere tutto il resto. Una vita piena racchiude le diverse dimensioni dell'essere.

5. Capire gli alti e bassi

Quando si raggiunge la maturità sentimentale, si comprende che gli alti e bassi sono fatti inerenti alla vita. Ogni situazione così stabile come è include errori e incertezze, ragioni di tristezza o gioia, efficienza o limitazione.

In particolare, apprendiamo che un brutto momento non significa che tutto andrà storto e che un buon momento non significa che tutto andrà sempre bene. Comprendiamo che tutto ciò fa parte della vita e vale la pena vivere, senza scampo o fuga.

6. Coerenza tra sentimento, volontà e impegno

La conoscenza di sé e il realismo danno origine a una condizione che fa parte della maturità sentimentale: la coerenza. In altre parole, riusciamo a fare ciò che vogliamo assumendo le responsabilità che ne derivano.

In effetti, c'è una coerenza di base tra gli obiettivi concretizzati dagli impegni, la volontà di raggiungerli e il desiderio che tutto avvenga in questo modo. Quindi non voglio vivere un'altra vita o la vita del passato. Dobbiamo semplicemente vivere come desideriamo vivere assumendo il costo delle nostre scelte.

7.L'autoregolamentazione

L'autoregolamentazione è legata alla capacità di modulare reazioni e azioni adattandole al contesto e agli obiettivi. Dobbiamo quindi garantire che l'intensità delle emozioni o delle reazioni non diventi un ostacolo personale.

L'autoregolamentazione non è sinonimo di repressione. Non è una questione di "supporto" o di annullamento. L'idea è sapere come esprimere ciò che sentiamo per capire o favorire la comprensione, non il conflitto.

Gli esseri umani raggiungono la piena maturità su pochissimi aspetti. Di fronte a queste dimensioni per le quali avremo sempre un ulteriore passo da compiere, possiamo provare ad avvicinarci sempre di più allo stato di equilibrio. Se lo coltiviamo, la nostra vita diventerà più piena.

7 segni di maturità emotiva

"La maturità è ciò che raggiungo quando non ho più bisogno di giudicare o indossare il cappello per cosa o chi … Per saperne di più"
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: